Abbiamo parlato degli stili moda che nel corso degli anni si sono susseguiti partendo dalla preistoria, passando per l’abbigliameneto del medioevo e arrivando ai giorni nostri. Abbiamo visto quali sono gli stili moda più amati attualmente, ma le correnti stilistiche che nel corso degli anni si sono susseguite sono davvero molteplici. Tra le tendenze che si agganciano alle epoche e al vissuto sociale e musicale, si collocano in particolare 3 o 4 stili: lo Stile Grunge, lo Street style e lo Stile Punk, ma anche Rock e Emo.

Grunge steet style e Grunge style – Model Valeria Gennaro

Dall’America lo stile Grunge

Nasce in America, nella zona di Seattle seguendo anche le tendenze musicali degli anni 80 e 90. Per questo viene denominato Seattle sound. La disoccupazione era dilagante e con essa la povertà. La droga era una piaga sociale spesso legata al mondo giovanile.

In questo contesto americano nasce lo stile d’abbigliamento denominato Grunge caratterizzato da un look trasandato, decisamente casual, nel quale i capi indossati con maggior frequenza sono i jeans rotti e consumati, i pantaloni cargo e le camice di flanella.

Outfit in stile Grunge

Oltre a questi capi classici dello stile Grunge si diffonde anche l’uso dei capi comodi: maglie oversize e cardigan molto grandi, sono all’ordine del giorno. Tra le calzature si denota uno stile che inneggia alla comodità: uomini e donne indossano anfibi, un elemento molto amato nello Stile Punk, e da coloro che si dichiarano Emo nei modi, nei gruppi di appartenenza, e nell’abbigliamento.

Tra le band musicali tipiche dell Grunge possiamo citare il rock dei Nirvana, mentre molto vicino al Punk così come il sound dei Pearl Jam o dei Soundgarden che si collocano tra punk ed heavy metal. Sicuramente molto vicine all’heavy metal troviamo gli Alice in Chais.

Stile Grunge e le band

Marc Jacobs e il suo stile Grunge chic

Dalle tendenze musicali e dal malcontento dilagante si origina lo stile Grunge che troverà, precursori ed alleati nelle band, ma anche in alcuni grandi stilisti come Marc Jacobs. Nel suo stile i dettagli tipici vengono arricchiti da tendenze chic conferendo agli outfit note diverse. Sulle linee del Grunge si avvia la nascita di un nuovo stile moda legato alla strada e alle tendenze sociali e musicali: lo Street Style.

Stile Street Style, Sport Style, Skater Style

Sport style e Street Style si somigliano e sono due stili relativamente recenti, nati dopo gli anni 2000. Si compenetrano tra loro ma, mentre il primo è più recente e si aggancia a nuove tendenze moda e stili di vita, lo street style è più verace, genuino e spontaneo. L’abbigliamento da strada comprende outfit comodi, segue pochissimi dettami, ed è altamente personalizzabile. Capi anonimi e griffati convivono nello street style in maniera armonica. L’Athleisure nuova forma di Urban Style sportivo, unisce il comfort e il glamour dello stile casual e, negli ultimi anni, è diventato un concetto di tendenza dai caratteri variopinti, molto seguito.

Camicia tartan e jeans – Model Valeria Gennaro

Nello Sport style alcuni capi sono praticamente d’obbligo, tra essi le sneakers e i cappelli con visiera, capi tipici dell’American style e dell’Hip Hop, tendenze moda concepite ed interpretate anche nello stile di vita, fortemente legato al mondo musicale e del ballo, e in tal senso si sviluppa, dando vita ad alcune correnti musicali, tra esse, l’attuale Rap e la Trap.

A queste tendenze nate sulla strada, se ne aggiunge una terza: Lo Stile Skater anni 80 caratterizzato anch’esso, come nell’Hip Hop, da un abbigliamento tipico articolato tra felpe comode con cappuccio, abbinate spesso a jeans, sneakers, cappellini insieme a comode camicie a quadri.

Denominatore comune dello Stile Skater è appunto lo sport svolto su tavole con ruote “gli skateboard”. Talvolta, fanno parte dell’outfit ginocchiere e gomitiere, usate per protezione.

Capigliatura punk

Stile Punk, Rock ed Emo

Sicuramente lo stile Punk ha dei caratteri molto decisi ed anche unici nel suo genere, ma si agganciano ad esso, come scelte d’abbigliamento, altre tendenze moda come lo stile Rock, ed Emo che, in alcuni capi d ‘ abbigliamento, ed insieme allo stile Gotico, rappresentano l’antitesi delle tendenze moda classiche, eleganti e romantiche. Lo stile Punk proviene dall’Inghilterra e si fonde nei dettagli con lo Stile Emo, ormai in declino, nato però come corrente di appartenenza vera e propria. Lo stile Punk viene reinterpretato e fuso talvolta anche con lo stile Gotico offrendo una ventaglio ampio di scelta. Caratterizzato da capi in pelle, anfibi, borchie e da capi personalizzati, lo stile Punk è noto anche per le acconciature estrose, capelli cotonati e colorati che vengono adottati sia dalle ragazze che dai ragazzi.

Lo Stile Grunge, Street Style e Punk: elementi comuni

Gli elementi comuni tra Stile Grunge, Street Style e Punk sono sostanzialmente le origini, ed il comune filone di appartenenza che si origina dalla musica e dalla strada. Appartengono e coinvolgono le masse giovani, esprimono malcontento, tendenze sociali, e si manifestano attraverso musica, abbigliamento, gruppi di appartenenza e sport di strada, come: lo skater, L’Hip Hop ballo e moda, nato intorno al 1970, la break dance, con in suoi eventi internazionali. Un modo di essere, di vivere, e di relazionarsi, che nasce dalla fine degli anni 70 – 80 ad oggi.

Ti potrebbe interessare

3 COMMENTS

  1. Stili molto particolari di cui non conoscevo l’esistenza, prettamente per i giovani anche se alcuni outfit sono universali

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.