Come scegliere le luci per esterno: 5 regole di base

2
Come organizzare il giardino di una villetta

Torniamo a parlare di illuminazione e in questo caso di luci per esterno, vedremo come scegliere le luci per esterno in funzione del loro utilizzo, del consumo e della posizione adottata. Le 5 regole di base per operare una giusta scelta sono semplici e fondamentalmente poche.

 

Come scegliere le luci per esterno: 5 regole di base

 

Consideriamo che l’illuminazione dell’area esterna della casa, giardino, terrazzo etc, è necessaria per motivi di sicurezza e per facilitare il transito notturno da parte di chi abita. Utile per scoraggiare i malintenzionati ma anche necessaria per creare ambienti suggestivi, pratici e di grande effetto, con un impatto visivo talvolta veramente notevole.

Come organizzare il giardino di una villetta

5 regole di base per scegliere ed illuminare il giardino

  1. Iniziamo dal tipo di luce da scegliere sottolineando che trattandosi di apparecchi elettrici necessitano di protezione considerando che vengono posti all’esterno e sottoposti ad intemperie ed umidità. La protezione dovrà essere per i lampioni da almeno 44 IP, mentre per le luci ad immersione, quelle che si utilizzano per l’illuminazione di piscine, laghetti e fontane è necessario che la protezione sia almeno da 67 IP.
  2. Scegliere preferibilmente lampade che siano a basso voltaggio predisponendo una linea elettrica a parte. Il lavoro di strutturazione della linea sarà ampiamente ripagato con il minor consumo di corrente elettrica, questa regola di base non andrebbe mai trascurata.
  3. Nelle zone del giardino in cui non arriva la corrente elettrica, situazione che si verifica spesso in spazi molto estesi, è possibile avvalersi dell’installazione di apparecchi che sono corredati da pannelli fotovoltaici in grado di alimentare la luce stessa.
  4. La penultima regola di base riguarda le zone a transito ridotto creano ampio spreco di luce inutilizzata per questo motivo è consigliabile installare delle luci temporizzate che si accendono al passaggio delle persone grazie ad un rilevatore di presenza che risulterà essere di grande comodità. Una volta passate le persone la luci si spegne in automatico dopo pochi secondi.
  5. Ultima regola e consiglio tenete conto della metratura da illuminare delle varie zone ed uso delle stesse e pianificate l’illuminazione del giardino o del terrazzo prima di iniziare ad acquistare i vari materiali. in questo modo ottimizzerete ogni singolo dettaglio creando zone ampiamente illuminate per pranzare o svolgere attività di svago, e zone in penombra per il relax, infine zone di passaggio dotate con illuminazione provvisoria temporizzata.
  6. Importante dunque l’illuminazione di tutte le aree si interna che esterna: giardino, terrazzo, ingressi, viali, piscine.

Gli interruttori crepuscolari e l’illuminazione esterna

Gli interruttori crepuscolari sono molto utili per l’illuminazione esterna, la loro accensione avviene in maniera automatica grazie ad alcuni dispositivi ad essi collegati che catturano la luce naturale percependone la sua insufficiente illuminazione, ciò rilevandola attraverso un sensore in grado di misurarla. Quando il sensore rileva un livello troppo basso di illuminazione naturale lo segna al circuito il quale da il via all’illuminazione artificiale accendendo le luci.

Gli interruttori crepuscolari sono commercializzati in varie versioni anche in relazione al tipo di impianto in cui si andrà ad inserire e in rapporto al tipo di cavi presenti e al tipo di corrente in termini di quantità che li attraversa.

Alcuni concepiti per essere installati nei quadri elettrici sono corredati da una sonda esterna in grado di rilevare l’intensità della fonte luminosa naturale.

Ti potrebbe interessare:

  1. Casette in legno per mille usi: come sceglierle

Le nostre case hanno necessità di essere arredate sia internamente che esternamente, se abbiamo la fortuna di avere un piccolo o grande giardino avremo di sicuro la voglia e la necessità di arredarlo. Le casette da esterni in legno, rivestono un ruolo…[clicca sul titolo e continua a leggere]

  1. Recinzione bassa da aiuola e giardino

I giardini sono spazi da vivere in armonia ma anche un piccolo mondo verde da arredare. Oltre alle innumerevoli piante che possiamo inserire sia in terra che in vaso, dobbiamo considerare una serie di accessori … [clicca sul titolo e continua a leggere]

 

Previous article4 anni di sviluppo arriva Auro: a monster-bumping adventures
Next articleCome abituare il gatto a fare i bisogni nel Water: 5 passi
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.