Un capo senza età come la pelliccia, da sempre considerato uno status symbol, è in grado
di dialogare con qualsiasi outfit: troppo facile pensare di indossarla solo in situazioni
‘classiche’ come una cena importante oppure una serata di gala. Non mancano le occasioni
per farne anche un capo sportivo, specie in relazione a un target di utenti più giovane e che
ami la moda in tutte le sue declinazioni più trendy. Spazio dunque agli intramontabili jeans,
capaci di interpretare un outfit sia chic che urban, dai quali fanno in genere capolino le
intramontabili sneakers bianche o variopinte: l’ideale sarà l’abbinamento con un capo
sbarazzino come la pelliccia con cappuccio Elpidio Loffredo.

Abbinamento del cappuccio

Un indumento sui generis, che si può trovare sia nella versione di giacca più corta da sfoggiare con i pantaloni in denim per aperitivi e cocktail, sia come cappotto lungo per proteggere dal freddo pungente e avvolgere in un caldo abbraccio rassicurante, specie la sera nei mesi invernali. Questa tipologia di pelliccia ha conosciuto un picco di popolarità a partire dall’inizio del nuovo secolo: l’abbinamento con il cappuccio era nato in particolare per poter unire in un unico capo due distinte tipologie di pelo (in genere si trattava di una pelliccia in visone, con cappuccio per esempio in volpe).

Una scelta di stile mossa da una certezza: anche se fuori è cattivo tempo e magari piove oppure stanno iniziando a cadere i primi fiocchi bianchi la pelliccia si potrà sempre indossare (a patto di non esporla a nevicate o precipitazioni ‘extra’). Un grande successo, assolutamente trasversale, è stato riscosso anche dai gilet con cappuccio, perfetti da utilizzare con temperature più fresche, nei mesi primaverili.

Il cappuccio che incornicia il volto e impreziosisce la pelliccia

Modelli e tipologie

Come scegliere il modello, i colori più frizzanti In genere chi sceglie di acquistare una pelliccia con cappuccio punta a utilizzarla sia per impreziosire un outfit di tipo più classico che per movimentare situazioni più modaiole, ecco perché i colori prediletti sono quelli naturali che consentono di mettere a segno i migliori abbinamenti di stile. Quella più semplice da mixare risulta senza dubbio la pelliccia realizzata in volpe naturale, con un picco di preferenze verso la pelliccia con cappuccio nera.

Pelliccia di qualità


Le regole d’oro di una perfetta pelliccia riguardano innanzitutto la sua morbidezza e la
sensazione di comodità assoluta nel portarla indosso, con alcuni vezzi in relazione ai colori
del cappuccio. Capita così di vedere pellicce con cappuccio di cincillà in colori naturali ma
non è raro neppure trovarne in colori ‘altri’ come il verde o il toffee: tutto questo sempre per
rispondere a richieste che arrivano direttamente dal pianeta della moda con i suoi stili.

Prezzi

Per quanto riguarda infine il prezzo occorre tenere presente che questo può oscillare in relazione a diversi elementi, a cominciare dalla provenienza dei pellami e dalla tipologia oltre che dalla qualità della pelliccia stessa. E’ chiaro che per assicurarsi un prodotto di valore e con una lunga durata l’ideale sarà rivolgersi agli atelier che fanno del made in Italy una bandiera: in generale, non bisogna lasciarsi tentare online da prezzi troppo bassi rispetto alla media di mercato. Sempre nel nome della qualità.

8 COMMENTS

  1. non me ne volere …. saranno belli ma non li amo, non amo indossare capi di abbigliamento con la pelliccia vera ne sintetica (preferisco evitarla a priori)….. Non penso che occorra indossare pellicce di animali per sentirsi più belle… in tal modo mi collego anche al commente che mi precede di Irene

  2. Non ho mia prestato molta attenzione al cappuccio che disastro che sono ma perché lo ritengo solo funzionale per riparare da pioggia e freddo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.