Bambini e festività: relazioni familiari e problematiche

3
148
festività famiglie e bambini-min
Festività famiglie e bambini

Le festività possono, in alcune situazioni familiari,come separazioni e lutti, rivelarsi ricche di stress e problematiche. Il Natale viene considerato la festa della famiglia per eccellenza, e i bambini che vivono in una famiglia separata avvertono questa considerazione ancor di più che gli altri. Quindi, queste giornate natalizie, presentate da film e libri come dei giorni da trascorrere obbligatoriamente con tutti i membri della famiglia, diventano, per i bimbi con i genitori separati, difficili e, talvolta, anche tristi.

Bambini e festività: relazioni familiari Natale e famiglie separate


Le relazioni familiari a Natale, come si è accennato, vengono esaltate, soprattutto dall’industria del divertimento, che è quella che riesce ad esercitare più influenza sui bambini. Per questo, i bambini che crescono in famiglie separate a Natale sono maggiormente sensibili e suscettibili alla vista di una famiglia sorridente che cena insieme. Del resto, quella è la rappresentazione del loro desiderio. Pertanto, se è possibile e gli ex coniugi vanno d’accordo, si potrebbe decidere di passare la giornata di Natale insieme alle rispettive famiglie: sarebbe un regalo grandissimo per il proprio figlio! Tuttavia, ciò è attuabile nel caso in cui tra i genitori ci sia vero accordo; altrimenti, piuttosto che passare la giornata a litigare davanti al piccolo o a lanciarsi sguardi offesi e frecciatine, è meglio agire diversamente.

bambini asilo
Bambini e festività: relazioni familiari e problematiche

Festività e famiglie monogenitori; mutamenti familiari e vulnerabilità

Non tutti i bambini, a Natale, Pasqua o altre festività, inclusi i compleanni ed i sacramenti come comunione e cresima sono colmi di gioia; nel caso di figli cresciuti in famiglie monogenitori, infatti, il Natale o altre festività non risultano poi così spensierate. Questo perché i piccoli sentono la mancanza del genitore che non è presente alla festa; e anche se avvertono questa mancanza per tutto l’anno, a Natale viene acuita dal momento che ovunque si vedono ritratti di famiglie unite. Infatti, i bimbi tendono a fare i paragoni con i coetanei, non solo per quanto riguarda i regali che ricevono, ma anche tra l’unità familiare riscontrano nella loro famiglia e in quelle degli amichetti.

Come tutelare il bambino

dA dispetto di quelle che sono le ragioni che hanno causato l’assenza di un genitore, durante le festività o i compleanni i genitori single devono fare uno sforzo in più per accantonare i sentimenti di tristezza, astio o rancore e tutelare il bimbo da questi, e anche psicologicamente, se ce ne fosse bisogno. Comunque, non è bene nutrire il bambino di falsi sentimenti o false speranze, tuttavia, le spiegazioni maggiormente dettagliate sulla mancanza di un genitore possono essere rimandate: a Natale i bambini e adulti devono essere sereni e tranquilli, vivere una festività senza astio e problemi, come la maggior parte delle persone a dispetto della situazione familiare.

3 COMMENTS

  1. Le feste per me non sono un momento di gioia non ho proprio dei bei ricordi dopo la morte di mia nknna. Ma cerco di fare il massimo per farle passare bene al mio bambino

  2. I Natali e le feste comandate devono essere sereni per i bimbi, io cerco sempre di fare il possibile per non stressarli da sempre

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.