Cucina per famiglie alla ricerca di spazio e funzionalità

La cucina rappresenta spesso il fulcro domestico: il luogo in cui si cucina si consumano i pasti, si realizzano lavori di vario genere, si studia. La cucina al giorno d’oggi rappresenta il cuore della casa, il luogo in cui si trascorre gran parte della vita quotidiana di molte famiglie.

 

Cucina per famiglie alla ricerca di spazio e funzionalità

 

Per questo motivo il  ruolo della cucina sarà supportato da funzionalità e, qualora possibile, capienza. Se la grandezza della cucina non rende possibile lo svolgimento delle funzioni domestiche quotidiane ad essa riservata, una soluzione di base, consiste nell’integrarla in altri spazi domestici come il soggiorno o la sala pranzo: annettendo altri ambienti, si riesce a creare un armonico spazio da vivere. Talvolta “budget ristretti” ci obbligano a ristrutturazioni a risparmio e arredi con mobili di recupero o riciclo, ma l’importante è rendere comunque gli arredi della casa funzionali.

 

Cucina per famiglie alla ricerca di spazio e funzionalità
Cucina per famiglie alla ricerca di spazio e funzionalità

 

Per le famiglie spazio e funzionalità legate al concetto di cucina sono indispensabili, motivo per cui talvolta è meglio rinunciare al tradizionale concetto di cucina chiusa specie se si vive in appartamenti cittadini di metrature limitate, ciò nonostante pur integrando la cucina in altri contesti, si può tranquillamente mantenerne un autonomia visiva e funzionale, integrandola per linee e colori al contesto.

 

Ampliamento cucina

Per ottenere un ampliamento della cucina si dovrà operare delle ristrutturazioni più o meno invasive, demolendo tramezzi o realizzando grandi aperture quadrate o ad arco. E’ bene pianificare su piantina le modifiche da realizzare e studiare a tavolino la nuova disposizione dei mobili e delle strutture murarie.

Se si vuol operare in economia si potrà abbattere con estrema facilità i tramezzi avendo cura di isolare cavi elettrici e eventuali tubature, senza andare ad agire sulla parete che ospita il lavello e d il piano cottura, in questo modo si riducono i costi e le operazioni di ristrutturazione. Eliminate le pareti si potrà estendere la cucina, collocare la zona pranzo nel salotto stesso, inserire un eventuale piccola penisola destinata alla sola colazione a alla funzione di piano d’appoggio. Qualora i due pavimenti siano differenti, si potrà optare per un parquet incollato sopra, una nuova pavimentazione, o semplicemente per una soglia larga che delimiti le due zone.

 

Quanto deve essere grande una cucina?

Soluzioni di questo tipo rendono meno esasperati spazi angusti determinati da piccoli ambienti separati, come ad esempio una mini cucina e un piccolo soggiorno, i quali, uniti insieme, offrono più respiro e soluzioni maggiormente gradevoli come quella in foto. In ambienti di dimensioni sufficienti si può spaziare nella scelta dei colori di pavimenti, pareti e arredi, mentre in spazi ridotti è consigliabili optare per cucine, mobili e strutture murarie dai colori chiari, dilatando gli spazi in modo naturale.

Ti potrebbe interessare:

Sharing is caring!

 

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.