Ravanello 6 consigli su come seminare e raccogliere quest’ortaggio

15
303
 

Il Ravanello denominato Raphanus sativo è uno degli ortaggi che si prestano ad essere inseriti in un piccolo o grande orto in quanto le norme culturali sono semplice e la piantina poco esigente. Nonostante ciò vi daremo 6 consigli fondamentali su come seminare e raccogliere questo ortaggio annuale che può essere coltivato quasi tutto l’anno anche con coltivazioni forzate. Non si conosce esattamente l luogo di origine del ravanello si ipotizza l’Asia occidentale ma attualmente l’ortaggio viene coltivato un po’ ovunque. Quando si acquistano i ravanelli si deve far attenzione che siano ben sodi e con le foglie superiori verdi. Del ravanello si consuma la parte rossa ed anche le foglie, quest’ultime, sia cotte che crude (le più tenere). La sua coltivazione ha un ciclo molto breve dalla semina alla raccolta passa circa un mese.

Vediamo insieme i 6 consigli su come seminare e raccogliere i ravanelli.

La semina dei ravanelli si effettua generalmente da Gennaio a settembre per poterne raccogliere i frutti da Aprile a Novembre.

Ravanelli semina e raccolta: istruzioni e consigli

  1. I semi di ravanello produrranno radici tonde ed uniformi se seminati e distanziati a dovere. occorrono circa 8 grammi di semi per 10 mq di terreno.
  2. Dopo aver arato e diserbato il terreno preparare dei solchi profondi 1 centimetro distanti tra di loro circa 15/20 centimetri.
  3. A spaglio procedere alla semina coprendo i piccoli semi con del terriccio aiutandoci con il rastrello.
  4. Annaffiare le piantine di ravanelli ed attendere che spuntino le prime foglie. Dopo che saranno nate le prime 3 o 4 foglioline e ciò accade in pochi giorni dovremo procedere al diradamento delle piante.
  5. I ravanelli crescono e devono crescere rapidamente, necessitano di sole ed acqua per raggiungere lo stato di raccolta e dopo l’emissione delle foglie maturano in circa 20/30 giorni in questo modo si manterranno croccanti, saporiti e delicati.
  6. Una volta maturi andranno raccolti ed estratti dal terreno afferrandoli dalla parte aerea (foglie). Andranno sbattuti e lavati in modo da eliminare tutta la terra e potranno essere consumati freschi.
Credit foto giardinaggio.net
Ravanelli varietà

Varietà di ravanello e principali costituenti

Le varietà di ravanello sono diverse ne troviamo di rossi violacei, o tendenti al bianco. La parte che si consuma è la radice e potrà essere aggiunta in insalate, servita in pinzimonio con altre verdure crude.

I ravanelli sono di scarso valore alimentare e contengono circa il 92 % di acqua, tra i principali costituenti ricordiamo: rafanolo, sostanze solforose, zuccheri, pochi amidi, sali minerali ( Ca, P, e Fe). contengono inoltre alcune vitamine del gruppo B e C.

Ti potrebbe interessare:

L’orto realizzato in pochi metri è una realtà spesso presente in piccoli giardini e anche su terrazzi e balconi, in virtù del fatto che c’è una ritrovata necessità di mangiare in maniera naturale e di coltivarsi da soli insalatine tenere, ravanelli cipollotti…

Erroneamente si tende a credere che per realizzare un piccolo orto ci sia necessità di ampi spazi, in realtà si può tranquillamente realizzare un piccolo orto anche in giardini di medie e piccole dimensioni. Elaborando una sistemazione opportuna delle…

 

15 COMMENTS

    • Ciao marina io li ho coltivati la stagione passata e quest’anno ripeterò l’esperienza sono ottimi

       
  1. Interessante a me piace molto piantere, quest’anno ho piantato pomodori,basilico e calendula, l’anno prossimo metterò anche il ravanello

     
  2. Non è un ortaggio che mi alletta molto, oggi mio marito ha seminate le melanzane spero tanto che resistano 🙁

     
  3. Io non amo particolarmente i ravanelli ma li uso a volte in insalata. Grazie dei consigli, non sapevo fosse un ortaggio così versatile

     
  4. A me non sono mai piaciuti i ravanelli, ma mio padre li adora!! sarebbe davvero carino poterli coltivare da sè 😛

     
  5. A me piacerebbe molto avere un orto, ho i vasetti con le piantine. Il ravanello mi piacerebbe, ma non so se va bene in un vaso

     

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.