Felicità: il segreto per essere felici

Vivi e lascia vivere!

 

 

La felicità è uno stato mentale ricercato da tutto il genere umano, sin da piccoli i  neonati interagiscono con gli adulti tramite il pianto per ricevere tutto ciò di cui hanno bisogno, fine ultimo uno stato di soddisfazione e serenità compatibilmente coesistente con momenti di felicità determinati dalla  realizzazione e soddisfazione di un bisogno primario.

Felicità: il segreto per essere felici

Questo concetto, potrebbe risultare riduttivo, mentre in realtà riportato alla vita quotidiana degli esseri adulti e fortemente esplicativo.

Diremo che la felicità è la realizzazione momentanea di una necessità, sia essa fisica, affettiva od economico lavorativa, mentre la soddisfazione è uno stato di realizzazione soddisfacente della propria vita riguardante  la sfera affettiva  sociale e lavorativa.

Uno stato di insoddisfazione durevole nel tempo conduce all’infelicità e a forme più o meno gravi di depressione, per poter far qualcosa contro i sentimenti negativi  che determinano l’infelicità, dobbiamo in primo luogo, analizzare la nostra vita e cercare di capire da dove provengono, e cosa li ha generati.

Le emozioni positive per essere felici

Le emozioni positive che dovrebbero essere un valido alleato al servizio della nostra felicità e del nostro organismo, vanno stimolate e ricercate in tutte quelle attività che ci fanno stare bene, allo stesso modo, una volta individuate le situazioni negative, che ci rendono ansiosi, infelici e insoddisfatti , cercheremo di eliminarle o quantomeno, rettificarle, nei limiti delle nostre effettive possibilità.

Noi siamo la nostra felicità, noi costruiamo giorno per giorno le nostre emozioni, i nostri stati d’animo, se è vero che la vita talvolta ci mette a dura prova, è altrettanto vero  che l’uomo possiede una grande adattabilità all’ambiente che gli consente di vivere bene anche in situazioni estreme.

La felicità è rappresentata dalla realizzazione di una necessità od emozione, in un dato momento, la capacità di cogliere situazioni e momenti di “felicità generata” corrispondono, molto spesso , al modo in cui noi stessi ci poniamo nei confronti della vita.

Essere troppo sensibili

Una sensibilità caratteriale molto spiccata, darà luogo a numerosi momenti di infelicità alternati ad altrettanti istanti di felicità, ciò non può costituire una condizione emotiva stabile, occorre , quindi, cercare di organizzare i propri pensieri e la propria vita cercando di cogliere gli aspetti positivi presenti più o meno in ogni situazione, come si tende a dire: “la felicità è generata dalla capacità di godere delle “piccole cose”, contemporaneamente a ciò l’individuo deve porre una maggior attenzione nello strutturare la propria vita, cercando di assecondare le proprie aspettative e i propri desideri, l’unico modo possibile per raggiungere uno stato di serenità, navigando in una mare di emozioni, il cui cielo risulta costellato da piccole gocce momentanee di felicità.

 

 

Sharing is caring!

 

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.