Chignon uomo tutti i tipi di Man Bun e Messy Bun

0
Chignon uomo tutti i tipi di Man Bun e Messy Bun
Chignon uomo tutti i tipi di Man Bun e Messy Bun

Tante le star che per l’estate ma anche per la stagione invernale hanno scelto di adottare lo chignon, un codino ripiegato in vari modi che prende anche il nome di Messy bun o Man bun. Alto basso, ben composto con basette rasate o libero e sbarazzino lo chignon da uomo torna ad affermarsi come una delle acconciature più ricercate per chi ha i capelli lunghi.

Indice

Tante le star che per l’estate ma anche per la stagione invernale hanno scelto di adottare lo chignon, un codino ripiegato in vari modi che prende anche il nome di Messy bun o Man bun. Alto basso, ben composto con basette rasate o libero e sbarazzino lo chignon da uomo torna ad affermarsi come una delle acconciature più ricercate per chi ha i capelli lunghi.

Da Brad Pitt a Jeson Momoa, David Backman fino agli influencer come Giaro Giarratana modello e partecipante, qualche anno fa, a Ballando con le stelle, e molti altri. La forza dello chignon sta nel fatto che si tratta di un acconciatura da uomo che si abbina a molti stili moda maschili, perfetta da sfoggiare per le giornate al mare così come con lo smoking.

Chignon uomo tutti i tipi e come farlo

Qualche anno fa il famoso Man bun spopolava, ma poi la tendenza moda dei capelli lunghi uomo si è andata affievolendo a favore degli tagli corti e rasati. Ora, torna alla ribalta proprio grazie a star del calibro di Brad Pitt e agli influencer più seguiti. Vediamo come fare lo chignon maschile utile per stare freschi in estate ma anche per una maggior eleganza.

Lo chignon indossato da Giaro Giarratana influencer e modello
Lo chignon indossato da Giaro Giarratana influencer e modello

Cos’è il Man bun e come realizzarlo in modo corretto: consigli utili

Perfetto per gli uomini che hanno dei capelli medio lunghi facile da realizzare, lo chignon si differenzia dalla classica coda in quanto viene annodato con l’elastico per capelli e poi raccolto in posizione alta sulla testa formando appunto uno chignon.

Per realizzarlo è bene che i capelli siano puliti, piastrati o comunque ben pettinati e magari condizionati con un prodotto specifico, usando un buon anticrespo, in modo da far aderire anche i capelli più corti. Molto dipenderà anche dal taglio dei capelli oltre che dal tipo di capello stesso.

Spesso, lo chignon viene adottato da chi a capelli mossi o ricci, proprio per gestirli meglio. Ma lo chignon è perfetto anche per gli uomini dai capelli lisci, l’unico inconveniente per i capelli lisci e sottili è che potrebbero scivolare troppo appena lavati.

Anche in questo caso è consigliabile passare una noce di spuma fissante a tenuta medio leggera, o gel, pettinarli e fare la coda legandoli con un elastico stretto. In seconda battuta, utilizzare un’altra noce di spuma, arrotolare i capelli e fermarli con delle forcine per capelli.

Quanto devono essere lunghi i capelli per lo chignon uomo Man bun?

Si riesce a fare lo chignon da uomo anche con i capelli non lunghissimi ma è comunque necessaria una lunghezza media che raggiunga almeno le spalle per riuscire a farlo comodamente, se scalati. Sono necessari un po’ meno lunghi per realizzarlo su tagli pari e capelli uniformi.

Molto dipende anche dal tipo di taglio di capelli, se paro o scalato, rasato ai lati, o no. Nel caso i capelli siano troppo corti, si può realizzare un mezzo chignon uomo solo con la parte superiore dei capelli (quelli più lunghi).

