Sterilità: come combatterla con le tecniche FIVET

2
483
Sterilità: come combatterla
Sterilità: come combatterla

Un gran numero di coppie pur desiderando ardentemente un figlio non riescono ad averlo.  Fortunatamente nel corso degli anni, la medicina ha fatto degli enormi progressi  nel campo delle inseminazioni artificiali, in molte città sono sorti numerosi centri specializzati  FIVET sia di ordine privato che pubblico per combattere la sterilità.

Sterilità: come combatterla con la fecondazione assistita

La prima fecondazione in vitro si è realizzata ad opera di uno specialista in anatomia di origini inglesi “Edwards”, il quale impiantò un ovulo, precedentemente prelevato e fecondato in vitro, nell’utero di una donna che avendo ambedue le tube chiuse non poteva essere fecondata in maniera naturale.

I centri che operano la Fecondazione in Vitro o Embryo Transfer  “FIVET”, sono numerosi e riaccendono le speranze di molte donne che fino a qualche decennio fa avrebbero dovuto rinunciare alla gioia di diventare madri…

Cos’è la FIVET?

Si tratta di una tecnica di fecondazione assistita che consente di abbattere alcune problematiche, sia di ordine maschile come la scarsa quantità di spermatozoi, sia femminile come tube pervie o chiuse, e favorire così la fecondazione  dell’ovulo fuori dall’utero per poi successivamente traferire l’embrione formatisi nella cavità uterina. Generalmente gli embrioni trasferiti sono più di uno e talvolta si assiste all’impianto di 1 o più embrioni dando luogo a gravidanze gemellari. Questa tecnica si è sviluppata nel 1978  nel Regno Unito ad opera di Robert Eduards che ottenne il premio Nobel nel 2010. Una tecnica che ha consentito a molte coppie che sognano di avere un bambino, di realizzare il loro sogno.

La Fivet e la stimolazione ormonale

La FIVET comporta l’ottimizzazione  del processo ovarico e viene per lo più utilizzata in casi di sterilità, o infertilità maschile. La donna viene sottoposta a cure a base di ormoni che possono causare aumento di peso e nausea, talvolta indurre sindrome da ipertstimolazione. Rari ma  presenti, i  casi di infezione, ma tutto sommato, nell’insieme, la tecnica e efficace ed ha una percentuale di riuscita del 30 % circa. Per questo motivo, spesso le coppie devono sottoporsi a vari tentativi prima di riuscire ad avviare una gravidanza. Viene sconsigliato l’impianto di più di 3 embrioni in quanto le gravidanze gemellari costituiscono fattore di rischio sia per la mamma che per i feti. Ad ogni modo questa tecnica ha riaperto le speranze per molte coppie che desideravano e sognavano di avere dei figli.

 

 

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.