Ferragosto, giorno di gite fuori porta è una festa di origini antiche, istituita dall’Imperatore Augusto nel 18 secolo a.C. Il nome deriva da una locuzione latina “Feriae Augusti” che letteralmente significa ” riposo di Augusto”.

Ferragosto origini antiche e significato di questa festa di agosto

Nel mese di agosto, nel periodo dell’Impero Romano, si svolgevano anche altre feste come i Consualia dedicate al Dio Conso, i Vinalia rustica, due festività in nome di Venere e Giove, ed i Nemoralia festa dedicata alla divinità di Diana che durava 3 giorni.

Nell’antichità il ferragosto serviva a collegare queste festività fornendo un periodo di riposo, detto Augustali, utile per recuperare energie dopo le due settimane precedenti dedite ai festeggiamenti delle celebrazioni citate.

Ferragosto origini antiche e significato di questa festa

Ferragosto oggi

Attualmente a Ferragosto si organizzano gite fuori porta ma in alcune località come Siena, San Marino e Mondavio si mantengono ancora le tradizioni romaniche di un tempo. Ad esempio nel corso dei festeggiamenti antichi si organizzavano corse di cavalli, buoi, asini e muli, e a Siena il 16 agosto è ancora vivida tradizione celebrare il Palio di Siena (Palio dell’Assunta) evento a cui partecipano le varie contrade.

Per molti secoli, le corse agostane degli asini sono state riproposte in molte zone rurali, tra esse ricordiamo il palio degli asini che si celebra ogni anno ella prima settimana di agosto a Novagli di Montichiari. Ma il ferragosto non vede sfilare solo gare di quadrupedi, in altre regioni ad esempio si svolgono gare tra barche è il caso del Palio Marinario dell’Argentario (Toscana).

Ferragosto e rinascimento

Nel rinascimento a ferragosto vi era un usanza molto particolare che prevedeva che i servi facessero gli auguri per la festa ai loro padroni ed in cambio venivano ricambiati con una mancia la cui cospicuità era valutata dai padroni stessi. Successivamente tale festa ed usanza fu resa obbligatoria dallo Stato Pontificio.

La gita turistica ed il fascismo

L’usanza attuale che prevede le gite turistiche al mare, montagna o città ormai radicata in tutta l’Italia si andò sviluppando durante il periodo del fascismo. Durante il regime venivano organizzate gite attraverso le associazioni dopolavoristiche istituite il 1 maggio del 1925, associazioni che si occupavano, appunto, del tempo libero dei lavoratori.

A tal proposito, per un certo periodo (di circa 6 -7 anni), vennero istituiti anche treni popolari con biglietti a prezzi stracciati che permettevano anche alle classi più povere di potersi spostare ed organizzare gite fuori porta e visite ad altre città. Questi treni furono ribattezzati i “treni di ferragosto“.

Oggi il ferragosto si festeggia in tutta l’Italia con gite, feste di paese, feste private e fuochi pirotecnici spettacolare che illuminano la penisola dal nord al sud. In alcune regioni come la Lombardia ed il Piemonte, fino al XX secolo, era in uso l’abitudine da parte dei datori di lavoro di donare premi produzione in denaro o doni in cibo ai propri dipendenti.

Pranzi al sacco e pranzi in ristornati locali, così come grigliate all’aperto sono abitudini popolari ambite e radicate, amate da molte persone per il giorno di ferragosto

Ti potrebbe interessare

1 COMMENT

  1. amo il ferragosto anche nel mio piccolo paese si festeggia con sagre e fuochi pirotecnici scenografici davvero una bella festa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.