Come sbiancare e candeggiare i tessuti

1
86

I tessuti possono macchiarsi o magari ingiallirsi. In questo articolo vedremo come è possibile con pochi elementi candeggiare e smacchiare i tessuti sbiancandoli

 

Prima di iniziare le operazioni di candeggio o smacchiatura, controllate sempre l’etichetta qualora presente o cercate di individuare la composizione del tessuto.

 

Come sbiancare e candeggiare i tessuti

 

Immergete i capi da candeggiare in acqua tiepida ma non bollente adottando un recipiente in plastica ed aggiungendo 2 cucchiai di candeggina per ogni litro d’acqua. Evitate di versare la candeggina direttamente sulla macchia potrebbe corrodere il tessuto. Per alcuni tessuti si utilizza la candeggina mentre per sbiancarne altri si preferisce il perborato o dell’acqua ossigenata aggiunta all’acqua: per tendaggi bianchi o tessuti in seta si adotta anche del latte crudo.

 

Vediamo come sbiancare e candeggiare i vari tipi di tessuto

Cotone: lasciate i capi in ammollo in acqua a cui avrete aggiunto del perborato (1 cucchiaio per ogni litro). Se amate il bianco azzurrato acquistate del turchinetto in drogheria, ed aggiungetelo all’acqua, mentre per sbiancare vecchie lenzuola o biancheria, infilatela in lavatrice inserendola in un sacchetto di tela bianca (una fodera per cuscini andrà bene) ed unitevi dei gusci di uovo tritati.

Se la biancheria è ingiallita fatela bollire per mezz’ora a fuoco basso, in acqua saponata per poi sciacquarla subito sotto l’acqua corrente senza farla raffreddare, evitando che ingrigisca.

  • Lino: Procedete nel medesimo modo del cotone, evitate di candeggiare ed utilizzare solo perborato per sbiancare i capi.
  • Crepe e maglina: Risciacquate i capi con dell’acqua tiepida a cui avrete aggiunto un cucchiaio di acqua ossigenata (1 per litro).
  • Fibre sintetiche: Immergete in acqua tiepida e perborato, assolutamente non candeggiate non lavate gli indumenti con dei colorati.
  • Lana: Lasciate il capo in lana a bagno in acqua per 24 ore. Nell’acqua aggiungete 1 cucchiaio di acqua ossigenata, ogni 3 litri.
  • Seta: Si tratta di un tessuto delicato che andrà sbiancato utilizzando nell’ultimo risciacquo mezzo litro di latte crudo per ogni “tenda” aggiungendo qualche goccia di acqua ossigenata. stirate dal rovescio con il ferro tiepido per evitare che la seta ingiallisca.

Come candeggiare

Lasciate i capi immersi in acqua tiepida aggiungete 2 cucchiai di candeggina per ogni litro, potrete procedere in tranquillità su cotone, lino e canapa robusti tenendoli in ammollo per un’ ora mentre per i colorati lascerete agire dieci/quindici minuti. Inclusi i tessuti dei divani.

Sciacquate a e aggiungete 1 cucchiaio di acqua ossigenata all’ultimo risciacquo per togliere l’odore della candeggina.

Si potrà candeggiare anche avvalendosi della lavatrice aggiungendo nella vaschetta apposita tre cucchiai di candeggina diluita al 50% con dell’acqua. Aggiungete la candeggina al momento del risciacquo. Attenzione a non schizzare con la candeggina gli abiti che si hanno indosso, perché si rischia di macchiarli facilmente (si toglie il colore dal tessuto). Indossate indumenti per la casa e, qualora accadesse, sciacquare prontamente con abbondante acqua.

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.