Come svezzare il bambino senza perdere il latte

6
Come svezzare il bambino senza perdere il latte
Come svezzare il bambino senza perdere il latte

Sembra una domanda di facile risoluzione e in realtà lo è, ma per esperienza personale, so che molte donne si trovano ad affrontare questo problema dell’allattamento e svezzamento e a ricevere risposte contrastanti, spesso non veritiere.

Indice

Il trucco non sta nel chiedere al pediatra (specie se uomo e senza figli) ma nell’attenersi ai consigli delle nonne. Come fare per non far andar via il latte? Chiedere a quelle donne mamme che hanno allattato per lungo tempo i loro bambini e scoprire che è davvero facile da fare. Vediamo cosa ci direbbero?

Come svezzare il bambino continuando ad allattare

Come donna e mamma ho un esperienza triplice di gravidanza e allattamento. Pur avendo partorito con taglio cesareo e non possedendo un seno particolarmente prosperoso ho allattato tutti e tre i miei figli ed avevo molto latte. La primogenita è stata allattata al seno solo fino a 5 mesi o poco più, perché quando iniziò lo svezzamento, il latte si ridusse drasticamente.

Il pediatra consiglio l’aggiunta di latte artificiale, cosa che influì ancor più negativamente sull’allattamento. Ecco che nelle gravidanze che seguirono non ascolti il mio pediatra, ma il buon senso, ed un pizzico di strategia. Avete iniziato lo svezzamento e avete meno latte? Ecco cosa fare!

Stimolare il seno a produrre latte attaccando il piccolo

Il seno va sempre stimolato: più il bambino viene attaccato più la lattazione prosegue abbondante. Unitamente a quanto detto, è necessario mangiare in maniera adeguata e soprattutto, bere molti liquidi. Evitare di affaticarsi troppo, di sudare troppo, e di prendere arrabbiature. Il nervosismo e lo stress non favoriscono l’allattamento.

Noterete una riduzione del latte anche nei giorni in cui avrete il ciclo, ciò è normale, e passati 2 o 3 giorni il latte tornerà come prima: evitate di dare aggiunte di latte e attaccate il piccolo una volta di più.

Non ridurre il numero delle poppate

Detto ciò, quando si inizia lo svezzamento il latte tenderebbe a diminuire se noi riducessimo il numero delle poppate ma se parallelamente alla pappa, diamo anche un po’ di latte a seguire, magari prima della nanna pomeridiana, e la sera prima di andare a dormire favorendo tra l’altro il rilassamento del piccolo ed il sonno, vedremo che la quantità di latte che il nostro seno sarà in grado di produrre rimarrà più o meno invariata.

I consigli di mamme e nonne

Un tempo in cui il benessere dei piccoli dipendeva spesso proprio dall’allattamento materno prolungato, le mamme sapevano bene che allattare con più frequenza i piccoli induceva una maggior produzione di latte. Questo principio andrebbe attuato sin dai primi giorni di allattamento specie se si nota di avere una scarsa quantità di latte. Una volta ingranato bene con le poppate e l’allattamento proseguirete senza troppi problemi anche oltre lo svezzamento.

Preparare il seno all’allattamento

All’inizio non nego che sia dura, il seno fa male, il latte è in eccesso e va tolto con il tira latte e le spugnature calde, i capezzoli si spaccano, ma si deve avere pazienza e continuare. Per evitare danni ai capezzoli è bene prepararli allattamento prima della nascita del piccolo con prodotti appositi e frizioni che irrobustiscano la pelle e la rendano più elastica.

Attaccare il bimbo al seno ed allattarlo qualche volta in più, può già di per se indurre il nostro corpo a produrre la quantità di latte necessaria al piccolo. Il latte materno è ricco di sostanze nutritive ma fornisce anche gli anticorpi per proteggerlo da infezioni e malattie. Continuare ad allattare anche quando si inizia lo svezzamento è dunque funzionale ed utile.

Il Consiglio

Il consiglio che vi do da mamma a mamma è di allattare i vostri bambini fino a circa un anno di età, (se vi riesce) in questo modo oltre a condividere con il piccolo una bellissima esperienza sensoriale e affettiva, potrete preservarlo dalle malattie, regalargli momenti di serenità e rilassamento conciliando il sonno. Attimi che gioveranno anche a voi e che ricorderete con amore.

PS: Se nonostante tutto il latte non ci fosse (accade in rari casi) o dovesse andar via, e può capitare, specie se ci si stanca molto, non vi colpevolizzate: avete tentato e saprete sicuramente crescere sano sereno e felice vostro figlio!

Nomi di bambini più usati

Previous articleCome guadagnare con gli abiti usati, le 7 app migliori per vendere
Next articleLe regole del Galateo abbigliamento uomo il bon ton moda maschile
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

6 COMMENTS

  1. Perfetti i tuoi consigli e confermo con la mia esperienza visto che ho allattato a pieno regime fino ai 12 mesi di mia figlia mentre la stavo svezzando.

  2. Io non ho figli ma sicuramente mi sarà utile un giorno quindi salvo questo tuo articolo che racchiude informazioni molto importanti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.