Parco Guell a Barcellona

0
283
Parco Guell e le sue bellezze artistiche

Situato nel cuore di Barcellona, Parco Guell, dichiarato dall’Unesco, patrimonio per l’umanità, realizzato da Antonì Gaudì, racchiude al suo interno un insieme di opere  in perfetta fusione con la natura, un giardino dove colori e linee si sposano perfettamente con tutto l’ambiente circostante facendo emergere nell’insieme quello che è considerato  uno dei più bei parchi del mondo.

 

Parco Guell a Barcellona

 

Parco Guell sorge in Spagna, a Barcellona,  fu realizzato intorno agli anni 20 e commissionato ad Antonì Gaudì nel 1903 da Eusebi Guell Bacigalupi. Fu realizzato in vari anni e a più riprese.

 

Parco Guell di Barcellona

La particolarità di Parco Guell, oltre alla bellezza e originalità delle opere realizzate al suo interno, consiste nella grande capacità artistica del suo autore nell’essere riuscito ad armonizzare perfettamente le opere con la natura, creando un’atmosfera fiabesca dove la bellezza dei mosaici, la scelta dei colori, la morbidezza delle linee rispettano completamente l’ambiente circostante fondendosi con esso. Un’ opera unica nel suo genere che non potrà che affascinare i visitatori.

Una meta imperdibile a Barcellona

 

Sicuramente una meta imperdibile per tutti i turisti che ogni anno decidono di visitare la splendida Barcellona. La visita al parco durerà diverse ore, questo perché la sua estensione è notevole ed il parco merita di essere visto e visitato nella sua totalità. Scegliete dunque il giorno ed il periodo più adatto per recarvi a visitare il parco Guell di Barcellona e sicuramente non ve ne pentirete ma rimarrete affascinati dalla sua unicità e dalla sua particolare e suggestiva bellezza.

 

 

 

Da parco Guell di Barcellona prese spunto l’artista Niki Saint Phalle che realizzò, in Italia, e precisamente in Toscana uno dei parchi artistici più belli: Il Giardino dei Tarocchi un altra opera artistica di grande valore e bellezza.

Continua  a leggere e scopri il Giardino dei Tarocchi in Toscana Italia:

Il Giardino Dei Tarocchi di Niki Saint Phalle

La Salamandra all’entrata del parco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.