La stagione calcistica in Europa è pronta a ripartire. Anzi, è già ripartita: prima ancora delle finali di Champions ed Europa League, avevano preso il via i preliminari delle due competizioni continentali, oltre ad alcuni campionati (Belgio, Scozia, Russia, per citarne alcuni). Qual è invece il programma delle cinque maggiori leghe europee?

L’emergenza coronavirus ha ovviamente portato ad una piccola rivoluzione rispetto alle date tradizionali, andiamo a ricapitolare quello che è l’attuale panorama continentale. Cerchiamo di individuare anche le possibili sorprese, oltre alle classiche favorite dai bookmakers, che mettono a disposizione degli utenti anche casino soldi veri su piattaforme all’avanguardia e sicure.

Premier League

In Inghilterra c’è stato l’aperitivo del Community Shield che ha visto di fronte il Liverpool, che ha riportato a casa la Premier League dopo 30 anni, e l’Arsenal, campione della FA Cup. Il campionato, però, ripartirà il 12 settembre, con oltre un mese di ritardo rispetto a quanto era stato originariamente previsto (8 agosto).

Le neopromosse sono l’ambizioso Leeds di Bielsa, il West Bromwich e il redivivo Fulham. Occhio al Chelsea, protagonista fino ad ora di una campagna acquista faraonica (Ziyech, Werner, Havertz, Thiago Silva, Chilwell) e soprattutto al Manchester City che punta al colpo grosso Messi. Praticamente invariato il Liverpool dei record di Klopp (ma la chiusura del mercato è lontana).

Il piatto forte della prima giornate è Liverpool-Leeds, occhio anche alla sfida tra Mourinho e Ancelotti in Tottenham-Everton.

Liga

Anche lo “start” della Liga spagnola è fissato per il 12 settembre. Si ripartirà col Real Madrid campione in carica coi favori del pronostico: i “blancos” stavolta dovranno guardarsi più dai cugini dell’Atletico, considerata la crisi profonda in cui è sprofondato il Barcellona che vede sempre più vicino il momento dell’addio di Messi.

Cadiz, Elche e Huesca sono le tre neopromosse, occhio all’ambizioso Siviglia di Lopetegui e Monchi, fresco vincitore dell’Europa League. Da segnalare anche il rientro in patria, dopo le esperienze al PSG e all’Arsenal, di Unai Emery, nuovo allenatore del Villarreal.

Ligue 1

Il campionato francese è già partito, lo scorso 21 agosto. Non c’è alcun dubbio sul fatto che il PSG sia la squadra “strafavorita”, soprattutto dopo che i parigini hanno acquisito ulteriore consapevolezza nei propri mezzi con la finale di Champions League.

Attesa anche per Rudi Garcia e il suo Lione: l’ex allenatore della Roma ha la possibilità di guidare l’Olympique dall’inizio della stagione, Depay è la stella di una squadra che punta, come sempre, anche sul fondamentale apporto del vivaio.

Marsiglia e Lille seguono nei pronostici di inizio stagione, c’è poi la solita incognita Monaco. Sono soltanto due le neopromosse, visto che a causa del coronavirus non si sono disputati i playoff: si tratta del Lens e del Lorient.

Bundesliga

E’ il campionato “di moda” in Europa, col Bayern campione della Champions che è pronto a dettare legge. I bavaresi dovranno come sempre guardarsi dal Dortmund di Haaland, mentre dal Lipsia, semifinalista di Champions, ci si aspetta un ulteriore salto di qualità.

Il Leverkusen dovrà reinvestire al meglio, sul mercato, i 100 milioni ricevuti dalla cessione di Havertz, vedremo se Voeller riuscirà a tenere il Bayer tra le prime quattro. La Bundesliga, che fu la prima a ripartire dopo il lockdown, comincerà il 18 settembre.

Serie A

Per il momento, l’inizio della Serie A 2020-21 è stato fissato per il 19 settembre, col calendario che sarà ufficializzato l’1 settembre. Come spesso accade, però, ci sono poche certezze: l’Inter, e le altre squadre impegnate nelle coppe ad agosto, hanno chiesto il rinvio di una settimana. L’ipotesi 26 settembre è, quindi, al momento parecchio probabile.

5 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.