Come capire se si hanno problemi alla tiroide: 2 libri utili

8
Come capire se si hanno problemi alla tiroide: 2 libri utili
Come capire se si hanno problemi alla tiroide: 2 libri utili

La tiroide è una piccola ghiandola a funzione endocrina, molto utile per il corpo umano. Quando non funziona bene i problemi che possono insorgere sono molteplici e variano anche in relazione al tipo di problema tiroideo. I disturbi della tiroidi si dividono in 2 tipologie: ipotiroidismo o ipertiroidismo. Nel primo caso la tiroide funziona in deficit di ormoni tiroidi, mentre nel secondo caso, quando si parla di ipertiroidismo, la tiroide funziona in maniera esagerata producendo troppi ormoni.

Come ci si accorge di avere problemi alla tiroide?

La tiroide è una ghiandola che produce ormoni endocrini (ossia interni) e regola funzioni ed organi presenti nel corpo umano che sono di fondamentale importanza per la vita. Tra essi, ricordiamo anche il sistema cardiocircolatorio, l‘apparato riproduttivo ed il metabolismo.

I disturbi tiroidei sono molteplici e variano in maniera diversa tra ipotiroidismi e ipertiroidismo per cui vediamone le differenze di base ed eventuali sintomi che possono metterci in allarme.

IPERTIRODISMO SINTOMI

Qualora la tiroide produca troppi ormoni tiroidei si manifesta l’ipertiroidismo, il quale può causare, in relazione all’entità del malfunzionamento, una serie di sintomi, tra i più comuni troviamo la perdita di peso, nervosismo, ansia e cambi di umore, palpitazioni, ed altro.

IPOTIRODISMO SINTOMI

Se la tiroide non produce abbastanza ormoni tiroidei si verifica l’ipotiroidismo che potrebbe causare, tra le altre cose, alcuni problemi al metabolismo, colesterolo alto, pelle secca, stitichezza, depressione, problemi mestruali e di fertilità, allergie, capelli che cadono etc. 

Quali sono i fastidi della tiroide che non funziona?

In relazione al malfunzionamento della tiroide i sintomi, come visto, possono variare anche di molto. Ma vi è una più alta incidenza dell’ipotiroidismo rispetto all’ipertiroidismo. A tal proposito vi segnaliamo un libro sull’ipotiroidismo che tratta con attenzione e approfondimenti scientifici l’argomento.

1 – Libro sull’ipotiroidismo: IPOTIROIDISMO UN’EMERGENZA IGNORATA

1 - Libro sull'ipotiroidismo: Ipotiroidismo un'emergenza ignorata
1 – Libro sull’ipotiroidismo: Ipotiroidismo un’emergenza ignorata

Nel libro IPOTIROIDSMO UN’EMERGENZA IGNORATA, l’autore Raul Virgini, indica al lettore come riconoscere e trattare il disturbo tiroideo. L’individuazione dell’ipotiroidismo e la suo correzione sono fondamentali e, secondo gli studi condotti dal dott. Barnes, citato dall’autore, correggendo l’ipotiroidismo si riduce l’incidenza di altre malattie, tra esse, infarto e cancro.

Altra nota importante segnalata nel libro sulla tiroide è l’importanza della vitamina D alleata di ossa e pelle e dei suoi valori che vanno tenuti sotto controllo come quelli del ferro, e di altre sostanze importanti tra le uguali ricordiamo anche lo Iodio. Nel libro si trovano molti consigli utili che aiutano ad individuare i problemi alla tiroide.

Cosa comporta il cattivo funzionamento della tiroide?

Questo dipenderà dal tipo di malfunzionamento della tiroide e dall’entità di quest’ultimo. Ma i sintomi del malfunzionamento tiroideo sono rivelatori del disturbo: alla tiroidea, o ipotiroidismo possono associarsi oltre a debolezza, anche sonnolenza, stanchezza e astenia.

Frequentemente, compare anche una ridotta capacità di concentrazione e di memoria, nonché una spiccata intolleranza al freddo e diminuzione del metabolismo basale il quale potrebbe causare un aumento di peso,  per l’accumulo di tessuti adiposi, ma anche per l’aumentata tendenza alla ritenzione idrica.

Per verificare il buon funzionamento della tiroide se si colgono segnali che ci insospettiscono si possono eseguire esami di laboratorio ed ecografia tiroidea.

Quali sono gli esami completi della tiroide?

Oltre all’esame visivo, che può rivelare una tiroide ingrossata, e la palpazione, che può segnalare la presenza di tumefazioni, è importante controllare i livelli ematici degli ormoni tiroidei T3 e T4, e dell’ormone ipofisario TSH, il test degli autoanticorpi tiroidei, la scintigrafia tiroidea ed eventualmente anche  l’agoaspirato della tiroide con eventuale biopsia.

Ma anche le malattie della tiroide, come tante altre patologie che riguardano l’uomo, risente del tipo di vita che si svolge, dello stress, dell’inquinamento ambientale e, ovviamente dell’alimentazione. A questo proposito vi segnaliamo un libro che ci indica il cibo e la dieta adatta per la tiroide in base al problema rilevato.

2 – LIBRO: CIBO PER LA TIROIDE, che parla di cosa mangiare per stare meglio

Cibo per la tiroide: cosa mangiare per stare meglio
Cibo per la tiroide: cosa mangiare per stare meglio

Oltre al valido libro per individuare i problemi tiroidei che abbiamo citato in un paragrafo precedente, ve ne vogliamo indicare un secondo che riguarda l’alimentazione e la tiroide. IL LIBRO CIBO PER LA TIROIDE di Simone Grazioli Schagerl edito anch’esso dal Gruppo Macro, è un manuale di educazione alimentare che indica la migliore alimentazione da adottare per curare i disturbi e i malfunzionamenti della tiroide: ipertiroidismo e ipotiroidismo. Nutrirci con attenzione, seguire la dieta giusta, dice l’autore aiuta a sostenere la tiroide.

Il libro ci porterà la conoscenza dei superfood da utilizzare ma anche delle sostanze e i cibi da evitare. Cibi che fanno bene e cibi che fanno male, cibi che rinforzano la funzione tiroidea e abitudine da evitare nel quotidiano.

Nel libro si parla anche dei danni ambientali, l’inquinamento e di metalli pesanti tutte situazioni che incidono negativamente sulla salute dell’essere umano, e se in tal senso possiamo fare poco, all’interno delle mura domestiche le accortezze da mettere in atto cominciando dalle stoviglie e dalla scelta del cibo giusto sono abitudini che possiamo tranquillamente metter in campo per stare meglio aiutando la nostra tiroide.

Due ottimi libri che ci guidano nella ricerca di patologie tiroidei e ci indirizzano verso soluzioni di tipo comportamentale e alimentare, in modo scientifico.

Previous articleFebbraio il mese dei ciclamini dei narcisi e delle violette
Next articleConsigli di stile per allestire e arredare una sala da pranzo classica di lusso
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

8 COMMENTS

  1. Mi hanno sempre detto che i miei problemi legati alla pressione potessero essere legati alla tiroide. Dopo le visite svolte, si è capito che il problema non era quello. Trovo comunque molto interessante capire come l’alimentazione giochi un ruolo importante anche in questo settore.

  2. libri molto interessanti. qualche anno fa ho fatto un bel po’ di esami perché il mio medico di base pensava avessi problemi di tiroide. In realtà non era così. Ma ho molti problemi di metabolismo in letargo praticamente. ad ogni modo grazie dei consigli perché sono sempre utili.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.