Internet: come funziona e in che modo si creano i collegamenti

Siti web Milano
Web agency realizzazione siti web Milano: sito e brand

Internet è concepita come una “rete primaria” che si avvale dell’utilizzo di una serie di reti secondarie, le quali possono staccarsi da Internet e vivere “vite indipendenti” e al contempo riunirsi alla rete principale.

Ogni volta che si usa un PC  per collegarsi alla rete alla ricerca di informazioni, senza che ce ne rendiamo conto si può essere rimbalzati in varie parti del globo tramite rete, finché non raggiungiamo la destinazione ricercata.

Internet: come funziona

Il collegamento si crea quando un PC effettua un collegamento contenente, oltre ai dati specifici l’indirizzo il controllo di errore ed altre informazioni utili tramite una rete LAN un collegamento su  “rete locale”, oppure tramite modem che collega via telefono a un altro modem che è collegato direttamente sulla rete,(in ambedue i casi  vengono richiesti dei dati che si trovano immagazzinati in internet).

La rete host, effettua un collegamento su un’altra linea utilizzando una rete vicina. A questo punto entrano in gioco i Router, dei dispositivi presenti sulle reti che mettono in collegamento reti diverse esaminando la “richiesta” e individuando a quale altra parte di Internet sia indirizzata, poi sulla base del traffico esistente e dei collegamenti disponibili nelle varie reti e parti di reti, individua  e determina il percorso migliore per far giungere la richiesta  a destinazione.

Ruter e LAN

Le reti presenti in una stessa regione sono raggruppate in una rete definita “di livello intermedio”, quando la richiesta è indirizzata ad un sistema della medesima rete il Router la invia direttamente a destinazione, tutto questo sistema è supportato, oltre che da linee telefoniche, anche attraverso collegamenti definiti ad alta velocità quali: fibre ottiche e collegamenti a microonde. Una variante alla rete “geografica” Lan tradizionale è il collegamento ottenuto via satellite.

Mentre le richieste viaggiano in rete in un insieme di “protocolli” vengono  creati dei “pacchetti dati” i quali oltre a contenere i dati stessi contengono l’indirizzo il controllo di errore e tutte quelle informazioni necessarie a far giungere a destinazione la “richiesta”. La “destinazione della richiesta” non si trova nella rete di livello intermedio ne sulla Wan della rete host, il Router invia la richiesta alla “network access point”  NAP, a questo punto il percorso in Internet può seguire qualsiasi dorsale, costituita da un insieme di reti  che collegano super computer molto potenti (National Science Foundation), la richiesta lungo la rate può passare attraverso ripetitori  up bridge e gateway.

I ripetitori e la rete

I ripetitori hanno la funzione di amplificare e rinfrescare il flusso dei dati che tendono a deteriorarsi in rapporto alla lunghezza del viaggio che compiono, in questo modo si possono raggiungere pc in qualunque parte del globo.

  • Hub: Servono a “creare un collegamento” collegare le reti LAN tra loro in modo da consentire il passaggio dati da una rete all’altra.
  • Gateway: “traducono i dati da un tipo di rete all’altro” come ad esempio da una rete Netwere ( sistema DOS) ad una rete Banyan Vines che basa il suo funzionamento sul sistema Unix.
  • Bridge: Collegano le varie LAN consentendo il passaggio dati da una rete all’altra.

Quando, dopo questo lungo e veloce viaggio, “la richiesta” giunge a destinazione, vengono letti i “pacchetti dati” degli indirizzi e della correzione di errore, a questo punto il computer remoto intraprende “l’azione”, esegue un programma o rimanda notizie o dati al pc che ha formulato la richiesta, oppure invia un messaggio tramite Internet.

Rete e dorsali

La rete nel suo insieme è un po’ effimera in quanto alcune parti di essa come i super computer che ne formano la dorsale, sono sempre presenti fisicamente, mentre i collegamenti variano di volta in volta senza una cablatura prefissata.

* Il World Wide Web è la parte del web in continua crescita, quando si sfoglia il web incorriamo in “home page” multimediali composte da testo grafica e contenuti audio e video (multimediali), il web utilizza collegamenti ipertestuali, i quali ci consentono di saltare da una parte all’altra del web, il  linguaggio tramite il quale si sviluppa il collegamento ipertestuale  e la visualizzazione di pagine web, siti e blog, si chiama “Hypertext Markup Language” la cui sigla con cui è conosciuto  è HTML.

Il web è basato su di  un modello in cui  un computer locale gira un software client definito client-server. Il software server gira su di un computer host del web. Per usare il web, bisogno creare  in primo luogo, un collegamenti internet, e poi lanciare il browser di utilizzo:

Si scrive  l’ URL di un sito che si vuole visitare oppure si clicca su di un collegamento che ci permette di accedere al sito in questione, il browser invia la richiesta di URL tramite HTTP, il quale definisce il modo in cui il server web e il browser comunicano l’uno con l’altro.

Cos’è un URL

L’URL è composta da varie parti che vedremo qui di seguito:

  • Http:// o https (con certificato di sicurezza) indica quale protocollo di Internet utilizzare
  • la seconda parte (in genere www), indica il tipo di risorsa deve essere contattata.
  • la terza parte (esempio, casa.it) serve ad identificare il server Web che deve essere raggiunto, la parte finale specifica la directory sul server.

Una volta inviata la richiesta in Internet viene esaminata dai router per stabilire a quali server  Web è indirizzata, quest’ultimo riceve la richiesta tramite protocollo http ed individua lo specifico documento richiesto, il server trova l’ oggetto richiesto che può essere una home page, un documento etc. li invia al browser e finalmente avremo la visualizzazione sullo schermo del computer.

Ti potrebbe interessare

Entro l’estate finiranno gli indirizzi IP addio Internet?

 

Previous articleChangò: 4 dicembre el dia de Changò
Next articleComputer e virus

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.