Cervello umano biologico creato in provetta

Cari amici di Notizie in Vetrina, ci sorprende oggi una notizia che giunge dagli USA, e che potrebbe rivoluzionare per sempre il modo di concepire la medicina, infatti è stato creato il primo cervello umano biologico in provetta. Come tutti sappiamo, il cervello è il più complesso e misterioso degli organi umani, e quello ricreato a partire da cellule staminali generiche, è comprensivo anche di retina e midollo spinale. Le cellule utilizzate erano semplice cellule epiteliali tratte da donatore adulto, che hanno permesso agli studiosi della Ohio State University ieri al Military Health System Reseach simposio di Fort Lauderdale di portare a termine lo sviluppo di un piccolo cervello, grande quanto una noce, che potrebbe essere paragonato a quello di un feto di 5 mesi. Come ci si può aspettare la notizia a portato grande scalpore nel mondo della medicina odierna, ma tuttavia il cervello non è ancora pronto per essere messo in funzione, in quanto ci sono altri requisiti fondamentali che mancano perchè il suo sviluppo possa continuare oltre a quello raggiunto.

Perchè il cervello non è ancora funzionante

Il cervello prodotto in florida in vitro non è ancora funzionante. Il suo sviluppo ha subito un arresto a causa della mancanza dei vasi sanguigni che normalmente irrorano il cervello umano, e che i ricercatori non sono riusciti a riprodurre. Nonostante la specificità delle cellule cerebrali abbia raggiunto una maturità del 99%, questo fattore è sufficiente a dare una battuta di arresto ad un progetto così fantascientifico. Inoltre perchè possa essere messo in funzione come un cervello normale, necessiterebbe di essere attaccato ad un cuore che irrori il sangue nel complesso venoso ed arterioso. La produzione di un mini cervello come quello realizzato in Florida richiede 12 settimane di lavoro, un tempo relativamente breve per un livello di complessità così alto. Tuttavia il progetto continua ad evolvere, e non si conoscono le tempistiche, nemmeno ipotetiche, perchè il progetto possa concludersi, dato che per ragioni di brevetti e di tecnologie usate, non sono stati rivelati tutti i dettagli dell'esperimento.

​Written By Mirco Angelosante

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *