Come organizzare un trasloco: 5 consigli per facilitare il lavoro

0
81
Come organizzare un trasloco: 5 consigli per facilitare il lavoro
Come organizzare un trasloco: 5 consigli per facilitare il lavoro

Affrontare un trasloco è un’operazione impegnativa e per svolgerla al meglio bisogna tenere in considerazione una serie di cose, fondamentali per facilitare il lavoro. Organizzarsi è, indubbiamente, la soluzione migliore per poter svolgere un trasloco senza stress e senza ansia affidandosi a delle ditte professionali.
Ecco, di seguito, dei 5 consigli su come organizzare un trasloco in maniera semplice ed
efficace.

Trasloco: preparare le cose con largo anticipo

  • Il segreto per facilitare il lavoro di un trasloco è quello di organizzarsi con largo anticipo dalla data prevista per il trasferimento. Svolgere prima tutte le varie attività, ti aiuterà ad arrivare al giorno del trasloco con serenità e con tranquillità, quindi, è bene iniziare a prepararsi almeno due mesi prima.
  • Per cominciare, bisogna cercare una ditta di traslochi seria e professionale che sia libera nel periodo adatto alle tue esigenze e che possa trasportare tutti i tuoi beni nella nuova destinazione.
  • Confronta diversi preventivi e scegli la ditta traslochi a Firenze che ti offre il miglior rapporto qualità-prezzo e che disponga, ovviamente, di mezzi e personale esperto e qualificato.
  • Se sei in affitto, avvisa il proprietario che devi lasciare la casa e fai la disdetta per tempo. Stila una lista delle cose che puoi preparare con anticipo.
  • Se hai figli, non dimenticare di chiedere il nullaosta per poterli iscrivere nella nuova scuola.

Cosa fare un mese prima del trasloco

Per facilitare il trasloco, liberati di tutto quello che non ti serve e che ritieni non sia utile e necessaria fino al giorno del trasloco. Poi, puoi passare alla ricerca delle scatole che possano contenere i tuoi oggetti. Se preferisci, puoi recuperarle nei supermercati gratuitamente, oppure, puoi chiederle alla ditta di traslochi a cui hai deciso di affidarti. Se hai delle cose che non entrano nella nuova casa, ma che vuoi conservare per poi utilizzarle in un secondo momento, chiedi alla ditta se ha un deposito e potrai lasciarli tranquillamente lì. Un trasloco fai da te risulterà più impegnativo dal punto di vista organizzativo.

Preparazione e fase imballaggio

Preparato tutto l’occorrente per imballare i propri oggetti, si può iniziare a sistemarli
adeguatamente e con cura nei vari scatoloni. Con il pluriball potranno essere avvolti e sistemati gli oggetti più fragili e, con la carta da imballaggio, si potranno riempire gli spazi vuoti rimasti dentro gli scatoloni tra un oggetto e un altro, così da evitare che urtino tra di loro durante il trasporto e si rompano. All’esterno delle scatole metti anche delle etichette dove scrivere il contenuto e la stanza in cui dovranno essere riposizionati. Questo metodo faciliterà enormemente il lavoro quando dovrai sistemare tutto nelle varie stanze. Un mese prima è anche il momento giusto per avvisare, disdire o trasferire i fornitori dei vari servizi utilizzati: luce, gas, telefono, internet, ecc. Chiedi tutta la prassi da seguire per effettuare le procedure di trasferimento del servizio dalla vecchia, alla nuova abitazione.

Cosa fare una settimana prima del trasloco

A distanza di una settimana dalla data prevista per il trasloco, dovrai avere praticamente quasi tutto pronto, almeno per quanto riguarda le scatole da trasportare. Altri accorgimenti da seguire sono quelli di:

  • svuotare il freezer
  • organizzare i documenti in un contenitore
  • richiamare la ditta per specificare qualche altro dettaglio

Cosa fare il giorno del trasloco

Grazie a tutti questi accorgimenti, quando arriverà il giorno del trasloco non dovrai fare più nulla, se non accogliere il personale della ditta traslochi che provvederà a smontare i mobili, a caricarli e a trasportarli insieme ai pacchi che tu hai preparato con anticipo. In questo modo, il lavoro durante un trasloco è enormemente facilitato e si potrà affrontare l’evento senza ansia e nervosismo.

Ti potrebbe interessare

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.