Tra i 22 Arcani Maggiori, il XII è L’Appeso, di cui la parola chiave è il “capovolgimento”, in quanto viene raffigurato da una persona appesa a testa in giù. Preceduto dalla Forza e seguito dalla Morte, L’Appeso ha come pianeta corrispondente Urano la cui cifra pitagorica è rappresentata dal numero 4. Il suo elemento è l’aria, mentre la lettera ebraica è Lamed, il suo significato è “il braccio che si tende”, il simbolo esoterico “la morte violenta” ed il valore occulto “l’oscillazione”. IL nome divino dell’Appeso è Sadai.Si identifica con Diana la Dea della caccia, il suo amuleto è l’acquamarina, una pietra che emana una notevole sensitività psichica, un tempo indossata dalle maghe per accrescere veggenza e predizione.

Questo Arcano ricorda la figura del Tau ebraico. Nella tradizione del Tarocco egiziano rappresenta il Dio del Sole che muore sacrificandosi per il bene del mondo, mentre per i cabalisti corrisponde al loro 12 dogma, quello che corrisponde all’atteso Messia.

Indica l’insegnamento, la mutazione l’uomo che entra in contatto con Dio per trasformale il male in bene. Puo’ indicare una vocazione al sacerdozio, o alla clausura. Indica un sacrificio che si concluderà con risultato positivo, ma occorrerà attendere del tempo.

 

Se esce capovolta la Lama dell’Appeso sta indicare uno stato di immobilità, non realizzazione, amore non ricambiato, sofferenza. Persona facilmente influenzabile, poco carattere. Se esce abbinata al tre di spade (picche), indica la brusca eliminazione di una persona sgradita con pressioni e minacce. Puo’ indicare una perdita, vedovanza, debiti di gioco, comportamento poco corretto.

 

                                                                          Appeso

 

Foto Mara Mencarelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.