Euphorbia Pseudocactus pianta grassa a fusto

0
86

L’Euphorbia Pseudocactus è come dice il nome un cactus che può raggiungere un metro e mezzo di altezza e oltre, ben strutturato e ramificato, dall’aspetto estetico gradevole, è una pianta grassa originaria dell’Etiopia.

I rami o fusti, sono completamente privi di foglie, presentano da 3 a 5 costolature e  numerose spine disposte a coppie della lunghezza di un  centimetro circa. I fusti possiedono un diametro variabile dai 3 ai 5 centimetri con strozzature  che si susseguono lungo il fusto ad intervalli regolari. Sui fusti sono presenti delle caratteristiche macchie a ventaglio di color verde chiaro tendente al giallo, molto decorative.

Ama le posizioni soleggiate molto luminose, fino a sole pieno. Se coltivata in casa necessita di una temperatura tra i 18 e i 22 °C questo per tutto il periodo vegetativo. Durante il riposo invernale  la temperatura ottimale può variare dagli 8°C ai 22°C.

 

 

3789330608_b31472fa9d.jpg

 

 

 

Richiede innaffiature moderate dalle primavera fino ad autunno inoltrato, avendo l’accortezza di lasciar asciugare la miscela  di 2/3 prima di innaffiare nuovamente.

A metà autunno interrompere le  innaffiature evitando solo che la miscela dsi inaridisca troppo.

Durante il periodo vegetativo l’Euphorbia pseudocactus necessita di concimazioni quindicennali, mentre la miscela di coltivazione deve risultare molto permeabile.

La composizione ottimale del terreno ospitante dovrà essere composta da 1 parte di terriccio, 1 parte di torba e 2 parti di sabbia, mentre sul fondo del vaso avremo cura di stendere uno strato drenante (cocci, ghiaia, argilla). La pianta va rinvasata ad ogni primavera, fino a raggiungere i 20 cm di diametro del vaso ospitante.

La propagazione dello Pesudocactus può avvenire sia per talea che per seme.

Per attuare una talea recidere un ramo apicale e immergerlo in acqua fino ad arrestare la fuoriuscita del lattice, spruzzare la pianta madre per arrestare la stessa uscita lattiginosa sul fusto reciso. Lasciare asciugare il taglio per 2 o 3 giorni e procedere all’impianto della talea in una miscela  composta da sanbbia e torba in parti uguali.

Esporre a luce media e in luogo riparato con luce filtrata, e bagnare poco. Le malattie che possono colpire l’Euphorbia sono principalmente di natura parassitaria ed andranno trattate con antiparassitari specifici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.