Primo trapianto di cuore da donatore deceduto in Europa

0
31
 
Credi foto Cardiopepole.com
Credi foto Cardiopepole.com

Notizie in Vetrina oggi vi porta una news molto interessante in ambito medico, che può dimostrare in pieno quanto la medicina moderna stia facendo passi da gigante. E’ stato effettuato il primo trapianto di cuore da donatore deceduto in Europa. Nel Cambridgeshire, più precisamente nel Papworth Hospital, un uomo di 60 anni ha ricevuto un trapianto di cuore. Fin qui nulla di stupefacente. Benchè siano rari i trapianti cardiaci sono un tipo di intervento che ha molti precedenti. La particolarità di questa operazione chirurgica è data dal fatto che il cuore ricevuto dal signor Huseyin Ulucan di Londra, è un cuore fermo, non battente, ovvero prelevato da un cadavere. Il cuore non è stato tenuto in ghiaccio come si fa di consueto, ma in una soluzione conservante, ad una temperatura simile a quella corporea. In circa 50 minuti i chirurgi sono riusciti a riattivare il battito tramite la simulazione di un circuito circolatorio artefatto.

Un mese dopo il trapianto…

Dal giorno dell’operazione è trascorso un mese, e il signor Huseyin Ulucan si sta riprendendo bene. “Sto bene. Prima del trapianto riuscivo a malapena a camminare, la mia vita era difficilissima. Ora mi sento ogni giorno più forte ed oggi sono andato a piedi in ospedale per un controllo senza nessun problema”.
Queste sono le parole rilasciate con un’intervista alla BBC da lui stesso. Stephen Large, il medico chirurgo che ha eseguito l’intervento si è rivelato particolarmente sorpreso e soddisfatto del risultato del suo operato, ed ha commentato positivamente: “Così potremo aumentare in maniera significativa il numero totale di trapianti di cuore che si fanno ogni anno, salvando centinaia di vite”. Il successo dell’ operazione sicuramente rivoluzionerà il campo medico dei trapianti. Anche in Italia qualche temo fa abbiamo potuto assistere ad un trapianto di un organo di un organo da un donatore defunto, soltanto che si è trattato di un polmone, più facile da trattare.
Grazie a questa innovativa tecnica, il trapianto può avere un successo maggiore del 30%/40% secondo le stime dei medici. Ora non ci resta che aspettare e vedere come si evolve la situazione clinica del signor Huseyin, e augurargli buona fortuna per il suo decorso post operatorio.

Written by Mirco Angelosante

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.