Consigli utili per la spedizione dei beni all'estero
Consigli utili per la spedizione dei beni all'estero

Secondo l’AIRE (l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero), più di 5 milioni gli italiani vivono in un altro stato e sembra che il numero di compatrioti che lasciano l’Italia alla ricerca di nuove esperienze lavorative e di vita aumenti anno dopo anno. Ciò in virtù delle promettenti opportunità di lavoro qualificato e non che si profilano nei paesi esteri. Ma trasferirsi di sana pianta implica pratiche da sbrigare ed oggetti da trasferire. Alcune detti si occupano delle spedizione dei beni all’estero, in maniera professionale.

Trasferirsi all’estero: consigli spedizioni

Trasferirsi da un paese all’altro non è facile come sembra. Una delle principali sfide da affrontare è quella del trasloco. Traslocare richiede un grande livello di preparazione e pianificazione. È certamente più semplice fare le valigie, imballare gli scatoloni e caricare tutto su un’auto, soprattutto se non si hanno molte cose da portare con sé e se ci si trasferisce nelle vicinanze. Come bisogna comportarsi, però, nel caso in cui si debba trasportare un numero maggiore di beni all’estero?

Spedizioni private per estero

In questo caso, la migliore opzione è affidarsi ad una compagnia di spedizioni private in grado di offrire un servizio professionale conveniente dal punto di vista economico, organizzativo e logistico. Yellohu è uno dei partner più affidabili con cui è possibile spedire bancali, pallet e pacchi in Italia e all’estero risparmiando fino al 60%. Per spedire all’estero i costi variano anche in relazione alla quantità di imballi e di cose da spedire.

Prenotare spedizione estero

Prima di procedere con la prenotazione della spedizione, il cliente dovrà occuparsi di imballare adeguatamente la merce per evitare possibili danni durante il trasporto. Si consiglia di avvolgere e proteggere gli oggetti più fragili con pluriball, asciugamani, fogli di giornale o altri tipi di imballaggio in modo da attutire eventuali urti. In alcuni casi le ditte stesse si occupano di ogni incombenza, imballaggio incluso.

Tutti gli oggetti, durante il trasloco, devono essere obbligatoriamente riposti all’interno degli scatoloni per poter essere trasportati. Nelle spedizioni all’estero la dogana e le pratiche relative al trasferimento di tutti gli imballi, verranno sbrigate, talvolta, dalla ditta stessa, incluso in questi compiti, anche un’assicurazione della merce.

Colli e bancali

Una volta imballata la merce e aver opportunamente chiuso gli scatoloni da traslocare, dotati di etichette, si può passare alla fase successiva, ovvero sistemare i colli sul bancale. È consigliato impilare gli scatoloni secondo un determinato schema che prevede la collocazione dei pacchi più pesanti e robusti alla base, i più fragili al centro e i più leggeri attorno. È importante inoltre che i colli non sporgano dai bordi del bancale in quanto potrebbero danneggiarsi.

Conclusa questa fase, la compagnia di spedizione si occuperà di sigillare il tutto con pellicola da imballaggio, pareti in legno, fogli di cartone o altri materiali, per garantire la massima aderenza della merce sui bancali ed evitare che scivoli durante il trasporto.
Le compagnie di spedizione non sempre forniscono scatoloni, bancali e materiali da imballaggio.

Codice di tracciamento

Fortunatamente questi sono facilmente reperibili presso negozi di ferramenta e bricolage o sui siti di shopping online, come Amazon. Inoltre, bisogna tenere conto che i corrieri potrebbero partire in ritardo rispetto alla data prevista o incontrare imprevisti lungo il tragitto. In quel caso è necessario avere pazienza, e tenere sempre sotto controllo la spedizione attraverso il codice di rintracciamento fornito dallo spedizioniere.

Ti potrebbe interssare

Come organizzare un trasloco fai da te risparmiando

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.