Come caratterizzare una parete con mattoni, legno, sughero, pietra

 

 

Le scuole di design di questo secolo danno sfogo ad idee d’arredamento decisamente accattivanti e molto moderne. Ricordo che la prima scuola di arredamento ‘interni e design è relativamente recente e che, fino ai primi del 900 dopo il processo d’industrializzazione e la nascita dei mobili di serie inizia un viaggio per quello che sarà il mondo dell’arredamento e del design di grande cambiamento ed espansione. E di strada, il mondo dell’arredamento dal 1930, in cui si vede per la prima volta l’impiego di metallo curvato e cromato  per arredare, ne ha fatta. Ricordate la Chaise Lounge le Corbusier o il tavolo a tube d’Avion? Due pilastri storici del design d’autore e dell’arredamento.

Attualmente questo viaggio del design d’arredo ha una crescita esponenziale nelle linee dei prodotti, nell’evoluzione dei materiali e nelle applicazioni d’uso. La casa si trasforma e in essa, le contaminazioni sono molteplici. Come caratterizzare una parete con mattoni, legno, sughero, pietra  o magari metallo, scelte di stile che un tempo erano impensabili e che oggi invece, sono in grado di dar vita a luoghi accoglienti con forte personalità. Ma vediamone alcuni che ho fotografato di recente.

 

Parte arredata con orologio in stile steampunck applicato su una parete rivestita da lastre molto grandi di grés porcellanato ruvido in bicromia

 

Come caratterizzare una parete con mattoni, sughero, pietra, ferro, legno, ceramica

Al di la dello sviluppo industriale che ha consentito l’espansione del mercato dell’arredamento e la sua fruibilità da parte delle masse, è proprio la scuola di design e d’arredatore d’interno che fa la differenza in modo notevole. Grandi maestri del passato (primi del 900)  che hanno precorso i tempi come Gerrit Rietveld e Benoit Liénart con il loro design geometrico,

La capacità di combinare colori, elementi e materiali, da parte di personale specializzato, permette di dar vita ad arredamenti di notevole livello.  Moderno e antico danno vita ad uno stile Vintage rivalutato che si avvale di materiali tecnologicamente avanzati nella lavorazione e nell’applicazione. La foto nel post ne sono una testimonianza. Una parete completamente rivestita da terra a soffitto con lastre in grés in bicromia che richiama il colore del divano e dell’orologio da parete molto grande, circa 80 centimetri, con numeri romani realizzato in metallo in stile steampunck, il tutto crea un’ambiente piacevole e di grande personalità. Anche il sughero di facile applicazione venduto in piastrelle può costituire una valida alternativa.

 


Nella foto sotto invece, un’altra soluzione molto gradevole: una parete rivestita in legno che fa da sponda ad una mensola in muratura dove sono state poste delle piante il tutto offre uno scenario suggestivo  per il soggiorno. Alla parte è poggiato lo schienale di un divano in color grigio marrone. L’effetto, come si può notare, è gradevolissimo.

 

Come caratterizzare una parete con mattoni, legno, sughero, pietra: legno in pannelli

 

Anche gli accessori hanno subito una grande evoluzione e l’industrializzazione ne permesso la diffusione a prezzi accessibili a tutti.  Stampe, quadri, orologi da parete di medie e grandi dimensioni possono essere acquistati ad un prezzo che va da meno di 30 euro in su.

 

Se arredare un’intera parete rivestendolo con pietra, legno, ferro e quant’altro può avere dei costi non sempre contenuti, renderla accattivante attraverso l’utilizzo degli accessori o le tinte murali diviene un ottima escamotage per arredare, personalizzare e risparmiare.  Inoltre, legno pietra e mattoni sono materiali che oltre ad arredare isolano maggiormente la parete aumentando il comfort all’interno della stanza. Una soluzione valida anche per attenuare suoni e rumori provenienti da altre stanze o appartamenti. Dunque caratterizzare una parete con mattoni, legno, sughero, pietra non è solo ed unicamente una soluzione che accresce il valore estetico ma anche molto funzionale.

19 Commenti

  1. La casa rappresenta spesso il luogo in cui rifugiarsi e riappropriarsi del proprio mondo! Ben fatto questo articolo che mette in evidenza come le contaminazione dei materiali tipo il sughero, il metallo e la pietra ( che amo tantissimo) posso creare ambienti caldi e sofisticati al tempo stesso emanando quella dimensione avvolgente di cui abbiamo bisogno quando rientriamo a casa dopo ore trascorse in ambienti, spesso, non pertinenti alla nostra persona! Bellissime immagini! Grazie 🙂

    1. Tesoro grazie a te sono questi commenti di chi mi segue che mi danno maggior spinta a scrivere e fotografare e poi, ho una passione per questo settore credo che si comprenda. Si i materiali nuovi e le contaminazioni stanno creando cose bellissime nel settore dell’arredamento: per me da equiparare all’arte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *