Bruxismo cos’è e cosa fare

13
Arrivano le vacanze: come viverle bene con l'apparecchio ortodontico
Arrivano le vacanze: come viverle bene con l'apparecchio ortodontico

Termine usato in medicina per descrivere l‘atto di digrignare e serrare fortemente i denti. Il bruxismo può recare danni alla dentatura per via del tipo di sfregamento a cui vengono sottoposti i denti.

Cos’è il Bruxismo come intervenire

Molte persone, sia anziani e, soprattutto, individui in giovane età sono affette da questa patologia, in genere è un’abitudine inconscia di cui non ci si rende conto, spesso sopravviene nel sonno.

La comparsa di bruxismo è generalmente collegata ad uno stato di ansia, ma può essere favorito anche dal consumo di sostanze alcoliche.

A lungo andare questa pratica tende a danneggiare i denti abradendo la superficie dentale  causa lesioni e irritazioni, che coinvolgono anche i legamenti. I danni saranno tanto più evidente quanto più è il tempo che trascorre senza intervenire sul paziente. Sarà il medico, è nello specifico, il dentista a decidere quale è la gravità del fenomeno e a decidere il tipo di apparecchio dentale da installare. Generalmente vengono realizzati dei bite da far indossare al paziente di notte nl sonno, momento in cui si verifica il bruxismo. 

Il bite cos’è e a cosa serve

Nei casi di bruxismo è consigliabile adottare dei “bite dentali” (o Byte) notturni, ossia degli apparecchi che salvaguardano la struttura dentale e proteggono il tessuto paradontale impedendo di digrignare i denti.

Il bite dentale è una semplice placca realizzata a forma di ferro di cavallo che va indossato sull’arcata dentale del paziente bloccandone alcuni movimenti. E’ facile da indossare e si rinnova con estrema semplicità.

Il bruxismo è, come visto, molto frequente nelle persone di qualsiasi età, adulti e bambini e non va mai sottovalutato  dai pazienti.

Com’ è costruito un bite

Il bite è un apparecchio ortodontico, o meglio una placca occlusale specifica, realizzata con resine apposite. Il suo utilizzo risolve i problemi di malocculusione e digrignamento dentale che danno vita al russamento o al digrignamento.

Tipologie di bite

Esistono sostanzialmente tre diverse tipologie di bite che vengono prescritti in relazione al tipo di problematica manifestata dal soggetto: vediamo quali sono:

  1. Preformati: si tratta di placchette preconfezionate con conformazione standard. Sono i più economici
  2. Automodellanti:  in questo caso il bite è costituito da mascherine in resina termoplastica che si adatta alla dentatura del paziente.
  3. Personalizzati: sono dei bite costruiti su misura dal dentista mediante diagnosi e impronta di laboratorio.

Igiene e tempi d’azione

Per una corretta igiene è necessario lavare il bite ogni giorno, sia prima dell’uso che dopo averlo indossato. Il tempo necessario per la risoluzione del problema è variabile è viene deciso dal dentista variando di caso in caso. Va ricordato che l’apparato dentale ed i rapporti articolari sono dovuti non solo al posizionamento dei denti ma anche alla postura del soggetto e dalle corrosione dei denti. 

Il medico specializzato nella cura delle malocclusioni è lo gnatologo che esamina il rapporto temporo-mandibolare attraverso radiografie ed interviene con la prescrizione di bite specifici.

Bruxismo cos’è e cosa fare

Il bite per non russare

Oltre ad evitare i fenomeno del bruxismo il bite può essere consigliato in tutti quei soggetti che sono affetti, durante il sonno, dal fastidioso russare, evenienza che oltre a disturbare chi gli dorme a canto non garantisce un giusto e sano riposo per se stessi.

Previous articlePanuozzo ricetta tipica campana
Next articleSognare di perdersi significato, simboli e numeri da giocare
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

13 COMMENTS

  1. Per mia fortuna non ho mai digrignato i denti durante il sonno, ho sofferto d’insonnia quello si. Ma mi ha detto che indossarlo di notte da un po fastidio.

  2. Ogni tanto mi ricapita di digrignare i denti, così dice mio marito, io me ne accorgo perché sento i muscoli delle mascelle alquanto doloranti.

  3. Ho indossato per almeno un paio d’anni il byte proprio per il bruxismo e devo dire che mi ha aiutato tantissimo. Il bruxismo infatti può essere veramente fastidioso e dannoso per i denti.
    Maria Domenica

  4. Non ho mai sofferto di questo disturbo per fortuna e non conosco persone che lo hanno. Spero se avrò un marito che non ce l’abbia.

  5. Per fortuna in casa nessuno soffre di bruxismo (anche se spesso la notte mi intrufolo in camera delle nane per controllare che non sfreghino i denti per sicurezza). MA sapere che il bite aiuta anche per il russare… Mi sa che in casa dovremmo usarlo sia io che il marito…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.