Claudio-Claudia-Claudiano: significato,onomastico e numerologia del nome

14
593
Claudio-Claudia-Claudiano: significato,onomastico e numerologia del nome

Significato del nome CLAUDIA / CLAUDIO / CLAUDIANO

Claudio è un  nome  che ha origini sabine, nella forma latina Claudius, significa “zoppo” ossia claudicante. Con dinastia Giulio-Claudia si indica la serie dei primi cinque imperatori romani. Nella storia numerosi i Claudio tra cui Marco Claudio Marcello fu il nome di diversi personaggi della storia romana. Tra questi si ricordano: Marco Claudio Marcello , console, Tiberio Claudio Druso e figlio di Druso maggiore e Antonia minore, unico maschio adulto della dinastia Giulio-Claudia; Claudio Claudiano, poeta latino. Claudio è  anche il nome di due  guerrieri cristiani  molto giovani, presenti nell’ Orlando Furioso mentre in tempi più recenti ricordiamo il noto cantante Claudio Villa e  l’attrice Claudia Cardinale…etc.

Claudio-Claudia-Claudiano: significato,onomastico e numerologia del nome

Claudia viene festeggiata il 20 di marzo in onore di Santa Claudia, la quale fu  martire insieme alle  altre tre sante Giuliana, Eufrasia e  Teodosia  nel IV secolo ad Amiso in Paflagonia.

Claudio invece si festeggia il 18 febbraio in onore di San Claudio, martire ad Ostia, insieme al fratello Massimo e con Asterio, durante l’impero Diocleziano.

Il segno zodiacale corrispondente è quello doppio dei Gemelli, mentre il  numero fortunato è l’1 il metallo che si collega a questo nome è il rame ed il colore molto vicino al colore del metallo stesso è l’arancio.

C-L-A-U-D-I-O= 3-3-1-3-4-9-6= 29=  11=  2

C-L-A-U-D-I-A= 3-3-3-3-4-9-1= 26=  8

 Numerologia e significato delle lettere del nome CLICCA QUI

  • Significato: zoppo, claudicante
    Onomastico: 20 marzo – 18 febbraio
    Origine: Latina
  • Colore: Arancio
    Pietra: Berillo
    Metallo: Rame

Segno zodiacale : Gemelli

 Numero fortunato: 1 (clicca e leggi)

IL RAME: cenni storici

Il rame è l’elemento chimico che possiede  numero atomico 29. Il suo simbolo è Cu.

Il rame è probabilmente il  metallo che l’umanità usa da più tempo infatti consideriamo che  sono stati ritrovati oggetti in rame datati 8700 a.C. I pelagi lo chiamavano pacur (o bacur), per quel concerne il nome italiano “rame” deriva dal latino parlato aramenaeramen, un derivato della voce latina aes che significa letteralmente “rame” o “bronzo”.
Più tardi venne sostituito (Plinio) con la  parola cuprum, da cui deriva l’attuale simbolo chimico dell’elemento (Cu).

In epoca romana la maggior parte del rame proveniva dall’isola di Cipro, si utilizzava molto e non si faceva differenza  tra il rame puro e la lega ottenuta con l’aggiunta di stagno ossia  il bronzo.

IL BERILLO: curiosità

Il  Berillo, può apparire di diversi colori e prendere denominazioni differenti in relazione cromofore al suo interno: il ferro dà il colore azzurro / celeste (varietà acquamarina), il cromo dà il colore verde (varietà smeraldo), colore giallo o dorato (chiamati eliodoro e crisoberillo), colore rosa (chiamata morganite). Le varietà più preziose, a livello gemmologico e nel campo della gioielleria, sono lo smeraldo e l’acquamarina.

Si tratta di un ciclosilicato, che assume, come visto, svariate colorazioni e caratteristiche differenti grazie a piccole impurità inoltre può mostrare fluorescenza sottoposto ai raggi UV.

L’acquamarina viene donata alle spose nel giorno delle nozze in quanto apportatrice di protezione diretta alla giovane sposa ed al suo matrimonio.

 

 

 

14 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.