I giardini rocciosi come fare e quali piante scegliere

6
623
giardino roccioso con prato
giardino roccioso con prato

Le piante di roccia, in natura, nascono spontaneamente alla base delle rocce affioranti, dove tra i frammenti di roccia si raccolgono piccole quantità di terreno. I giardini rocciosi possiedono un fascino molto particolare, dovuto al contrasto tra le dimensioni delle rocce, talvolta enormi, e la delicatezza delle piante alpine che le adornano.

 

I giardini rocciosi come fare e quali piante scegliere
I giardini rocciosi come fare e quali piante scegliere

Come creare i  giardini rocciosi

In grandi giardini, parchi ed orti botanici, è possibile ricreare giardini rocciosi di grandi dimensioni dando vita ad un ambiente naturale arricchito da vialetti, stagni e angoli rocciosi fioriti. In un giardino di piccole dimensioni, dovremo operare in modo differente adattandolo alle esigue dimensioni, considerando che in solo 4 metri quadri si può creare un grazioso giardino roccioso. 

Si sceglierà una zona circoscritta, evitando di creare ambienti troppo rifiniti con forme geometriche. si potrà addossare il giardinetto ad un muro di cinta, mai alle abitazioni per evitare l’umidità che ne deriva.

Il terreno ideale per la realizzazione è un giardino scosceso, in cui i dislivelli presenti possono essere colmati inserendo frammenti di roccia e creando muretti a secco, ma se il terreno a vostra disposizione è completamente pianeggiante, potrete modificarne il livello voi stessi, asportando la terra o importandone un po’ solo in una parte, creando almeno due differenti livelli, e utilizzando pietre di vari altezze. Ciò non vieta di creare giardini rocciosi in piano.

E’ consigliabile scegliere un luogo soleggiato, in quanto le piante che si adattano a questo tipo di giardino, spesso anche grasse,  prediligono posizioni in pieno sole o al massimo mezz’ombra; per questo motivo è sconsigliabile costruirlo a ridosso di grandi alberi, specie se il giardino roccioso è di piccole dimensioni.

Per quanto riguarda la forma da adottare, si tende ad evitare cerchi e rettangoli, meglio adottare delle forme a cuneo o leggermente ad elle, e adottare rocce di dimensioni medio piccole se lo spazio a disposizione è limitato. Ma le dimensioni e la forma del giardino pre-esistente influiranno sensibilmente su questa scelta.

Piante grasse e giardino roccioso
Piante grasse e giardino roccioso

Scelta delle rocce

Il costo delle pietre è abbastanza sostenuto, quindi per limitare la spesa rivolgetevi ad un fornitore di zona prediligendo la pietra locale, in alternativa potete procurarvi le pietre voi stessi facendo una gita fuori città, e raccogliendone voi stessi, o rivolgendovi a qualche cava di pietra di zona.

Considerate, però che le piante approfondiscono le radici tra le terra e le pietre, ricercando, in quest’ultime, nutrimento e sostegno. Ed è proprio per questo motivo che  sono da preferirsi pietre calcaree o arenaria, mentre le pietre dure, quali granito e simili, sono da evitare.

Costruire il giardino roccioso

Una volta scelto il luogo e le dimensioni nonché la forma del vostro giardino roccioso, dovrete eseguire dei lavori preparatori. Delimitate il giardino con picchetti e spago, e lasciate una zona di circa 30 – 50 cm esterna ad esso dove inserirete della ghiaia (brecciolino) o ghiaietto, meglio se grezzo, sempre presente in natura nei paesaggi rocciosi e montani.

Preparare il terreno e scegliere il terriccio

Una volta livellato le zone a due altezze diverse, importando un po’ di terra, se il terreno del giardino presenta erbacce o infestanti (gramigna), provvedere alle operazioni di diserbo, se il terreno è fertile e drenato, mantenete quello, altrimenti preparate una miscela composta da 3 parti di buon terriccio (grasso), 2 di torba e 1 di graniglia o arenaria alla quale dovrete incorporare della farina d’osso in quantità di 1 Kg per ogni metro quadro (costituisce il fertilizzante d’eccellenza per i giardini rocciosi).

  • Posizionare le pietre iniziando dalle più grandi e inclinandole di circa 15° verso il basso interrandole per almeno 10-15 cm, in modo da fissarle stabilmente nel terreno, procedere via via in ordine di dimensioni decrescenti avendo cura di riempire eventuali spazi troppo ampi tra una pietra e l’altra, interponendo frammenti di pietre piccoli, incastrandoli bene , e terra.
  • E’ raccomandabile pressare con molta attenzione ogni pietra ed ogni strato di terra, in modo da creare un assestamento stabile, onde evitare l’eventuale spostamento ed infossamento del terriccio con movimento delle pietre. Cercare di inclinare la superficie del terreno in modo da far confluire l’acqua piovana nelle zone in cui avrete inserito le piante. Considerate bene la dimensione delle pietre e fate in modo che possano contenere in modo sufficiente, il terriccio che andrete ad inserire.
  • Mediamente per un giardino roccioso di 4- 5 metri quadri vi occorrerà un metro cubo o poco più di roccia. Potete inserire qualche esemplare più grande da porre lateralmente o posteriormente. L’effetto finale sarà di due o più terrazzamenti in cui saranno inserite le piante, la forma dei terrazzamenti sarà generalmente a semicerchio irregolare.

Tra le piantine da inserire consigliamo:

Specie grasse come ad esempio Agave, Havorthia, Aloe, Crassula arborescens etc.

Piante  aromatiche come  salviarosmarino, stelle alpine, garofani nani, ginepri, margherite, alisso, settembrini, cneoro, coridale gialla, bocca di leone, astro alpino con le sue belle margherite colorate, aubrezia, fior di giove, flox subulat, dente di cane, una bulbosa perenne che presenta dei bellissimi fiori bianchi a campanella ricadente, lobelia rossa,  potentilla rossa,  campanula cochlearifolia etc.

Ovviamente la scelta andrà operata sempre tenendo conto del vostro gusto, il tipo di terreno presente e l’esposizione. Ma considerate che, oltre alle piante da fiore, sono da scegliere alcune piante tappezzanti,  indicatissime tutte le tipologie di  piante grasse o succulente.

 

Ti potrebbe interessare

 

6 COMMENTS

  1. Quanto mi piacerebbe… ma qui con il mostriciattolo peloso è diventato impossibile, ieri si è pure mangiato i tulipani! 😀

     
    • Ma anche io ho il cane…un bel barboncino e devo dire che non fa molti danni…ma se non erro tu hai un bel pastore tedesco…un po’ più grossetto

       

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.