Esportazione di prodotti agroalimentari di origine italiana: una tendenza in crescita

Il settore agroalimentare e in particolare quello riguardante la produzione del vino di qualità, non conosce crisi e si rivela un  vero e proprio business da portare all‘estero.

Nel primo quadrimestre del 2013, si è verificata un’ impennata da record per le esportazioni di prodotti agroalimetari di origine italiana manifestando una crescita tendenzialmente superiore risultato  allo scorso anno in cui le esportazioni hanno attestato un notevole risultato raggiungendo un aumento dell otto per cento  in più. I successi delle esportazioni agroalimentari sono certi, ci provengono di dati Istat presentati dalla Coldiretti. Con grande sorpresa si registra un aumento di oltre il 30 per cento delle esportazioni in paesi quali l’ Africa; ingenti esportazioni si riversano anche  nei Paesi Asiatici  attestandosi  un 13 per cento in più spetto all’anno precedente (2012).  Ottimo anche il risultato registrato nelle Americhe, con un incremento del 9 per cento.  Nella classifica dei maggiori importatori troviamo all ultimo posto,  l’Unione Europea, dove la crescita ha registrato un incremento   del 3 per cento.

Il posto d’onore nella classifica del Made in Italy esportato all’estero va  al vino, il quale raggiunge  un incremento di oltre il 10%, un dato importante e significativo. I settori inerenti il mondo della moda: scarpe, abbigliamento, borse cc.  possono essere prodotti ovunque, recando il loro marchio, ma il successo del vino e la sua produzione sono legati fortemente alle terre di produzione. L‘Italia da tempo si è strutturata per intraprendere vere e proprie campagne  dei prodotti “Made in Italy”, incentivando in molte località  degustazione di prodotti tipici  e promuovendo  il turismo eno-gastronomico locale.

Per quanto concerne le esportazioni di prodotti ortofrutticoli freschi si registra un andamento costante (più 7 per cento).  Altrettanto bene per uno dei prodotti caratteristici della penisola italiana:  la pasta che vede  aumentare le esportazioni  del 7 per cento, mentre un altro prodotto tipico italiano,  l’olio d’oliva, in particolare l’extra-vergine subisce un ‘impennata delle richieste  dell’11 per cento. Molto apprezzati all’estero anche i nostri formaggi, primi tra tutti il Grana Padano e il Parmigiano Reggiano. 

La professionalità e la ricchezza di numerosi  prodotti di qualità  hanno reso possibile l’espansione del mercato agroalimentare all’estero.  Il mercato dell‘import-export rappresenta un’ottima opportunità di business per tutte le aziende del settore, per cui  avvalersi di esperti in materia:  agenzie di traduzione per la comunicazione promozionale e consulenti d’impresa è di  fondamentale importanza per la riuscita del progetto.

 

                                                                                                             esportazione-di-prodotti-taliani.png

Sharing is caring!

 

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.