Come ottenere un bonsai da talea

Bonsai da talea
Bonsai da talea

Molte persone appassionate di bonsai, amano coltivare, potare, e formare questi piccoli alberi in miniatura. Ma quali sono le tecniche per riprodurre un Bonsai?

La tecnica di riproduzione dei bonsai si avvale di due sistemi di base: da seme o da talea. Il vantaggio della seconda tecnica consente di ottenere delle piante, in minor tempo e soprattutto di poter scegliere un esemplare valido da cui trarre la talea che darà vita la nuovo bonsai. Esiste anche la tecnica Yamadori che consiste nel procurarsi un alberello in natura cresciuto in situazioni non favorevoli e formatisi in modo naturale come un Bonsai.

Come ottenere un bonsai da talea

Le talee si possono ottenere da foglia, da radice e da ramo ed in questo caso utilizzeremo una talea di ramo giovane che possieda un piede di legno vecchio che farà capo ad un ramo legnoso più grande e vecchio. Gli alberi che si prestano maggiormente alle talee di ramo per ottenere un bonsai sono gli aceri, sia bianchi che giapponesi (rossi), i cipressi adatti per realizzare boschetti e gruppi, le azalee che vi regaleranno delle splendide fioriture, il ginepro con delle belle bacche profumate, il carpino ed i salice on portamento ricadente. Vediamo come ottenere un bonsai da talea in maniera semplice ed efficace.

Talea per creare un bonsai

La talea per creare un bonsai, andrà recisa con una parte di piede e le foglie presenti sul ramo andranno eliminate lasciandone solo alcune nella parte alta in maniera da assicurare maggior nutrimento alla piantina. Il terriccio da utilizzare sarà soffice e torboso, misto a sabbia e a ghiaia fine. L’umidità andrà mantenuta costante inumidendo il terreno e applicando dei sacchetti in plastica trasparente.

Le talee potranno essere immerse in ormoni radicanti per favorirne la radicazione. E’ meglio utilizzare un vaso per ogni talea o vasi rettangolari a cassetta per più talee. Considerate che non tutte le talee prenderanno quindi fatene in numero maggiore rispetto agli alberelli che volete ottenere. La talea andrà tagliata con delle cesoie o meglio ancora con un coltellino affilato. Il piede di legno vecchio della talea, andrà rimosso solo al moneto in cui inseriremo la stessa nel terreno.

  • La temperatura ideale per la radicazione è di 18 / 22 °C ma andranno bene anche temperature leggermente inferiori ma non al di sotto dei 16 gradi. Quando le talee avranno radicato potranno essere trapiantate in vasi singoli e si inizierà la preparazione del bonsai iniziando a formarlo nel modo in cui si desidera anche in relazione alla tipologia di pianta.

Ti potrebbe interessare:

Talee per bonsai

Bonsai

Credit foto

forum.hawahome.com

wikipedia.org

Previous articleCome si preparano delle Mini Cheescake ai frutti di bosco
Next articleSettimana Santa, ricette e piatti verdi di grano per i sepolcri