Google cambia di nuovo gli algoritmi: tornano i guai

Google è ad oggi, senza ombra di dubbio, il motore di ricerca più popolare di tutta la  rete.

Nella società mediatica in cui il web è  diventato uno strumento insostituibile sia per quel che concerne il lavoro,  lo studio e lo svago  i motori di ricerca acquisiscono un ruolo fondamentale e con essi tutta la compagini di siti web blog e testate giornalistiche ad esso connesse.

 

 

google.png

 

 

Rimane il  fatto che questo motore di ricerca rappresenta la rete non come essa è realmente, ma rielaborata attraverso un sofisticato algoritmo di ranking che permette di  indicizzare  i relativi ed affollati  contenuti in base alla loro popolarità ovviamente sempre secondo Google.

Ciò non toglie che non sempre popolarità e qualità vadano di pari passo, benché si decanti la cosa inversa, motivo per cui ad ogni cambio di algoritmo si verificano delle oscillazioni anche del 30 %,  più il sito o il blog è ricco di contenuti multitematici più e facile incorrere in un calo di visualizzazioni.

Talvolta risulta, quasi paradossalmente, più utile eliminare post meno popolari sebbene di qualità, in quanto è certo che le informazioni, o i siti , a parità di ricerca effettuata  nel web, che Google reputa  più interessanti, appaiono nelle prime pagine di ricerca, mentre tutti gli altri vengono relegati nel cosiddetto  limbo elettronico destinato alle ultime pagine dove nessuno li consulterà.

Per questo motivo da un giorno all’altro vi sarete visti slittare verso l’alto i post più popolari del vostro blog e sparire o diminuire sensibilmente il numero di visitatori di post meno “popolari”.

I piccoli blog o siti spesso neanche si accorgono di oscillazioni di questo tipo se la qualità dei contenuti è discreta ben più seria si fa la cosa per siti web o blog con alto numero di visitatori, e con più categorie ed indirizzi tematici, ma fortunatamente e generalmente, il sito di qualità riesce in breve tempo (circa una settimana o poco più) a risistemare le carte in tavola.

In sostanza è un po’ come ricominciare, ma  non da zero,  come diceva  il grande Troisi: ” ricominciare da tre”.

Quindi forza e coraggio e scrivete di più e vi consiglio di andarvi a leggere questo su Wikipedia.

Sharing is caring!

 

8 Commenti

    1. notizie in vetrina

      Guarda  che la classifica è vecchia non è stata più aggiornata da mesi e non credo che lo sarà più fino al trasferimento….ho segnalato la cosa ma mi è stato detto che al momento non hanno
      tempo sono occupati a spendere energia èer la nuova OB

       

      Qunato agli algoritmi  diGOOle colpiscono ogni blog e ogni piattaforma sia in positivo che in negativo dipende da vari molteplici fattori 

       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.