Piantaggine minore o plantago media “piante medicamentose”

5744242864_6b5385e43f.jpgSi tratta di una bella piantina con proprietà mediacamentose comunemente presente nei campi, appartenente alla famiglia delle Piantaginaceae. La specie vanta circa una  sessantina di esemplari di diverso tipo. Piantaggine minore il cui nome botanico è “plantago media”  presenta radice a forma di fuso e numerose radicchette annesse. Le foglie sono basali disposte a rosetta, di forma ovale (ellittica) caratterizzate da evidenti nervature. il colore delle foglie è verde intenso leggermente lucido satinato. lo scapo è piccolo, pubescente e molto fragile, in cima ad esso si trovano i fiori disposti su spighe. presentano calice tetrasepalo e corolla tetrapetalo i cui petali risultano leggermente acuti. Le antere sono di color bianco lilla, mentre il frutto della piantaggine è una semplice capsula a due loculi a pisside, contenente, al suo interno,  semi di forma ellissoide. molto comune come pianta è infestante nei prati e nei terreni, nelle colline e sulle cime montuose. lo scapo può raggiungere i 10 centimetri di altezza e generalmente si raccoglie in primavera, fino ad estate inoltrata.

 

Piantaggine caratteristiche medicamentose e costituenti

 

459318316_ae07068bd0.jpgLa piantaggine la si trova un po’ ovunque, si raccoglie preferibilmente nel periodo primaverile e le parti più utilizzate sono senza dubbio le foglie.

le sostanze in esse contenute sono: tannino, aucubina, pectina, acidi sali, saponina e gomma, vitamine A, C e K.

Le proprietà terapeutiche di questa pianta sono: astringenti e depurative, oftalmiche e vulnerarie.

le modalità d’uso variano si può utilizzarla in sciroppo, decotto, acqua distillata o estratto molle.

Utilizzo

una caratteristica d’uso molto importante è quella di porla sotto forma di pestato, sulle ferite, in quanto è un ottimo emostatico e coagulante; inoltre si utilizza come collutorio (colluttorio), nel mal di denti data l’alta percentuale di tannino e come collirio sotto forma di acqua distillata  per gli occhi e le infiammazioni. Per le escoriazioni è molto utile la preparazione di un unguento che ne favorisce la guarigione. E’ un rimedio efficace contro le infiammazioni delle vie respiratorie. ottimo rimedio anti pruriginosi da utilizzare su punture d’insetto.

Le foglie giovani e tenere sono commestibili e possono essere utilizzate in fresche insalate sia sole che miste ad altre erbe.

 

2466640436_af019732b3.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *