L’importanza delle previsioni aziendali

L’importanza delle previsioni aziendali
L’importanza delle previsioni aziendali

Chiunque voglia fare impresa deve tenere bene a mente che dovrà certamente affidarsi a delle previsioni aziendali ben studiate. I momenti di incertezza e di instabilità possono essere contrastati, e si riesce a superarli soltanto grazie ad una razionalizzazione del processo imprenditoriale. Non di rado, le imprese, a prescindere dalla tipologia e dalla loro entità, vanno incontro ad un destino nefasto soltanto perché non sono state in grado di valutare attentamente il proprio futuro. Ma perché sono così importanti le previsioni aziendali? Scopriamolo insieme.

Applicazione generale

In linea generale, quando parliamo di previsioni aziendali dobbiamo pensare all’utilizzo di alcuni strumenti utili sia per valutare il mercato, sia per stabilire degli obiettivi specifici per l’azienda. Entrando nello specifico si potrebbe dire che queste rappresentano un supporto per quanto riguarda, per esempio, la pianificazione fiscale.

Questo per cercare di comprendere meglio, quali siano effettivamente, gli esborsi per imposte e tributi, nonché per godere di eventuali agevolazioni. Un errore in tal senso può nuocere gravemente alla salute aziendale di piccole e medie imprese.

Grazie a delle pianificazioni adeguate, è possibile anche ottenere degli strumenti ottimali per garantirsi delle condizioni di contrattazione con banche e fornitori positive. Questo permette di aumentare anche la fiducia di soci e investitori.

Performance dei collaboratori

Un altro valore aggiunto delle previsioni aziendali è quello di poter valutare attentamente le performance dei collaboratori anche grazie a consulenti del lavoro. Come fare? Monitorando il lavoro svolto, in relazione a quanto preventivato e, ovviamente, valutandone i risultati finali. In base a questi dati, possono essere prese delle decisioni importanti, quali le riorganizzazioni.

Stimare la domanda potenziale

Stimare la domanda potenziale di un prodotto nuovo, o di un servizio innovativo, è quasi totalmente un’attività basata su previsioni aziendali specifiche. Così facendo si può decidere anche quanto investire per l’azienda e in che modo farlo.

Costi indiretti e previsioni

Altro punto da valutare, non meno importanti dai precedenti e la previsione delle spese necessarie per i cosiddetti costi indiretti difficili da valutare se alla base non viene effettuata un’adeguata pianificazione. Immaginate di dover stimare le spese per le utenze, ad esempio, senza aver già pianificato il tutto. Il margine di errore si riduce di molto se vengono fatte preventivamente le valutazioni e le previsioni del caso.

Differenti tipologie di previsioni aziendali

Parlando di previsioni aziendali, andrebbe chiarito un aspetto essenziale, ovvero che ne esistono di tante tipologie. Il tutto ruota attorno al periodo di riferimento da dover analizzare; a seconda di quest’ultimo allora si potrà intraprendere la migliore tecnica di previsione.

Per esempio, si può parlare di budget, quando si fa riferimento a delle annualità (anno successivo): in questo caso, non è raro contraddistinguere il tutto in vari budget, a seconda della tipologia del settore di riferimento (commerciale, finanziario e così via).

Cos’è il Forecast aziendale?

Un altro termine molto diffuso per le previsioni è quello di “forecast”. Questo ultimo è utilizzato generalmente per parlare di bilancio con dati non a consuntivo, ma bensì previsionali (relativi agli ultimi messi dell’anno solare). Una previsione sull’anno in corso che si basa sull’ano precedente e sul valore attuale (in corso).

Sempre in ambito di previsioni, si parlerà spesso anche di pianificazione pluriennale: come lascia intendere l’espressione, si fa riferimento in tal caso ad un periodo maggiore, calcolato generalmente fino ai 5 anni.

Altre info utili

A prescindere da quanto detto, è utile anche sapere che le previsioni aziendali si basano sempre su dei dati analitici e qualitativi/quantitativi. Tra le tecniche più utilizzate, in tal senso, troviamo lo studio dei dati storici, lo studio di modelli statistici e intuizione. In quest’ultimo caso, sarà l’imprenditore la fonte principale di previsione delle future performance in quanto è lui che può effettivamente considerare intuitivamente alcuni fattori che possano influire sulle previsioni aziendali e sui dati globali citati.

Previous articleCredenza moderna: idee per arredare dando un tocco di raffinatezza alla tua casa
Next articleGalleria 55: moda arte e design si incontrano