Acquisto prima casa i 10 consigli da seguire

0
Acquisto prima casa i 10 consigli da seguire
Acquisto prima casa i 10 consigli da seguire

Quando si raggiunge questo importante traguardo “l’acquisto prima casa” entrano in gioco una serie di considerazioni che i giovani non sempre sono portati a fare e che si rivelano invece indispensabili per evitare di prendere fregature e rimanere scottati da un esperienza che dovrebbe rivelarsi piacevole e soddisfacente.

La prima casa è un bel traguardo e per questo motivo va ponderata con attenzione tutta una serie di fattori che permettono di comprare casa in sicurezza, sia che si paghi con un mutuo, che in contanti. Vediamo cosa considerare quando si acquista la prima casa e si ha poca esperienza in merito.

Acquisto prima casa: un passo verso l’indipendenza

Per tutti, la prima casa rappresenta un passo importante verso l’indipendenza. Finalmente si potrà avere una spazio proprio e vivere al 100 % secondo le proprie esigenze in termini di pulizia, cibo, orari, uscite e rientri, inviti, e così via.

Proprio per questo motivo l’acquisto andrà seriamente ponderato tenendo conto di un’insieme di fattori che potranno farci compiere l’acquisto più giusto in totale (o quasi) sicurezza.

Acquisto prima casa: 10 considerazioni di cui tener conto

Le cose da considerare quando si compra casa e si vogliono evitare sorprese e fregature sono davvero molte, ma abbiamo deciso di riassumerle sotto un decalogo che le raccoglie più o meno tutte e che potrà rivelarsi utile per coloro che hanno deciso di comprare un piccolo appartamento per la prima volta nella loro vita.

  1. Distanza dal posto di lavoro
  2. Distanza dalla famiglia / amici
  3. Quartiere e servizi
  4. Metratura della casa
  5. Piano della casa
  6. Acquisto da privato
  7. Acquisto dal costruttore, agenzia o cooperativa
  8. Problematiche presunte strutturali
  9. Anno di fabbricazione e abitabilità
  10. Notaio personale che vi tuteli

Comprare casa fuori città per risparmiare? Distanza dal posto di lavoro

Molti giovani optano, per ovvi motivi, per questa soluzione in quanto le case fuori città hanno un costo inferiore. Va detto però che pagare una casa di meno, non vi farà realmente risparmiare se poi per recarvi al lavoro avrete una spesa fissa elevata in termini di automobile o mezzi da prendere e perderete sicuramente diverse ore preziose della vostra giornata solo per andare e tornare dal lavoro.

Comprare casa lontano da famiglia e amici

Se è vero che la scelta dell’indipendenza può spingerci in altre regioni, stati o semplicemente città o quartieri, è innegabile che avere in “zona” amici e parenti può renderci la vita più semplice.

Ci si può ammalare, si può avere necessità di riparare qualcosa e non esserne in grado, di avere un guasto all’automobile, o di voler andare in visita ad amici e parenti.

La scelta della casa in zona e in quartieri che si conoscono, e dove abbiamo amicizie e / o parenti, rendono sicuramente più facili gli spostamenti ed i rapporti che si rivelano ancor più preziosi quando si hanno dei problemi o si decide di mettere su famiglia e magari, avere dei bambini.

Comprare casa: quartieri e servizi da valutare

Qualsiasi regione, paese, o località si scelga, è opportuno fare i conti con i sevizi: banche, scuole, uffici pubblici, ospedali, medici di base, ma anche ristoranti, supermercati ed altre attività, se sono in zona, e vi è ampia scelta, possono farci risparmiare tempo e denaro, migliorandoci spesso, la qualità della vita.

Ogni spostamento che si effettua per compiere nel quotidiano acquisti od operazioni, implica perdita di tempo e di benzina. Quindi il quartiere in cui si acquista casa è meglio che sia ben servito in tutto.

Oltre ai sevizi assicuratevi che la casa abbia un garage, un parcheggio esterno o che nella zona ci sia realmente la possibilità di parcheggiare con facilità. Un box o un posto auto accresce il valore di una casa ma vi rende la vita molto più facile.

Metratura della casa

Piccola ma bella! Quando si compra la prima casa si sogna una villa, un appartamento regale, ma si deve sempre fare i conti con il proprio portafoglio.

E’ bene iniziare da un appartamento di metratura contenuta e puntare di più sulla qualità dello stesso in termini di quartiere, anno di fabbricazione, estetica dello stabile, posizione etc.

Questo ci permetterà, un domani, di poterlo rivendere con facilità ed acquistare una casa più grande. Considerate però che lo sgravio fiscale per acquisto prima casa decade se non sono trascorsi almeno 5 anni dalla compravendita dell’immobile.

Con le app ed i servizi online, è possibile visitare casa con la realtà virtuale ma questo non basta, dovrete assicurarvi anche sulla realtà del tipo di immobile, sulla zona circostante, quartiere e presenza di eventuali mezzi di trasporto pubblici nonché strutture rumorose come metropolitane, treni, pub, bar, ristornati sottostanti etc.

Comprare la casa e scegliere il piano: piano terra e attico da valutare con attenzione

Anche il piano e altri dettagli hanno un ruolo di rilievo sulla scelta della casa. L’attico vi consente di non avere persone che vi disturbano al piano di sopra ma ha un prezzo maggiorato e vi espone al rischio di danni “superiori” ossia tetto o lastricato di proprietà. Una spesa che non è da sottovalutare.

