Gramigna Agropyrum repens pianta fitoterapica medica

Gramigna Agropyrum repens pianta fitoterapica medica
La Gramigna è una pianta molto diffusa nei prati, ha capacità infestante e viene spesso eliminata nei prati domestici. Appartiene alla famiglia delle Graminaceae e possiede un rizoma strisciante e si riproduce con radichette stolonifere, può raggiungere la lunghezza di 20 centimetri. Le foglie della gramigna sono sottili e seghettate, fiori sono terminali riuniti in spighette, fiorisce dalla primavera fino all'autunno causando allergie nei soggetti predisposti. La pianta predilige terreni aridi ed incolti, sopratutto nelle zone di pianura. La raccolta della gramigna avviene durante tutto l'anno. Le parti utilizzate per usi medici, sono il rizoma, mentre le piantine giovani si possono consumare in insalate.

Foto: www.kollant.it

Gramigna Agropyrum repens pianta fitoterapica medica
Gramigna proprietà, composti chimici e utilizzazione

Composti chimici

I composti chimici contenuti nella Gramigna sono molteplici: amido , mucillagine, levulosio, mannite, fruttosio, saponine, carvone, essenza, glucoside triticina, silicio (nelle ceneri).

Proprietà

La Gramigna possiede proprietà diuretica, emolliente, litontrica, antiflogistica.

Modalità d'uso

Estratto fluido, molle, secco, tintura, sciroppo.

Curiosità

La Gramigna, oltre possedere proprietà fitoterapica, viene usata a livello famigliare, nella produzione domestica di birra, sfruttando l'amido in essa contenuto e gli enzimi presenti nel rizoma. In alcuni luoghi viene utilizzata la farina ricavata dai semi per i pastoni ad uso zootecnico. In epoca di carestia ne è stato ricavato anche dello zucchero. Il rizoma essiccato e pulito, viene conservato in luoghi asciutti per avviare il processo di produzione.

Foto www.asstitobarbieri.eu

GramignaGramigna

Gramigna

Un pensiero riguardo “Gramigna Agropyrum repens pianta fitoterapica medica

  • novembre 26, 2013 in 22.11
    Permalink

    pensare che l’ho sempre odiata ed invece guarda quant’è utile

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *