Come ottenere un effetto biaccato in un armadio di recupero

4
Come ottenere un effetto biaccato in un armadio di recupero
Come ottenere un effetto biaccato in un armadio di recupero
Quanti di voi possiedono in cantina, in soffitta o in una vecchia casa un armadio a due o tre ante inutilizzato ridotto in cattivo stato? O magari una cassettiera una credenza od altro…che ne dite di ridare al vostro mobile nuova vita? Magari dipingendolo e realizzando un bell’effetto biaccato che li conferirà un’ispirazione Country e shabby chic? Bene, vediamo come ottenere un effetto biaccato o “shabbato” in un armadio di recupero.

Armadio due ante shabby
Armadio due ante shabby
Armadio due ante shabby

Come ottenere un effetto biaccato in un armadio di recupero

Per prima cosa recuperate l’armadio ed adottate una vernice che potrà creare l’effetto biaccato, ossia bianco e anticato, tipico dello stile shabby chic, caratteristico di quelle verniciature pastello che lasciano intravedere le venature del legno. Il bianco pastello lascia sui mobili un leggero velo trasparente e satinato e protegge la superficie del legno. Una tipica laccatura o verniciatura che si utilizza per i mobili shabby chic. 

Mobile effetto biaccato o shabby: occorrente

  • Armadio o mobile di recupero
  • cara vetrata da 80/120
  • Vernice shabby chalk panna o bianca
  • soluzione grigia all’acqua penetrante
  • pennelli
  • panno pulito

Armadio grezzo
Armadio grezzo

Riciclare un mobile di recupero: verniciatura shabby chic

Se il mobile di recupero da riciclare possiede della vernice preesistente, questa andrà rimossa completamente, per effettuare questo tipo di decorazione si dovrà riportare il legno al suo aspetto grezzo. Potrete procedere a mano carteggiando od usando una levigatrice, se la vernice e molto spessa utilizzate uno sverniciatore.

Asportata tutta la vecchia vernice spolverate la superficie del mobile e trattatela con una vernice acrilica grigia. Lasciate asciugare bene e poi per un effetto più coprente passate la vernice shabby chalk o in alternativa seguite le istruzioni del video dato che vi sto proponendo due metodologie diverse ed ambedue molto valide.

Utilizzate un pennello grande dalle setole morbide e stendete il colore in maniera non uniforme picchiettandolo di tanto in tanto. Questo tipo di vernice presenza una consistenza pastosa ed opaca rispetto ad un normale acrilico come quello proposto in video ed è quindi molto adatta alla decorazione di mobili dal sapore shabby. Operate la scelta che preferite e comunque sia il vostro mobile di recupero sarà molto gradevole caratterizzato da una verniciatura bianca più coprente o in alternativa leggermente velata.

Mobile shabby chic come realizzarlo in 5passi spendendo poco

Rifinire il mobile

Verniciato il mobile preventivamente preparato come descritto nel paragrafo precedente dovremo solo lasciare che asciughi bene per almeno un giorno, poi potremo passare a carteggiare leggermente con carta vetrata a grana fine. Lasciate che sulla superficie dell’armadio, si possa intravedere leggermente il grigio sottostante ma solo in alcuni punti. Infine, potrete proteggere l’armadio utilizzando una cera neutra per legno o mantenerlo così naturale in maniera che conservi tutto il suo fascino shabby.

Una soluzione molto valida per recuperare vecchi mobili o anche per realizzare un armadio due ante fai da te utilizzando un armadio grezzo. Stessa tecnica si può applicare per una cassapanca shabby chic o per altri mobili arredando la propria casa in questo magico e romantico stile che fa sognare da anni moltissime donne e non solo.

Previous articleSuperstizioni popolari più diffuse: le 10 più note
Next articleRoccascalegna e il Castello Medievale, fascino e mistero
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

4 COMMENTS

  1. Bellissimo il risultato che hai ottenuto . Seguo il tuo procedimento e cerco di recuperare un vecchio mobile che ho in cantina . Un saluto, Daniela.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.