Come avere una corretta igiene orale

Cari amici di Notizie in Vetrina, vi spieghiamo oggi come avere una corretta igiene orale. Molto spesso capita che nonostante consueti tre lavaggi dei denti dopo i pasti, incorriamo lo stesso in patologie della bocca o nelle fastidiosissime carie dentali. Come mai avviene questo? Probabilmente perchè anche se vi è stata insegnata la buona abitudine di lavarvi i denti, non sapete come farlo correttamente. Qui di seguito spiegheremo allora come farlo nel modo giusto, secondo i consigli di un igienista dentale. In primis, prima di usare lo spazzolino da denti, va sciacquata la bocca con mezzo bicchiere d'acqua, per espellere eventuali residui di cibo, che altrimenti potrebbero essere spinti tra dente e dente e lesionare le gengive durante lo spazzolamento.

Quale acqua usare per lavarsi i denti?

Si consiglia di usare acqua potabile, perchè quella del lavandino potrebbe essere molto carica di calcio, e rilasciare negli anni dei depositi calcarei sui nostri denti. Dopo aver effettuato questo rapido passaggio, è il turno del filo interdentale, che va passato con cura e senza troppa forza tra gli spazi dentali. Una volta che siamo sicuri che non ci sia nessun residuo di cibo incastrato nelle fessure, possiamo passare alla fase dello spazzolamento, che deve avvenire senza dentifricio nei primi passaggi. Ricordiamo che contrariamente a quanto suggerisce la forma della dentatura, i denti vanno lavati con movimenti verticali, e non orizzontali, morbidi, e senza lesionare le gengive.

Quanto dentifricio usare?

Se usassimo il dentifricio per tutta la spazzolatura, a lungo andare comprometteremo lo strato superficiale dello smalto, permettendo ai batteri di attecchire sulla dentina con una facilità maggiore a quella normale. Tuttavia se non venisse usato affatto, i denti si ingiallirebbero già dopo le prime settimane, quindi dovremo assicurarci di dare un'ultima pulita alla nostra bocca nella fase finale della pulizia con l'ausilio di un dentifricio non aggressivo, con cui laveremo anche la lingua.

Come procedere in caso di gengiviti?

In caso di gengiviti o leggere infiammazioni del cavo orale, si può procedere infine con degli sciacqui a base di acqua e bicarbonato di sodio, o in alternativa ci si può affidare al classico colluttorio non alcoolico. Anche se la procedura sembra essere lunga e complessa, il lavaggio deve durare in totale non più di 7 minuti. In questo modo potrete stare tranquilli per quanto concerne i vostri denti, che con molta probabilità resteranno sani e forti anche con soli due lavaggi giornalieri, escludendo quello del dopo pranzo, che può essere efficacemente sostituito masticando una gomm​​a al fluoro. Infine una corretta alimentazione con riduzione di zuccheri e dolciumi può rivelarsi utile a titolo preventivo, evitare, in particolar modo l'uso di caramelle e dolci prima di coricarsi e se possibile dopo il loro consumo di dolci lavare i denti

Written By Mirco Angelosante

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *