Diventa padre grazie al trapianto del pene

0
44

Cari amici di Notizie in Vetrina, oggi vi riportiamo il primo caso al mondo di una persona capace di procreare dopo un trapianto di organo genitale. Infatti l’11 Dicembre 2014, un 21 enne aveva subito un trapianto del pene, da donatore deceduto. Il povero ragazzo aveva perso il proprio organo a causa di una circoncisione finita male in ospedale. Il trapianto è stato eseguito in Africa, nell’ Università di Stellenbosch. I danni provocati dall’ intervento di circoncisione ( praticato a Città del Capo ndr) aveva avuto ripercussioni terribili sulla vita sia sociale, che psicologica del ragazzo.

Padre: dopo solo 5 settimane dall’ intervento riprende i rapporti

La cosa più incredibile di questa storia così singolare, è che dopo 5 settimane dal delicato intervento (durato ben 9 ore ndr), il giovane 21 enne ha potuto riprendere la sua vita sessuale e coronare il suo sogno di crearsi una famiglia, riuscendo a mettere incinta la propria compagna senza alcuna difficoltà. L’idea di base dei medici era di riuscire a riportare alle funzionalità fisiologiche il nuovo pene del giovane nell’arco di 2 anni. La sorpresa è stata tanta quando invece queste sono tornate spontaneamente dopo solo 5 settimane da un intervento tanto particolare e delicato. Il pene trapiantato riesce ad avere erezioni spontanee, e non si rilevano danni sull’ eiaculazione, come dimostrato proprio dalla dolce attesa della compagna. Insomma un’altra storia che fa riflettere sul potere della medicina moderna, capace di regalare lieti fini a vite che solo pochi anni fa sarebbero state rovinate per sempre.

​Written By Mirco Angelosante

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.