http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/b/bf/Teucrium_chamaedrys_100705.jpg/394px-Teucrium_chamaedrys_100705.jpgIl Camedrio nome latino “Teucrium chamaedrys” appartiene alla famiglia delle Labiatae, possiede proprietà curative e terapeutiche ottime per mle malattie dello stomaco e dell’apparato digerente in genere.

La piantina presenta un rizoma molto gracile con numerose radichette. Il fusto del Camedrio è leggermente legnoso per poi divenire erbaceo  alto fino a circa 30 cm.

Le foglie sono disposte in modo opposto sul fusto e presentano un picciolo corto, sono di forma ovale con margine crenato lievemente dentato, la loro consistenza è coriacea ed il loro colore di un bel verde scuro. le foglie superiori sono sessili ed intere.

I fiori di Camedrio sono piccoli di color rosa antico nascono all’ascella delle foglie e presentano un calice tuboloso pentadentato una corolla tubolare bilabiata dal colore rosato, con labbro inferiore trilobato.

Il frutto di questa pianta è formato da 4  acheni di forma ovoide.

Per cogliere la pianta basta recarsi in luoghi campestri, lungo i margini dlle strade in montagna e collina tra le rocce, la si trova un po’ ovunque, predilige collocazioni soleggiate, e va raccolta nel periodo estivo.

Il Camedrio è molto indicato per ornare le zone esposte a sole  in particolare nei giardini rocciosi  nei quali può essere utilizzato in scarpate, pendii sassosi o bordure di vario genere. La moltiplicazione di questa pianta è abbastanza facilitata in quanto può avvenire sia per seme che per divisione dei cespi, il periodo adatto è la primavera.

 

Camedrio proprietà e utilizzo

Il Camedrio viene utilizzato in tutte le sue parti, dalle foglie ai fiori alle radici stesse.

La pianta contiene vari composti chimici curativi: Teucrioresina, colina, scutellaria, tannino ed infine essenza.

 

Proprietà

Le proprietà terapeutiche sono di vario genere indirizzate all’apparato digerente: digestive, aromatiche, carminative, stomatiche.

Modalità d’uso

Può essere utilizzata in vari modi sotto forma di infuso, tintura, estratto fluidi, polvere. Questa pianta è anche http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/d/d4/Teucrium_chamaedrys_290807.jpg/524px-Teucrium_chamaedrys_290807.jpgutilizzata nella preparazione di liquori stomachici dal gusto a fondo amaro (vermouth ma può dare problemi epatici).

La piantina fornisce un’essenza con un resa bassa dello 0,06 % circa di color giallo e con odore caratteristico. Contiene canfene, pinene, borneolo, acetato di bornile, cariofilene,  ed infine aldeide insovalerianica.

Viene utilizzata all’esterno, sotto forma di infuso, molto  utile come astringente nelle forme di piorrea e nelle gengiviti.

anticamente veniva usata come vulneraraia (proprietà depurative e diuretiche), per via del suo contenuto tannico.

 

Curiosità:

Si dice che il nome del genere della pianta derivi da Teucro,  re di Troia figlio di Scamandro (divinità fluviale) e della Ninfa Idea, che per primo sperimentò le proprietà medicinali di alcuni vegetali tra cui la nostra pianta.

Il genere Teucrim si compone di circa un centinaio di specie differenti di cui buona parte presenti sul territorio italiano.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.