Questa pianta appartiene alla famiglia delle Umbelliferae, si tratta di una pianta erbacea biennale con radice fusiforme bianca e di consistenza spessa. Velenosa in tutte le sue parti, con fiori bianchi e foglie dentate verdi, sembra sia l’erba responsabile della morte di Socrate condannato a morte tramite infuso di cicuta maggiore

Cicuta Maggiore “Conium maculatum”

Fiori bianchi ad ombrello e foglie verdi dentate, non difficile da riconoscere. Si tratta di una pianta a crescita spontanea, biennale, che può raggiungere anche i due metri di altezza. Presenta caule cilindrico e ramoso fistoloso di color verde chiaro con caratteristiche punteggiature color rosso. Si adatta a climi di vario genere, non teme il freddo, ama luoghi freschi, cresce in campagna ma anche ad alte quote fino a 1800 metri. 

La Cicuta maggiore presenta foglie basali con picciolo la pagina superiore è verde mentre inferiormente e di color verde chiaro, le foglie sono pennate mucronate e dentate, molto simili a quelle del prezzemolo. Presenta anche foglioline “caulinari” con picciolo ridotto alla sola guaina.

Foglia cicuta Conium maculatum

I fiori di Cicuta sono numerosi e di color bianco riuniti in ombrelle da 10  a 20 raggi. Il frutto presenta forma ovoide ed è un diachenio, all’interno presenta dei semi percorsi da un piccolo solco. Talvolta viene confusa con il prezzemolo selvatico, ma realmente possiede un odore sgradevole, altamente caratteristico.

Cicuta Maggiore e utilizzo

La pianta è comunemente presente nei terreni incolti, sia in pianura che in montagna nonché nelle località vicine al mare. La raccolta avviene in estate le parti comunemente utilizzate sono le foglie. La pianta contiene diversi principi: alcaloidi, la nota cicutina, sali, metilconicina, conidrina, pseudoconidrina, gomma, pectina, resine, carotene, ed infine acido caffeico e acetico.

Sebbene la pianta venga utilizzata per preparati curativi è bene sapere che si tratta di una pianta velenosa in tutte le sue parti tanto che anche ingerire carni di animale che si è cibato di cicuta può avere effetti nocivi anche gravi. Generalmente gli erbivori nostrani, non si avvicinano a questa pianta perché in modo spontaneo e naturale ne avvertono la pericolosità. 

Proprietà

La Cicuta presenta proprietà analgesiche e antinevralgiche, inoltre è un anti spasmodico e un galattofugo.

Modalità d’uso

  • Viene utilizzato in polvere, sciroppo, tintura, oleolito, estratto fluido, liparolito.
  • La pianta è velenosa è possiede azione paralizzante agendo sulle giunzioni neuromuscolari, ma una volta secca è meno tossica, ma pur sempre pericolosa, quindi va preparata ed utilizzata con attenzione.
  • La preparazione omeopatica sotto forma di tintura è largamente utilizzata per curare le malattie della prostata e l’arteriosclerosi.

Cicuta Virosa (variante)

Cicuta Virosa

Vengono facilmente confuse l’una con l’altra. La Cicuta Virosa è molto simile alla maculata, presenta fiori piccoli racchiusi ad ombrello e foglie sottili; ed è anch’essa velenosa.

Predilige zone umide dove vi è presenza di acqua per questo viene denominata anche Cicuta acquatica; è una pianta perenne. Facile trovarla negli acquitrini o in prossimità di corsi d’acqua.

Come la Cicuta maculata causa problemi respiratori, spasmi e convulsioni, vomito, dolori addominali, la sua ingestione può causare la morte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.