Siamo alla ricerca dei prodotti naturali, biologici, coltivati in modo sano. C’è anche la ricerca di un ritorno alle origine fatto di lieviti naturali come la pasta madre, cibi sani ed essenza per aromatizzare i cibi prodotte in casa. L’angolo delle erbe aromatiche in casa e giardino può aiutarci ad avere una bella scorta di aromi per cucinare naturali, privi di sostanze nocive di ogni genere. Vediamo quali sono gli aromi più utili e come allevare le piantine in vaso o in terra.

Le erbe aromatiche o aromi

Le piante aromatiche sono molto decorative e spesso emanano fragranze piacevoli utili non solo per cucinare ma anche per profumare la biancheria ed alleviare qualche piccolo malanno. Per conservarle a lungo andrebbero raccolte a fine estate nelle giornate di sole e durante le ore più calde. Poi andrebbero essiccate all’ombra in luogo fresco e ventilato. Vanno coperte con garza pulita in modo da ripararle dalla polvere e, ovviamente, dagli insetti. Successivamente le aromatiche andranno riposte in scatole di latta, barattoli di vetro o sacchetti di carta conservandole in luogo fresco e asciutto. Ogni anno la scorta aromatica andrebbe rinnovata.

Alcune aromatiche: Salvia, Lavanda, Rosmarino, Timo

Dove e come coltivare le aromatiche

Per comodità è consigliabile riservare alle aromatiche una collocazione che sia vicina alla cucina per ragioni di comodità. Andrebbe scelta una posizione riparata e in parte soleggiata sistemando le piantine in gruppo e creando un angolo delle aromatiche funzionale e decorativo. Si consiglia di porre al centro le aromatiche perenni e intorno invece le aromatiche stagionali.

Per utilizzare le foglioline in cucina è bene attendere che le piante aromatiche siano ben formate. Per insaporire arrosti e sughi sono perfetti anche i fiori di rosmarino, basilico, salvia etc. In insalate sia cotte che crude si possono utilizzare aromatiche come: Menta e Maggiorana, ma anche timo ed Erba Cipollina. Per avere piantine molto profumate e vigorose è consigliabile eliminare i fiori man mano che si formano. Vi consiglio di leggere come coltivare e riprodurre le aromatiche in modo ottimale per facilitarvi il lavoro. Alcune di esse possono essere coltivate anche in inverno, leggete: come coltivare il basilico in inverno.

Rosmarino
Rosmarino

Quali aromatiche scegliere: le 10 immancabili

Alloro, Salvia e Rosmarino sono molto utilizzate in cucina e formano dei bei cespugli che possono raggiungere anche discrete dimensione. Se avete spazio piantatele in giardino destinandogli un angolo al sole. Si tratta di piante molto belle anche in inverno in quanto mantengono le foglie verdi e fitte dato che sono dei sempreverdi. L’Erba Cipollina e la Menta sono di facile riproduzione in terra piena possono diventare infestanti. Entrambe emanano un aroma molto forte, così come la Maggiorana. Il Prezzemolo, invece, è a lenta germogliazione, richiede posizioni riparare e, in vaso, può durare anche due anni. Sia la Maggiorana che il Timo resistono bene al gelo invernale. Il Dragoncello è molto indicato per il suo utilizzo in insalate, mentre il Basilico, molto utilizzato in cucina va protetto da lumache e uccelli che ne vanno ghiotti.

Aromatiche orto aprile
Aromatiche orto e casa aprile

La riproduzione delle erbe aromatiche

Tra le piante aromatiche quella più facile da riprodurre è sicuramente il Rosmarino. Basta scegliere un rametto fresco, per fare una talea, pestarlo alla base e immergerlo in acqua fino a quando non spuntano le radici per poi trasferirlo in terra. Si può adottare lo stesso metodo con tutte le aromatiche (e non solo) che possiedono un gambo legnoso come ad esempio il Timo, la Maggiorana e l’Alloro. L’erba Cipollina produce un fiore molto decorativo che maturando lascia cadere i suoi semi dando vita ad altre piantine, ma la si può riprodurre anche con i piccoli bulbi. Quasi tutte le aromatiche si riproducono con seme che può essere raccolto a fiore essiccato.

Come coltivare e riprodurre le aromatiche

Come coltivare e curare le aromatiche

  • Generalmente le piantine non necessitano di molta acqua ma richiedono, specie in estate, innaffiature giornaliere da effettuarsi preferibilmente nel tardo pomeriggio o la sera. In questo modo la terra si mantiene umida più a lungo.
  • Innaffiare con acqua a temperatura ambiente da preparare qualche ora prima. La potatura delle piante aromatiche avviene in maniera naturale ogni qualvolta che si toglie un rametto per utilizzarlo in cucina o per altri scopi.
  • E’ bene eliminare rametti rovinati o malati e smuovere in superficie il terriccio di tanto in tanto.
  • Non spruzzare mai antiparassitari ma eventualmente utilizzare sistemi naturali per combattere afidi e pidocchi, come il macerato di ortica, in alternativa preparate un macerato a base di spicchi d’aglio lasciatelo riposare per 3 giorni in un bicchiere di vetro e poi filtrate il liquido per spruzzare il liquido sulle piante.

5 COMMENTS

  1. Adoro le erbe aromatiche e ne ho già alcune, cioè menta, rosmarino e salvia! Stavo giusto pensando di aggiungerne qualcuna e penso che saranno erba cipollina e timo!

  2. Ho il mio piccolo orto in terrazza ma mi piacerebbe ampliarlo e farò tesoro dei tuoi consigli in merito! In particolare vorrei una piantina di lavanda, sperando di riuscire a coltivarla al meglio

  3. Sul mio balcone ne ho un paio ma ora che ho letto le 10 immancabili mi attrezzo per averle tutte a disposizione!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.