L’innovazione contribuisce a dare vita ad un futuro migliore, in cui le iniziative volte a migliorare e rispettare l’ambiente sfociano in una serie di progetti racchiusi nel Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività 2007 – 2013”. Il PON,  attraverso risorse che provengono sia da ambiti internazionali sia nazionali, promuove e finanzia, al suo interno, una vasta tipologia di progetti rivolti prevalentemente all’area del mezzogiorno, coinvolgendo regioni quali Puglia, Campania, Calabria e Sicilia, zone geograficamente accomunate dalla scarsa possibilità di sbocchi professionali e da un alto livello formazione professionale di tipo universitario. Un’ iniziativa che va avanti da diversi anni, di grande interesse sociale,  ma che non è molto conosciuta.

Il Ministero dello Sviluppo Economico insieme al Ministero dell’Istruzione dell’Università e della RicercaMIUR“, gestisce i progetti interni al PON. Negli anni che vanno dal 2007 al 2013 sono stati portati avanti ben 8 progetti piloti, con la partecipazione di gruppi lavoro e consorzi che hanno al loro interno una forte componente universitaria, indirizzati ad ambiti di  grande importanza rispetto il benessere sociale, quali salute, mobilità e pubblica amministrazione, l’importante ambito riguardante la cultura, la scuola ed il turismo, senza tralasciare i settori  legati alle tecnologie che muovono una crescita sostenibile ed efficiente nel rispetto dell’ambiente, quali energia e gestione dei rifiuti.

 

 

                                                                        

 

 

Sempre nel rispetto dell’ambiente è stato creato il progetto Smart Cities, attraverso tecnologie all’avanguardia, mira alla creazione di  ambiti urbani definiti intelligenti, attraverso sistemi di sviluppo ecosostenibili, quali ad esempio Smart education che prevede l’utilizzo scolastico del tablet, in sostituzione dei libri scolastici, ma non solo, si da risalto allo sviluppo del trasporto ecologico elettrico, volto ad abbattere il problema dell’inquinamento, infine troviamo progetti che racchiudono altri sistemi di e-government; ciò che emerge chiaramente è che si tratta comunque di  un insieme di progetti caratterizzati dallo scopo comune di poter migliorare, in modo efficace, la qualità della vita negli spazi cittadini ed urbani.

Una forza progettuale di interesse comune, che investe gli ambiti sociali, caratterizzata da un forte legame con il territorio, l’ambiente e l’uomo,  volta ad una crescita sociale sana grazie ad uno  sviluppo indirizzato, grazie a tecnologie sempre più   all’avanguardia, ad un profondo e sano  rispetto dell’ambiente.

 

Un’iniziativa lodevole, che al passo con i tempi, pone l’accento su delle reali necessità sociali legate all’istruzione, all’ambiente e allo sviluppo: l’Italia non può che beneficiare di tali iniziative,  sono stati investiti in 5 anni, ben  6 miliardi di euro, ritengo sia una bella cifra ma ben poco considerando l’utilità di tali progetti,  non credete?

 

Articolo sponsorizzato

14 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.