Verità su Holding terapia per bambini autistici e non solo

Verità su Holding terapia per bambini autistici e non solo
Verità su Holding terapia per bambini autistici e non solo

I primi anni in cui aprì questo blog in un’altra piattaforma scrivevo molto di psicologia. Ora molto meno. Verità su Holding la terapia per bambini autistici e non solo“, titolo ed argomento di cui voglio parlare oggi, nasce da informazioni errate o quanto meno imprecise che   ho trovato in rete in merito a tale argomento, per giunta su un blog rinomato. L’Holding nasce negli anni 70 ad opera di una nota neuropsichiatra infantile, Marta G. Welch, (di cui ho letto il libro), consigliato da molti terapeuti americani ed europei utilizzato per combattere l’autismo, è stato successivamente proposto alle famiglie per riequilibrare gli spiriti irrequieti di bambini e dei ragazzi con problematiche di vario genere. Non parliamo di capricci semplici ma di bambini disadattati.

Holding non è uno strumento per combattere i vizi dei bambini

Attenzione a non scivolare in una retorica che non trova molto fondamento: l’Holding è uno strumento terapeutico che non si riassume in “un abbraccio tra mamma e figlio” ma in un modo complesso di gestire situazione problematiche guidate da terapisti che impartiscono alla mamma i fondamenti e  le tecniche necessarie per applicare, nel modo corretto, l’holding.

Verità su Holding terapia per bambini autistici e non solo

Perché lo consiglio?

Per diversi anni mi sono occupata, insieme ad altre figure professionali, di una bambina con ritardo cognitivo e autismo infantile che non riusciva a leggere e scrivere ne a relazionarsi con il mondo ed i coetanei. Quella bambina ora ha 25 anni, è una donna, legge, scrive è uscita dall’autismo è socievole e solare. Per diverso tempo, ha praticato con la sua mamma l’Holding. Vi ho parlato di lei in alcuni precedenti post chiamandola “Chiara”. Consiglio l’Holding perché “Chiara” sebbene il ritardo cognitivo persista, è uscita dalla sua “chiusura autistica verso il mondo” grazie a questa terapia e a due brave terapeute Marta G.Welch e Masal Pas Bagdadi.  

Non consiglio l’Holding  fai da te

No non consiglio l’holding fai da te. Per questo vi parlo di “Verità su Holding terapia per bambini autistici“.

Cosa serve?

Serve un bravo terapeuta che sappia istruire i genitori e la mamma nello specifico, perché specie le prime sedute, quelle dell’abbraccio forzato con gli sguardi che si incontrano e lo spronamento a rimanere così a guardarsi e parlare sono traumatiche: i bambino urla si divincola, specie se parliamo di bambini autistici… si possono avere reazioni esagerate, urla, aggressività.

Preparazione della mamma

La mamma deve essere opportunamente preparata sia psicologicamente che fisicamente. Deve avere una presa solida e nervi saldi. La terapia si rivela particolarmente utile in forme di autismo conseguenziali a carenze cognitive che portano il bimbo o la bambina a chiudersi in un mondo loro conseguentemente ad alcune loro incapacità comunicative e relazionali.

Holding: non è facile, non è un gioco, è utile

L’Holding non è facile, non è un gioco ma è senza dubbio utile in molte situazioni. Non è solo per i bambini può essere utilizzato in tutti i casi in cui esistano problematiche dirompenti che alterino gli equilibri di un nucleo familiare o di un soggetto, adottabile anche con gli adulti. Questo non vuole dire che se un bimbo fa i capricci  “tutti a fare holding“, l’approccio è complesso, la terapia e le reazioni pesanti anche se la sua efficacia è comprovata. Occorre una formazione specifica e le istruzioni corrette ad opera di uno specialista, una buona dose di pazienza, costanza e responsabilità.

L’holding non è per tutti

Può e deve essere praticato con cognizione di causa ma si deve essere all’altezza delle situazione e questo non sempre è possibile. Spero di avervi chiarito tutte le idee circa le “Verità su Holding terapia per bambini autistici e non solo” e vi consiglio spassionatamente di leggere il libro per avere un’ idea ancor più chiara in merito.

Mara Mencarelli

Autrice, blogger, webeditor, freelance, amo scrivere da sempre, ma adoro anche ballare ed insegno caraibici. Ho una splendida famiglia con 3 figli. Mi appassiona l'arredamento, il giardinaggio, il fai da te, la medicina la psicologia, la cucina, la moda, lo sport, e molte altre cose di cui vi racconto e vi parlo nel mio blog. Hai una domanda da farmi o cerchi collaborazioni o pubblicità? Scrivimi! Ti risponderò quanto prima :-) Conctat me maraoya21@gmail.com

10 pensieri riguardo “Verità su Holding terapia per bambini autistici e non solo

  • novembre 3, 2016 in 22.11
    Permalink

    non conoscevo questa terapia perchè, non avendo vicino bambini con questa problematica, non mi sono mai interessata. concordo sul fatto che sia importante farsi seguire da un esperto

    Risposta
  • novembre 3, 2016 in 22.11
    Permalink

    una terapia che davvero può fare moltissimo per le persone affette da autismo, che va però usata con coscienza!

    Risposta
  • novembre 3, 2016 in 22.11
    Permalink

    Mi fa piacere sua data una possibilità a questi bambini con questa terapia, una bella cosa davvero

    Risposta
  • novembre 3, 2016 in 22.11
    Permalink

    Anche io non ero a conoscenza di questa terapia. ritengo che condividere questo tuo post sia molto importante affinchè venga preso in visione da genitori con figli che purtroppo hanno questo tipo di problema…..

    Risposta
  • novembre 3, 2016 in 22.11
    Permalink

    Davvero un bel post, non conoscevo questa terapia, davvero molto interessante!

    Risposta
  • novembre 3, 2016 in 22.11
    Permalink

    Sono molto curiosa di leggere questo libro per saperne di più su questa terapia, finora a me sconosciuta.

    Risposta
  • novembre 4, 2016 in 22.11
    Permalink

    Adoro questi articoli che riguarda i bambini per aiutarli meglio .Una terapia che aiuta decisamente la loro vita.Condivido con piacere questo post molte interessante!!Grazie !

    Risposta
  • novembre 4, 2016 in 22.11
    Permalink

    Articolo molto interessante e mi ha toccato veramente nel profondo! Non conoscevo comunque questa terapia!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *