Divisori e recinzioni in giardino: Siepi e muri

12
345
Divisori e recinzioni in giardino: Siepi e muri

In giardino le siepi possono avere, esattamente come muri e divisori, una funzione estetica decorativa e funzionale. Generalmente assumono una connotazione prettamente divisoria servendo a delimitare i limiti o confini dell’intera proprietà o di parti di essa. Il fattore climatico esterno inciderà notevolmente sulla scelta del tipo di siepe da installare.

Divisori e recinzioni in giardino: Siepi e muri

Divisori e recinzioni in giardino: Siepi e muri

 

Per quel che concerne muri e recinzioni sarebbe utile prendere in esame l’uso della zona, se infatti le abitazioni dei dintorni o limitrofe sono delimitate prevalentemente da muri in pietra locale, sarebbe fuori luogo intervenire in altro modo.

quindi la regola numero uno da osservare è quella di far in modo che eventuali muretti o siepi si inseriscano perfettamente nell’ambiente circostante, quindi cercate di operare con intelligenza e usate un certo valore estetico, ma considerate che una siepe per crescere e assolvere in pieno la sua funzione divisoria ha bisogno di tempo, mentre un muro richiede poca manutenzione assolve immediatamente la sua funzione e può essere adornato comunque da piante sia da siepe che rampicanti. per contro la realizzazione di un muro è di sicuro più costosa anche nel caso in cui siate in grado di realizzarlo da soli.

 

Muretti divisori in giardino

 

Quando dovete realizzare nel vostro giardino dei muretti divisori interni, vi consiglio di adottare il “metodo scritto”, ossia riportate in pianta il vostro giardino ed inserite gli elementi presenti e il muro da realizzare, tenete conto di eventuali gradini, archi e cancelli della loro ampiezza e considerate attentamente se così collocati possono assolvere pienamente e senza alcun intralcio la funzione a cui sono destinati (passaggio, spazio di manovra).

L’altezza e lo spessore sono altri due importanti fattori da considerare, per quel che concerne l’altezza esistono delle limitazioni urbanistiche che variano a secondo del tipo di costruzione e di zona, mentre per lo spessore potete realizzare generalmente l’ampiezza che preferite sempre tenendo conto delle regole costruttive di base che rendono un muro stabile, per questo motivo le fondamenta  della parete  oltre a non dover sconfinare nella proprietà altrui, dovranno essere appropriate.

 

 

759350525_cf1ad478ba.jpg                                    Muro in pietra locale “semplice”

 

 

33196958_1addd7c117.jpg                                                Pietra multicolore

 

 

 

Scelta dei materiali

Per la realizzazione di un muro si può scegliere tra molteplici materiali e tecniche costruttive, molto belli i muri realizzati in mattoni o pietra locale di spessore e dimensione simile o a blocchi  da costruzione di diverso tipo. si può costruire il muretto servendosi di un unico materiale o di una struttura mista combinando differenti colori dello stesso materiale o materiali diversi, inoltre si possono disporre i mattoni a blocchi e creare  particolari motivi, quali ad esempio “spina di pesce”, la linearità del muro può essere inframmezzata da nicchie curve e variazioni di livello elementi che creano un piacevole effetto decorativo. I muri del giardino possono essere rivestiti  con una mano di intonaco grezzo  in rilievo o calce bianca sbruffata, o renderli simili al muro esterno della casa, una graziosa aiuola alla base dove poter coltivare fiori e rampicanti  arricchirà l’estetica del muro e in alternativa potete creare un accoppiamento tra siepe e muro. In alcuni casi si potrà optare per recinzioni e steccati in legno,  e recinzioni a moduli, di cui il mercato offre vasta scelta.

 

Siepi  da utilizzare

 

Abbiamo ampiamente parlato della argomento siepi nell’articolo “Siepi quale piante scegliere”, e vi consiglio di andare a leggerlo per comprendere meglio quali sono le piante più adatte alle vostre esigenze sia per estetica che condizioni climatiche e natura del terreno.

Considerate che la siepe, anche la più piccolo può raggiungere generalmente i 60 cm di spessore, è buona norma nel piantarla inserire le singole pianta ad almeno 30 cm di distanza dalla linea di confine calcolando mediamente 3 piante per ogni metro lineare ( una pianta ogni 35 – 45), anche se questo dato  può variare un po’ in base alle dimensioni della specie scelta. La scelta delle piante è praticamente illimitata ma ricordatevi che  una siepe ornamentale richiederà maggior cure ed interventi di una siepe lasciata crescere in modo “spontaneo”.

 

Il Viburno

Adatta a formare siepi persistenti e fitte con bella fioritura è la pianta del                               Viburno…>>>  che vi invito a conoscere 🙂

 

Piantare una siepe: preparazione del terreno

 

Una volta deciso il tipo di siepe da adottare bisogna procedere alla preparazione del terreno. Per prima cosa è necessario scavare un fossato profondo, la profondità sarà in relazione con la grandezza degli esemplari da piantare, ma considerate che l’intero apparato radicale deve essere inserito nella buca e risultare disteso e completamente ricoperto da terriccio ben pressato. Preparare il terriccio arricchendolo con sostanze organiche e terreno fertile, sistemate a dimora le piante e sorreggere rinforzando il tronco con  dei sostegni, pressate il terreno e annaffiate regolarmente.

Se volete realizzare una siepe molto folta potrete realizzare due filari di siepe paralleli  lasciando tra uno e l’altro un margine  di circa 30 cm.

per far in modo che la siepe cresca molto folta sin dalla base è importante procedere ad una opportuna potatura al momento giusto. Alcune piante, tipo il ligustro, necessitano di potature a 15 cm dal suolo già al momento dell’impianto, questo per permettere uno sviluppo laterale (dei fianchi) delle piante, altre piante andranno potate dopo il primo anno di impianto, mentre i sempreverdi, richiedono un’attesa di due anni prima di realizzare la prima potatura.

La potatura va effettuate in primavera per la maggior parte delle specie,mentre per le conifere e le piante decidue è bene procedere in estate, bosso e ligustro invece possono essere potate in qualsiasi periodo della stagione di crescita (primavera ed estate).

 

2936824610_52f8087b9f.jpg

12 COMMENTS

  1. Brava Mara! Sei la moderatrice del forum? Adesso bombarderò te di domande 😀 Complimenti per il 9° posto nella top ten della piattaforma 😉

  2. non ci crederai, ma oggi pomeriggio, mentre stiravo, ho pensato che era già un po’ che non vedevo i tuoi articoli sul giardino… bellissime immagini, è casa tua? un giorno ti manderò le foto del
    mio per avere qualche consiglio… ci sono troppe cose che non vanno…

    • Be mi sto adeguando alle categorie  a cui fa riferimento ebuzzing…ma il giardino credo che presto farà parte di un nuovo blog interamente dedicato ad esso mi piace troppo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.