Allo stesso modo scegliere il terzo o il quarto piano senza ascensore vi farà risparmiare ma vi sottoporrà ed inevitabili fastidi: spesa, casse d’acqua, mobili da traslocare, valige etc., tutti oggetti che vi dovrete caricare a mano non potendo usufruire di un ascensore, inclusi un domani, bambini e passeggini.

Per quello che concerne i piano terra, si sa, sono più soggetti ad effrazione e richiedono l’installazioni di porte blindate cancelli di sicurezza, e magari anche un buon antifurto.

Tutte spese aggiuntive, qualora l’appartamento non ne sia dotato. Inoltre, sempre per i piano terra, andrà considerata il tipo di coibentazione ed isolamento a cui sono stati sottoposti per non rischiare di avere una casa con muri umidi che potrete risanare solo spendendo altri soldi.

L’acquisto della casa da un privato

Se acquistate casa da un privato potrete risparmiare sulle spese di agenzia ma dovrete far compiere prima dell’acquisto tutte le visure del caso ed assicurarvi che la casa sia proprietà del venditore al 100 % che non vi siano procedure fallimentari in corso o pratiche di eredità.

Attenzione alle palazzine “familiari” ed ai giardini condivisi, perché vi ritroverete ad essere un pesce fuor d’ acqua in casa vostra e, spesso, a dover subire l’invadenza degli altri.

Acquistare casa dal costruttore, dall’agenzia o cooperativa: benefici e rischi

Costruttore, agenzia o cooperativa sono tre situazioni diverse con vantaggi e svantaggi.

Costruttore

L’acquisto dal costruttore vi permette di comprare una casa sulla quale vi è già un mutuo acceso e frazionato. In questo modo, anche chi ha problemi con contratti di lavoro a tempo determinato a richiedere un mutuo, potrà usufruire con maggiore facilità, in quanto risulta già attivo a nome della ditta che ha edificato.

Le case di nuova costruzione sono perfette da ogni punto di vista, inoltre, sono garantite dal costruttore per 10 anni (e vi permetteranno di non dover avere ulteriori sorprese).

L’unico accorgimento è quello di assicurarsi sullo stato patrimoniale del costruttore e della sua società venditrice, in quanto nel qual caso fallisca nell’arco di un anno dal vostro acquisto, il vostro immobile entrerà a fa parte della procedura fallimentare (legge fallimentare del 14 maggio 2005 n. 80 ) e voi ad essere, un creditore (come gli altri eventuali).

A tal proposito è bene dichiarare in fase di compravendita il prezzo reale di acquisto (pagando più tasse) perché sarà quella la cifra di cui diverrete creditori in proporzione nella procedura fallimentare.

Agenzia

Acquisto dall’agenzia – Anche le agenzie dovrebbero tutelarvi nel procedimento di acquisto, ed agevolarvi in diversi passaggi della compravendita, ma non sempre è così.

Talvolta sono proprio le agenzie a celare eventuali vizi dell’immobile pur di concludere l’affare. Inoltre vi chiederanno una provvigione che varia da agenzia ad agenzia. Scegliete solo agenzie serie.

Cooperativa

Acquisto casa in cooperativa – E’ un procedimento che vi permette spesso, di risparmiare sull’acquisto, ma vi espone a ritardi significativi della consegna dell’immobile anche di anni. Assicuratevi che la cooperativa sia più che seria.

Compare prima casa e problematiche strutturali presunte

Come ben si sa, gli immobili di nuova costruzione hanno un costo superiore rispetto ai vecchi edifici. Ma va detto che se la casa nuova costa di più, ha anche una garanzia del costruttore di dieci anni.

Gli immobili di vecchia data, invece, specie se non sono mai stati ristrutturati vi garantiscono un risparmio nell’acquisto ma vi espongono a spese aggiuntive che dovrete affrontare, cominciando dall’impianto idraulico dei bagni e della cucina fino alla sostituzione degli infissi e al rifacimento o installazione di inferriate, intonaci esterni e magari anche pavimentazioni e intonaci interni.

Spese che andranno comunque preventivate quando si acquisita una casa vecchia, su cui non sono mai stati compiuti seri lavori di manutenzione e ristrutturazione.

Anno di fabbricazione e abitabilità

Sempre più di frequente è facile imbattersi in immobili accatastati come rimesse o attività commerciali, lavatoi o cantine rivenduti (senza regolare accatastamento) come abitazione.

Attenzione: è ovvio che si può comprare un locale C1 o un lavatoio ma non vi si potrebbe vivere, oltre al fatto che il prezzo dovrebbe essere inferiore rispetto ad un regolare appartamento.

Per evitare truffe di questo tipo, fate in modo che il notaio che svolge le visure e fa il rogito sia un VOSTRO NOTAIO e non uno indicato dall’agenzia o dal costruttore. Il vostro notaio vi tutelerà in tal senso.

Considerazione e consigli

Ecco terminato il nostro decalogo per l’acquisito della prima casa, i 10 consigli da seguire in “quasi” totale sicurezza. In quanto le cose da considerare, e da cui guardarsi le spalle, sono molte.

Il consiglio che vi do, se siete inesperti è di farvi seguire ed affiancare da qualcuno che abbia più esperienza di voi: amici ferrati in materia e con più esperienza, genitori, zii, insomma, qualcuno che possa fare maggiore attenzione ai dettagli che fanno però la differenza nell’acquisto prima casa in serenità.

Previous articleCome arredare con i colori chiari illuminando gli spazi
Next article10 Piccoli trucchi per sembrare più magre
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.