I nostri amici animali ci regalano tanto affetto e compagnia, ma al tempo stesso, necessitano di essere nutriti, lavati accuditi e qualora necessario portati dal medico, ossi dal veterinario. Come detrarre le spese veterinarie dei nostri amici animali?

Come detrarre le spese veterinarie dei nostri amici animali
Come detrarre le spese veterinarie dei nostri amici animali

Cani e gatti hanno bisogno delle normali vaccinazioni annue, e talvolta di cure aggiuntive qualora si ammalino o sia affetti da qualche patologia specifica, esattamente come gli esseri umani. Ecco che dunque il nostro caro animale viene a gravare, talvolta anche in modo oneroso, sul nostro budget familiare. 

 

Come detrarre le spese veterinarie dei nostri amici animali

Sebbene lo scorso anno si sia verificato un tentativo, da parte del Governo, di far passare gli animali come un bene di lusso, il sistema fiscale Italiano prevede la possibilità di scaricare e detrarre,  una parte delle spese mediche e farmacologiche, destinate ai nostri animali. Non dimentichiamoci che oltre a chi acquista animali costosi con tanto di pedigree in allevamenti eccellenti, c’è anche chi adotta cuccioli o animali adulti togliendoli dai canili, così come chi si sobbarca intere cucciolate di gattini nati magari per caso nel proprio giardino.

Questo tanto per dire che, sebbene un animale possa gravare sui costi domestici, è altresì vero che spesso lo fa in maniera differente in base al tenore di vita della famiglia in cui vive. C’è chi compra scarpe firmate e chi si veste acquistando capi d’abbigliamento al mercato, chi mangia caviale e chi pane e mortadella…tanto per rendere l’idea, in questa realtà rientrano gli uomini e ovviamente i loro amici a due o quattro zampe. 

Ma com’è ovvio tenere un animale in casa significa anche, garantirgli una vita decorosa, nutrirlo, curarlo ed accudirlo. Quindi premesso tutto ciò approfittiamo delle detrazioni fiscali, che seppur minime, ci aiutano un po’ a far quadrare il bilancio familiare, sempre più a rischio, per via dell a crisi economica che ha colpito il nostro paese.

Detrazioni fiscali animali: normativa

Secondo le normative vigenti si potrà dedurre il 19 % delle spese mediche e farmaceutiche sostenute per l’animale,  sarà possibile detrarre le somme che eccedono i 129,11 euro, tutto ciò nel limite massimo stabilito di 387,34. 

Questi valori elencati, con la legge fiscale del Governo Monti, hanno subito una riduzione del 5 % e salvo ulteriori modifiche, dovrebbero subire un ulteriore riduzione prevista per il 2014, del 20 %. Comunque sia possiamo ancora, spero per un bel po’ detrarre le spese mediche dei nostri animali. Sono esclusi da queste detrazioni, gli animali allevati  negli allevamenti, mentre usufruiscono di uno sgravio totale gli animali ad uso medico terapeutico come ad esempio i cani da guida per i non vedenti.

 Per poter beneficiare di tale detrazione, bisognerà presentare nella denuncia dei redditi (modello unico o 740), relative fatture veterinarie per prestazioni e scontrini farmaceutici attestanti l’acquisto dei farmaci. 

La compilazione dovrà avvenire nella sezione I° di tale moduli.

Sebbene non sia una gran cosa, è sempre meglio di nulla, capisco che per chi sostiene ingenti costi per il proprio animale, uno sgravio fiscale in questi termini non aiuta molto, ma quantomeno si riesce ad alleggerire un pochino i costi. Infine, per chi come me si ritrova in casa o in giardino, involontariamente, una bella nidiata di gattini con mamma al seguito, che inevitabilmente diverranno parte integrante della famiglia, sappia che può denunciare gli animali, in quanto numerosi, come colonia, recandosi in comune,precisamente alla ASL, in questo modo ci si potrà avvalere di cure mediche e vaccinazioni, per i propri piccoli amici animali in modo gratuito, grazie al comune.

Ti potrebbe interessare

Vivere con gli animali: 5 consigli utili

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.