Mobili usati e d’antiquariato: come sceglierli

3
228
Mobili usati e d'antiquariato: come sceglierli
Cucine del castello di Bracciano

 

Acquistare un mobile usato può essere , al giorno d’oggi una valida soluzione per risparmiare, in altri casa si verte la propria scelta su mobili usati quando si ricercano articoli d’epoca o di design di un certo valore economico. vediamo cosa fare per non rischiare di fare un acquisto sbagliato.

Mobili usati e d’antiquariato: come sceglierli

Se si tratta di mobili di antiquariato  la regola di base è quella di richiedere al negozio in questione di rilasciarvi un certificato di autenticità mentre se si tratta di mobili semplicemente vecchi o vintage una buona conoscenza e un’ attenta osservazione non vi faranno cadere in cattivi affari. Innanzi tutto valutate il mobile, il suo stato di conservazione e fatene un confronto con il prezzo che vi viene richiesto, provate sempre a contrattare un po’ generalmente sull’usato si tende a scendere un pochino.

Verificate che il mobile non presenti alcuna traccia di fori dovuti a tarli in caso contrario chiedete al negoziante di sottoporre, a suo spese il mobile a trattamento specifico, ma un bravo antiquario non vi venderà mobili tarlati, quindi scegliete bene dove acquistare i vostri oggetti.

 

4480138966_63afae6223.jpg

 

Mobili antiquariato con cassetti

 

Se si tratta di mobili con cassetti controllate con attenzione che tutte le guide siano integre e che i cassetti scorrano senza difficoltà, se sono presenti dei piedini alla base del mobile, valutare dimensioni e stato di conservazione, se invece si tratta di mobili con sportelli, verificate che chiudano bene e che le cerniere siano integre e ben fissate allo sportello e al mobile ma soprattutto che la superficie su cui sono fissate sia in ottime condizioni.

Controllare che gli intarsi, qualora siano presenti, siano ben solidi senza tasselli mancanti.

Lo stato di conservazione visiva e la verniciatura sono la cosa più semplice da verificare e spesso dei mobili d’epoca di qualità hanno subito dei restauri.

L’eleganza dai mobili antichi

Comunque sia, questi mobili conferiscono agli ambienti nella quale si trovano un’atmosfera calda, legata ai ricordi e alle sensazioni di un tempo ormai passato. Le stanze ideali da arredare con mobili d’antiquariato sono in genere la camera da letto e lo studio ed il soggiorno, ma anche un semplice ingresso in cui si possono inserire con facilità alcuni elementi idonei.

Certificato di autenticità

Generalmente acquistando in negozi che rilasciano un certificato o una perizia si va più sul sicuro ma è altresì vero che gli appassionati di mobili e oggetti d’antiquariato amano girare per i mercatini, dove è possibile trovare occasioni uniche sia per la qualità, che per il prezzo. Nei mercatini d’antiquariato il risparmio è quasi certo, si trovano in molte città, e oltre ai mobili ci sono accessori di vario tipo anche piuttosto rari.

Gli stili più comunemente apprezzati per i mobili di antiquariato

  • stile Liberty: originario dell’America, in cui è frequente l’impiego di accessori in ferro e vetro, note, ad esempio  le lampade in stile Liberty. Va sottolineato che questo stile si riconduce semplicemente al concetto di arte nuova, ossia  L’Art Nouveau, essa è stata fondamentalmente  una filosofia e uno stile artistico che interessò le arti figurative, l’architettura e le arti applicate. Ebbe origine e diffusione in Europa tra il 1890 e il primo decennio del Novecento. A seguire Tra la fine dell’Ottocento e i primi anni del Novecento si affermano gli stili Floreale e dell’Art Déco; quest’ultima si protrae per buona parte della prima metà del secolo combinando vari stili.

Stile Impero

  • stile Impero: di origine e derivazione francese risalente al periodo napoleonico, è uno sicuramente uno  degli stili maggiormente ricercati e  apprezzati per i richiami all’arte classica degli antichi  Greci e Romani. Protagonisti indiscussi dell’arredo napoleonico due architetti, Charles Piercier e Pierre Fontane. Due grandi personaggi che combinarono egregiamente le esigenze di fasto e grandiosità  attraverso la combinazione di simboli ed allegorie. Non persoro certo nelle minuziosità ed ogni creazione  è ricca di grazia  abbracciando i particolari delle arti decorative sia nel bronzo che nella porcellana nel mobile e negli argenti.

Stile Rococò

  • stile Rococò: un genere molto austero e abbastanza serio e impegnativo da collocare, in genere i mobili hanno una forma pesante e sono ricchi di abili decorazioni ed intarsi. Durante il secolo dei lumi, il Settecento, viene introdotto l’uso di nuovi tipi di mobili; è il periodo  definito  del Rococò (chiamato anche Luigi XV dal nome del Re francese), fioriscono  nella penisola italiana  centri di produzione e affermate botteghe di maestri artigiani: gli ebanisti genovesi eredi dei Maragliano, Pietro Piffetti a Torino, i seguaci di Andrea Brustolon a Venezia, e tanti altri nomi di maestri artigiani,  chiamati ad abbellire e dar lustro alle varie Corti italiane.

Mobili dell’800

  • Nell’800 Con la caduta di Napoleone anche gli stili si susseguono ad ondate successive: dalla Restaurazione al Carlo X, al Biedermeier austriaco, al Luigi Filippo, alla riscoperta del gotico e del rinascimento. Da ultimo, lo stile Eclettico cercò di recuperare e citare vecchi stili combinandoli insieme.

Come identificare l’epoca del mobile

In base agli elementi e alle lavorazioni presenti nel mobile possiamo risalire all’epoca di appartenenza, ad esempio le impiallacciature hanno origine tra il 1600 e il 1700 ossia nell’epoca del Barocco, mentre i mobili medievali presentano linee e strutture essenziali e grezze.

Nel rinascimento assistiamo alla nascita di maggiore importanza, specie nelle case dei nobili e dei ricchi, con l’aggiunta di rialzi e di baldacchini chiusi con teli e stoffe, mentre negli edifici pubblici e religiosi soggiornano  banchi,  librerie,  scanni e i cori lignei sono più imponenti, intarsiati e decorati.

Rigatteria

Alla base di tutto però ricordatevi che la regola più importante da osservare è solo ed esclusivamente il rapporto qualità prezzo , se il mobile vi piace e soddisfa le vostre aspettative, compratelo in tranquillità ma non vi fate rifilare per mobili d’antiquariato articoli che in realtà sono pezzi da rigattiere ossia mobili vecchi, in questo caso il loro prezzo sarà di gran lunga inferiore.

Tra i mobili usati, però possiamo acquistare anche dei mobili di design o moderni trovando soluzioni di usato garantito o mobili usati per esposizioni  di negozio o  allestimenti fiere in perfette condizioni venduti spesso alla metà del loro reale valore.

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.