Il dolore dell’incomprensione: cos’è e come combatterlo

0
Il dolore dell'incomprensione: cos'è e come combatterla
Il dolore dell'incomprensione: cos'è e come combatterla

L’incomprensione è l’incapacità di conciliare pensieri e azioni tra le persone. Talvolta ci si sente incompresi nell’età adolescenziale quando la vita è un ribollire costante di emozioni determinate dalla crescita e dal cambiamento repentino di esperienze e libertà che sopraggiungono. L’adolescente si sente adulto ma in realtà ancora non lo è, un piccolo essere in crescita che lotta per arrivare ad avere il livello di autonomia e libertà che desidera. L’adolescente, spesso, è in continua contrapposizione con gli adulti, e alla ricerca della propria identità. Ma l’incomprensione nasce anche dall’incapacità soggettiva nell’aprire la propria mente all’altro. I pensieri possono essere discordanti, ma la capacità di accettarli può costituire una soluzione a questa problematica, frequente tra adulti e adolescenti, ma anche tra adulti di ogni età.

Indice

L’incomprensione è l’incapacità di conciliare pensieri e azioni tra le persone. Talvolta ci si sente incompresi nell’età adolescenziale quando la vita è un ribollire costante di emozioni determinate dalla crescita e dal cambiamento repentino di esperienze e libertà che sopraggiungono. L’adolescente si sente adulto ma in realtà ancora non lo è, un piccolo essere in crescita che lotta per arrivare ad avere il livello di autonomia e libertà che desidera. L’adolescente, spesso, è in continua contrapposizione con gli adulti, e alla ricerca della propria identità. Ma l’incomprensione nasce anche dall’incapacità soggettiva nell’aprire la propria mente all’altro. I pensieri possono essere discordanti, ma la capacità di accettarli può costituire una soluzione a questa problematica, frequente tra adulti e adolescenti, ma anche tra adulti di ogni età.

Sentirsi incompresi

Può capitare ad ogni persona, infatti, nelle diverse fasi della propria vita, di passare momenti, episodi, o stati mentali, in cui sembra che gli altri non siano in grado di capirci, o di comprendere le motivazione che possono spingerci a compiere delle azioni, avere reazioni inaspettate, esprimere pensieri o concetti che non si rivelano in linea con il pensiero altrui.

L’incomprensione fa però parte della vita e, il sentirsi incompresi, al di la del dolore e la delusione che ciò può comportare, deve servire proprio ad evitare di essere noi stessi, per primi, e in altre situazioni, a rifiutare di comprendere gli altri.

Immedesimarsi nell’altro

Per capire gli altri e condividerne le emozioni ed i pensieri, giusti o sbagliati che siano (o che pensiamo che siano), è necessario spogliarsi del proprio orgoglio, e cercare di immedesimarsi nell’altro. Una buona dose di empatia può aiutare molto nella comprensione dell’altro. La comunicazione, nasce dall’ascolto e dall’empatia, e tutto questo consente appunto, di comunicare.

Il processo di comunicazione, sebbene possa sembrare naturale e scontato, non lo è affatto. Se così fosse, le persone non litigherebbero, non si separerebbero coppie e amicizie, non si disgregherebbero le famiglie. Ma il saper comunicare è un’arte vera e propria e, la comprensione altrui, implica una buona dose di apertura mentale e di sana empatia.

La comunicazione e la comprensione

La comunicazione dal canto suo, permette di motivare, apprendere, estrapolare e “giudicare”, prendendone atto, sia le esigenze che il pensiero altrui. Quando questo processo viene a mancare, ecco che inevitabilmente ci si sente incompresi, frustrati e soli al mondo (o quasi).

Comunicare significa parlare, ma anche saper ascoltare. Quando sbagliamo nei gesti, nelle parole o nei pensieri, e ci imponiamo di non volerlo ammettere, stiamo interrompendo un canale di comunicazione e, al tempo stesso, stiamo facendo sentire l’altro/a incompreso.

La società moderna e l’isolamento

Sentirsi incompresi, oggi come oggi, è molto più frequente di un tempo. Questo perché sono venuti meno alcuni valori e abitudini sane, legate al concetto di “famiglia” e “collettività”, ma anche perché vi è un dilagante egocentrismo che permette sempre meno alle persone di mettersi in discussione e di dirigere il proprio sguardo (oltre che su se stessi), anche verso l’altro.

La solitudine dell’animo, come termine, può definire quello che è il concetto di incomprensione, e del sentirsi incompresi. Quando in una famiglia vengono meno quelle che sono le basi portanti del processo di comunicazione: l’ascolto e il saper mettersi in discussione, insieme all’accettazione delle proprie responsabilità, l’ammissione dei propri errori o delle proprie colpe, ecco che il fermento dell’incomprensione, inevitabilmente, si fa sentire.

Considerazioni

C’è un futuro per tutti la fuori, il sole e le radici di una buona pianta permettono al fusto e ai rami di crescere rigogliosamente solo quando si è in grado di comprendere qual è il terreno giusto per noi ma anche quello necessario per gli altri, rispettandolo per entrambi.

Previous articleGiochi simpatici da fare con gli amici a Natale e durante l’anno
Next articleBallerine scarpe moda di tendenza autunno inverno 2022 2023 tutti i modelli più belli
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.