Centro sperimentale cinematografia Roma: diplomi e musica

Venerdì 13 Luglio a Roma al Museo degli strumenti musicali  si è svolta la consegna dei diplomi accademici per l’anno 2014-2017: divertimento, arte e musica, gruppi emergenti: Suba Crew!

 

Centro sperimentale cinematografia Roma: diplomi e musica – Suba Crew: Icaro; Lolloflow e PJ

Centro sperimentale cinematografia Roma: l’evento

 

Una serata all’insegna del divertimento,  svoltasi in una location d’eccezione nella quale, all’aperto, sotto il cielo stellato romano,  sono stati allestiti due grandi palchi per accogliere gli eventi del giorno, le premiazioni, e gli artisti che si sono susseguiti durante tutta la serata. La consegna dei diplomi è avvenuta ad opera dei docenti del centro sperimentale di cinematografia di Roma affiancati da figure di rilievo. Tra i presenti Matteo Garrone regista di numerosi film di rilievo tra i quali “Dogman” l’ultimo uscito nelle sale cinematografiche.

 

Centro sperimentale cinematografia Roma: diplomi e musica
Centro sperimentale cinematografia Roma: diplomi e musica

Centro sperimentale cinematografia Roma: diplomi e musica –  La mostra fotografica

 

All’interno della manifestazione è stata allestita una mostra fotografica con esposizione di numerose opere, frutto dell’esecuzione artistica di alcuni studenti di fotografia del Centro Sperimentale di Cinematografia. Le foto esposte vertono dal classico colore animato da forti emozioni, fino all’intramontabile e suggestivo bianco e nero.

Tra le varie opere esposte, tutte decisamente suggestive e molte belle, meritano una nota  quelle dello studente Leonardo Kurtz per la grande espressività catturata in alcune foto come quella del viso orientale [in basso]. Ma gli scatti artistici che catturano l’attenzione sono davvero molti.

 

Mostra fotografica Centro Sperimentale Cinematografia Roma

 

Significative anche le foto in bianco e nero che riproducono spaccati storici evocando epoche, sensazioni, momenti: le donne del dopoguerra, gli uomini del dopoguerra ed altre opere in tema come quella sottostante: “I segni della guerra”.

 

Mostra fotografica: “I segni della guerra”

 

Un’evento che si è espresso come un’inno all’arte, quell’arte che spazia e si articola tra suoni ed immagini: fotografia, video, musica, cinema,  discipline rappresentate da diverse figure professionali, coloro  che consentono di dar vita ad opere uniche ed inimitabili.

 

Le donne del dopoguerra foto bianco e nero

 

Gli uomini del dopoguerra – mostra fotografica

 

Immagini e colori, evocazioni ed allegria, in tutto ciò non poteva mancare uno stand pub per le consumazioni, il tutto in uno spazio verde di rilievo, circondato da una cornice naturale composta dal verde di alberi maestosi e da strutture archeologiche ed architettoniche di rilievo. La mostra fotografica è stata allestita all’aperto in una galleria in cui, numerose volte ad archi simmetriche dalle linee morbide, fanno da cornice agli scatti fotografici.

 

 

La musica al Cento Sperimentale Cinematografia di Roma: lo show!

Diversi i gruppi che si sono susseguiti sul palco musicale dell’evento rallegrando la serata e scaldando l’atmosfera. Alcuni gruppi musicali hanno suonato musica revival, mentre, la parte finale della serata, si è animata con un gruppo  rap/trap composto da tre giovani.

Suba Crew in live

 

La Crew ha acceso la serata che volgeva al termine, salendo sul palco dopo la mezzanotte inoltrata. Lorenzo Gennaro in arte “Lolloflow”, romano; Matteo Paolillo, in arte “Icaro”, salernitano;  ed infine, il giovane milanese Pietro Jellinek in arte “PJ“.  Tre ragazzi che provengono da diverse zone dell’Italia, tre studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia, rispettivamente fonico, attore, produttore.  E’ così che, attraverso i loro brani musicali rap/trap hanno dato vita ad un sound energico con beat creativi. Il gruppo musicale, Suba Crew, ha riscosso successo tra i  giovani presenti all’evento.

Una serata ricca di emozioni e divertimento in una location d’eccezione che si è conclusa, dopo una giornata intensa, alle 2 di notte.

 

Museo degli strumenti musicali Roma Piazza Santa Croce in Gerusalemme 9A

Museo degli strumenti musicali di Roma

 

Il museo, oltre ad essere una location d’eccezione è visionabile dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.00. La prima domenica del mese l’ingresso è gratuito. Lunedì  riposo. Per i  biglietti il costo intero è di 5 euro, ridotto euro 2,50 per i cittadini dell UE tra i 18 e i 25 anni e insegnanti di ruolo nelle scuole statali.

 

[Gratuito per  studenti e docenti di Architettura, Lettere (indirizzo archeologico o storico-artistico), Conservazione dei Beni Culturali e Scienze della Formazione, incluse Accademie di Belle Arti e dipendenti MiBAC e ICOM. Gratuito per guide, interpreti, giornalisti, gruppi scolastici (previa prenotazione), diversamente abili con accompagnatore].             Tel. 0039 06 7024153      mail: didattica@gebart.it 

 

Foto: Mara Mencarelli

Sharing is caring!

Related Post

8 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.