Giardini viali e vialetti: 8 tipologie di materiali per camminamenti

19
Giardini viali e vialetti: 8 tipologie di materiali per camminamenti
Giardini viali e vialetti: 8 tipologie di materiali per camminamenti

Nei giardini spesso è necessario creare dei camminamenti che servono a preservare le scarpe e a rendere più agevoli gli spostamenti nel giardino specie nelle zone verdi a prato o terra. Vedremo 8 tipologie di camminamenti realizzati con 8 materiali diversi adatti a realizzare vialetti o stradine nei giardini, creando un effetto estetico molto gradevole e allo stesso tempo fornendo un servizio che ne agevoli la fruibilità e gli spostamenti all’interno dello stesso.

Giardini viali e vialetti: 8 tipologie di materiali per camminamenti da esaminare

Ogni tipologia di materiale richiede una preparazione diversa del sottofondo, i tipi di materiale che prenderemo in esame sono 8: ghiaia, beole, cubetti tipo sanpietrino, mattoni autobloccanti, traversine di binai o altro, ciottoli di cemento o naturali, cemento effetto legno, piastrelloni. Prezzi e tipo di installazione variano in base al materiale scelto.

Oltre a tener conto dell’aspetto estetico nella scelta del materiale da adottare, si dovrà volgere un’attenzione particolare alla funzionalità della struttura. Camminamenti in pietra o in legno, tra i quali far crescere dell’erba, costituiscono soluzioni estetiche e naturali, ma se il percorso del viale viene frequentato anche da veicoli, come moto ed automobili è meglio optare per vialetti a fondo compatto. E’ ovvio che  nella scelta dei materiali influisce anche il prezzo che può variare anche di molto tra una soluzione e l’altra.

Preparazione del terreno

Per chi ama le linee geometriche ben definite la scelta potrà ricadere sui mattoni autobloccanti o mattonelle da esterno. Qualunque sia la scelta operata per i vialetti e camminamenti del giardino la preparazione del terreno assume un ruolo di primo piano, il fondo su cui posare i materiali dovrà essere compatto e ben drenato in modo da evitare cedimenti e garantire stabilità del percorso.

La preparazione del terreno, a tal proposito varierà in base al tipo di pavimentazione che si sceglierà di installare. Alcuni accorgimenti possono impedire la crescita delle erbe infestanti, come nel caso dell’installazione del brecciolino con teli.

Materiali più usati per creare camminamenti e stradine nei giardini

  • GHIAIA: economica, facile da stendere.
  • BEOLE: molto estetiche e di varie dimensioni.
  • CUBETTI: creativi, permettono disegni e geometrie diverse.
  • AUTOBLOCCANTI: facili da installare anche con il fai da te
  • TRAVERSINE FERROVIARIE: originali, ma non facili da reperire.
  • CIOTTOLI: sia sciolti che cementati danno un bon effetto estetico.
  • CEMENTO EFFETTO LEGNO IN PIASTRELLE TONDE O A LISTONI: molto estetiche e funzionali
  • PIASTRELLONI IN CEMENTO: pesanti, resistenti offrono ampie superfici di appoggio.

Vediamo nel dettaglio le caratteristiche dei materiali per camminamenti da giardino e le tecniche di installazione, insieme agli accorgimenti da mettere in atto per un corretto posizionamento.

Viali, viottoli, stradine e sentieri in giardino
Viali, viottoli, stradine e sentieri in giardino e nel verde

Vialetti realizzati con diversi materiali: pregi e difetti

  1. La ghiaia è uno dei materiali più in uso per rivestire viali molto estesi e camminamenti in giardini di grandi dimensioni. Per far si che la ghiaia abbia un effetto duraturo si deve procedere specie in piccoli vialetti, allo scavo del terreno per circa 15/ 20 cm di profondità e versare all’interno dello scavo della sabbia dopo averlo delimitato lateralmente con dei cordoli in cemento, pietre od altro materiale. La sabbia dovrà essere compattata e bagnata e si consiglia l’utilizzo solo di quella fine. Una volta preparato il fondo si potrà procedere a rivestire il vialetto con ghiaia. Pr impedire la crescita dell’erba si potranno stendere sul terreno dei teli di plastica neri appositi, e poi successivamente disporvi la ghiaia. E’ un materiale economico e duraturo.
  2. Beole – Lo spessore delle beole è variabile può andare dai 20 mm ai 50 mm, anche l’ampiezza dei lastroni può essere diversa. A secondo del peso che le lastre in beola dovranno sostenere si sceglieranno delle strutture più o meno corpose sia in dimensioni che in spessore. La forma irregolare delle beole consente di posizionarle sul terreno lasciando delle fessure tra una e l’altra, negli interstizi si farà crescere dell’erba tradizionale, o della dicondra repens (prato facile). La preparazione del terreno prevede un buon livellamento e compattamento riempiendo gli interstizi con terreno da giardino di buona qualità nel quale si procederà alla semina del prato. Materiale di grande effetto estetico.
  3. Cubetti – Con i cubetti simili a sanpietrino si ottiene un effetto estetico ed elegante di un certo livello ma la sua collocazione, prevede il supporto di personale esperto o un fai da te ad opera di persone comunque predisposte alla realizzazione di questi lavori. Tali pavimentazioni si adottano nei giardini sia per viali che per vialetti ed i cubetti di materiale sono generalmente in porfido rosso o granito sia rosso che grigio. I cubetti vengono sapientemente posizionati ad arco, a ventaglio, o a cerchio, creando dei giochi geometrici gradevoli. Ovviamente occorrerà utilizzare una dima e partire da un angolo in modo da riuscire a creare suggestive geometrie e creare disegni.
  4. Autobloccanti – In genere si tratta di mattoncini di varie forme che vengono racchiusi tra cordoli e posati su una superficie livellata in sabbia fine. I colori e le varietà di mattoni sono molteplici ed il manto ottenuto si rivela stabile nel tempo, ed esteticamente molto gradevole. Un’ ottima soluzione fai da te.
  5. Traversine ferroviarie – Materiale di recupero, ideali per ottenere suggestivi camminamenti tra l’erba di un bel prato verde. Di fattezza rustica resistono molto bene alle intemperie e sono insensibili all’umidità, ciò consente di inserirle nel terreno senza ulteriori trattamenti. Non è facile reperirne.
  6. Ciottoli di cemento – Sono la soluzione ideale per creare un bel sentiero calpestabile posati su una superficie a base di sabba e ghiaia. I ciottoli in cemento possono essere sostituiti da pietre di montagna o ciottoli di fiume, molto estetici e resistenti. Tra gli interstizi andrà collocato del terriccio da giardino per poi seminare il prato. Belli, funzionali permettono la creazione di disegni.
  7. Cemento effetto legno – Si tratta di un tipo materiale molto gradevole, dal forte impatto estetico naturale, in quanto riproduce l’aspetto dei tronchi di legno tagliati in fette piane e ampie. Utile per creare camminamenti uniformi senza interferire con l’aspetto naturale dell’ambiente circostante. Sono reperibili in piastrelle molto grandi di varie dimensioni e forme, sia rotonde come i tronchi tagliati, che al listoni rettangolari che riproducono tavole di legno. Non necessitano di preparazione del fondo e possono essere posizionati sul tappeto erboso o sul terreno in maniera semplice e diretta. Molto resistenti agli agenti atmosferici hanno uno spessore di circa 40 mm. Molto estetico come materiale e naturale nell’aspetto.
  8. Piastrelloni in cemento – Sono di grandi dimensioni utilizzati per creare camminamenti carrabili e percorsi calpestabili ampi. Al loro interno inglobano della ghiaia di vario colore e dimensione. Anche quest’ultima soluzione per creare viali e vialetti può essere adagiata direttamente sull’erba come la precedente. Hanno un discreto peso rispetto alle precedenti ma sono più resistenti.