I tipi di chignon sono sostanzialmente 3:

  • Man bun
  • Messy bun
  • Chignon con mezzo raccolto

Differenze tra Man bun e Messy bun gli chignon maschili e femminili

MAN BUN – Le differenze tra le tipologie di chignon da uomo sono sostanziali, in quanto il primo, il Man Bun è alto e ben composto, elegante e perfetto per serate ed eventi importanti. Può essere realizzato con elastico o forcine o semplicemente annodando i capelli dopo averli intorcinati avvolgendoli su se stessi.

MESSY BUN – Il Messy bun è uno chignon dall’aspetto morbido quasi spettinato collocato sempre alto o medio alto. Si porta arrotolando i capelli in alto, sopra alla nuca, ed è perfetto anche quando i capelli ai lati risultano rasati sui lati “undercut“.

CHIGNON CON MEZZO RACCOLTO – Infine, c’è il lo chignon piccolo o “chignon con mezzo raccolto” che è uno hair style man perfetto per chi ha i capelli non molto lunghi o per chi vuole lasciarne una parte libera sulle spalle arrotolando il resto sulla testa formando uno chignon maschile. Tra le tre acconciature da uomo il Man bun è sicuramente lo chignon che risulta più raffinato.

Accorgimenti per lo chignon maschile: basette in ordine e capelli puliti

Tutti e tre i tipi di chignon maschile, Messy bun, Man bun e Chignon con mezzo raccolto, richiedono basette curate e capelli semi puliti o puliti. Uno chignon con capelli sporchi, evidenzierà il fatto che quest’ultimi non sono perfettamente puliti in quanto la parte sottostante dei capelli risulta sempre più grassa.

Chignon

Storia ed evoluzione dello chignon maschile e femminile

Per la donna lo chignon rientra nelle acconciature femminili che non passano mai di moda, quelle di tipo elegante. Lo chignon da donna viene adottato da secoli, adornato da fiori, coroncine e nastri, attraversa fasi di successo e decadimento e viene riscoperto nel cristianesimo.

In tempi remoti, e sin dall’antichità, in Oriente e Occidente troviamo gli chignon di piccole grandi dimensioni sia nei lottatori di sumo che nei Samurai semi-rasati, così come nei popoli barbari che portavano capelli e barbe folte.

In Mesopotomia lo chignon veniva utilizzato dagli schiavi, successivamente adottato dalle donne cristiane come segno di virtù per poi essere indossato dalle donne egizie dei ceti elevati e dalle donne romane. In seguito verrà stravolto da nastri perle ed altri ornamenti.

Nel XVIII secolo lo chignon ricompare come stile elegante e raffinato spesso accompagnato da acconciature con riccioli laterali. Successivamente abbandonato a favore delle parrucche.

Lo chignon uomo donna dagli anni ’50 ad oggi

Lo chignon al femminile ritornerà protagonista delle acconciature femminili negli anni 50 in versione più glamour a banana fissato cn forcine dietro la nuca in modo avvolgente e adottato da attrici del calibro di Grace Kelly, Audrey Hepburn e Rita Haywort. Adottato in alcuni sport come la danza classica, sinonimo di eleganza e raffinatezza, nonché di ordine ha riscosso nei decenni ampi consensi.

Per l’uomo l’adozione dello chignon in termini tendenze moda la si può far risalire agli anni 60 – 70 allo stile hippie, periodo in cui gli uomini iniziarono a portare i capelli lunghi e li raccoglievano in crocchie sopra la testa.

Sarà negli anni 60 – 70 che Brigitte Bardot lancerà lo chignon ampio e morbido e sbarazzino. In epoche più recenti lo chignon si reinventa grazie a trecce, riccioli decorazioni o magari formando due chignon per lato (stile manga).

Per l’uomo il Man Bun, è un vero must have di tendenza associato ai capelli lunghi o medio lunghi, sia rasati sui lati che non. In alternativa, tra tutti i tipi di chignon maschili, possiamo adottare quello in foto (in alto) che prevede chignon e piccola coda ripiegata facile da fare e molto carino.

Previous articleModa donna le tendenze autunno inverno 2022 – 2023
Next articleFoppapedretti il carrello per la spesa ” Go up”
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.