Tormentilla o Potentilla tormentilla “piante medicinali”

0
177

Le piante medicinali possono aiutarci a risolvere numerosi disturbi più o meno seri, senza ricorrere a prodotti chimici di laboratorio. la conoscenza di alcune piante comuni con grandi proprietà benefiche non è poi un’impresa 8130701865_0a9e059fb9.jpgcosì ardua e chiunque, con un minimo di passione e attenzione può imparare ad utilizzare un certo numero di piante ed erbe medicinali. La Tormentilla o Potentilla tormentilla è una di queste, appartiene alla famiglia delle rosacee ed è presente nei campi nei prati e in collina e nelle zone montane nei sottoboschi umidi, in molti luoghi  della nostra penisola e dell’Europa, le sue foglie ricordano quelle delle piante di fragola e con esse vengono spesse confuse, ma si differenziano sostanzialmente sia per il colore dei fiori che sono giallo acceso, che per la forma meno rotondeggiante delle foglie.

La piantina presenta radice grossa e cilindrica da cui si dipartono molti fusti ramificati e fragili; le foglie sono tri e pentalobate mentre le altre sono trifogliate e sessili di color verde medio brillante, leggermente dentate presentano stipole basali la loro superficie è appena setosa.

I fiori si ergono sopra un sottile e lungo peduncolo, presentano piccoli petali giallo vivace di forma rotondeggiante generalmente in numero di 3.

Il frutto è un piccolo achenio ovoide liscio. la pianta raggiunge l’altezza di circa 20 30 centimetri e viene raccolta per uso medicamentoso, nel periodo estivo.

 

Tormentilla: proprietà ed utilizzo

La parte della pianta da utilizzare è la radice, all’interno sono presenti diversi composti chimici: catechina , acido tormentiltannico ed elagico, tormentilla e tormentolo infine resina e gomma.

Le proprietà di tale pianta sono principalmente astringenti, ipoglicemizzanti emostatiche e antidiarroiche.

Modalità d’uso: la radice viene utilizzata realizzando un decotto, o sotto forma di polvere, liparolito ed enolito, tintura ed estratto fluido.

4104353062_5f60124e3a.jpgLa pianta è molto astringente e possiede una nota e potente attività antibiotica verificata in molte malattie.

Utile per curare gengiviti, piorrea e dolori dentali applicando decotti e facendo gargarismi.

Esternamente viene usata come tonificante per rassodare pelli flosce, adottando crema  a base della pianta o impacchi naturali.

Gli estratti di tormentina sono utili per curare ragadi anali prolassi e ragadi del seno. Un uso continuo e costante della pianta sui bambini è ottimo per combattere l’enuresi notturna.

Infine si può produrre un vino medicato con la tormentilla il quale presenta azione ipoglicemizzante, mentre il decotto può essere utilizzato anche nella concia delle pelli animali con ottimi risultati.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.