Qualunque sia la soluzione adottata in giardino per creare camminamenti e vialetti l’aspetto estetico sarà sempre molto gradevole se ben amalgamato con l’ambiente esterno circostante, ed oltre alla funzionalità si doterà il giardino di una nota di bellezza in più oltre che rendere lo spazio verde più fruibili.

 pietre-nel-vialetto

8 tipi di pavimentazioni di verse per creare sentieri, viali e vialetti in giardino

Giochi di colore, cromie e forme, stradine tortuose e sinuose o camminamenti lineari, Sentieri che ben si integrano come aspetto, nell’ambiente giardino, ed altri che sono di grande impatto estetico o molto funzionali. E’ ovvio che la scelta del camminamento del giardino, del vialetto o della pavimentazione vera e propria, dovrà tenere conto di vari aspetti incluso quello economico, ma soprattutto, di quello funzionale e della relativa contestualizzazione di questo elemento.

Credit foto piccolosilver.it designbuzz.it

Ti potrebbe interessare.

Previous articleElsa in gita all’antica Norba e la leggenda della gallina d’oro
Next articleQuali lampadine scegliere: 10 cose da sapere: lampadine fluorescenti
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

19 COMMENTS

  1. Adoro stare nel verde sopratutto quando i giardini sono ben curati ,ottimi consigli su come realizare il vialetto senza incidere troppo sulla natura intorno

  2. è sempre bello stare in un giardino armonioso e realizzato con stile, il genere che più preferisco è quello con le beole che formano dei sentieri

  3. io adoro fare giardinaggio e adoro i bi giardini con i sentieri le aiuole fiorite, le roccie i sasi ..insomma tutto ciò che abbellisce un giardino

  4. Molto belli i giardini ed i camminamenti sono indispensabili, completano, abbelliscono e permettono il passaggio alle persone senza sporcarsi e senza rovinare i fiori. Tu ne hai proposto parecchi molto belli, ma gira gira, quelli che preferisco sono sempre quelli a mattonelle o piastrelloni perchè sono più pratici e si cammina molto meglio che in altri! Grazie del post molto interessante!

    • Ma sai questione di gusti e di giardini certo i piastrelloni si prestano bene ai camminamenti ma le pietre e le beole sono più suggestive e si fondono meglio con l’ambiente circostante ma ormai ci sono talmente tanti materiali esteticamente gradevoli e funzionali che c’è l’imbarazzo della scelta.

  5. davvero belli questi passeggi e giardini… io amo la natura e questi vialetti sono fatti proprio bene… grazie

  6. ciao carissima, davvero molto interessante quest’articolo io adoro i posti in verde, i parchi e questi giardini e vialetti in foto sono davvero fantastici.
    Baci Ily

  7. Ciao!! Questo post è molto interessante…sto rifacendo il mio giardino e mi hai dato ottimi spunti….io volevo mettere il muro fiorito…che ne pensi ? Secondo me è davvero bello!!

  8. Un post molto utile per chi come me ama decorare e perfezionare il giardino!!!mi hanno colpito molto le Beole…che meraviglia l’effetto finale 🙂

  9. non ho un giardino ma lo sogno da sempre, e sogno come arrendarlo, i vialetti sono essenziali!! stupendi….

  10. ho sempre amato i viali a Beole ma non sapevo si chiamassero cosi’! c’è sempre da imparare! Se avessi un giardino con un bel prato grande farei proprio quelle!

  11. Ottimo spunto per scegliere come fare un vialetto.. io purtroppo vivo in appartamento. Ma quando avrò casa mia saprò come farlo!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.