Le porte per esterni e interni: come sceglierle

6
75

Porte esterne

La scelta delle porte è talvolta difficoltosa in quanto dovrebbero rispettare lo stile della casa e dell’arredamento.

La porta d’ingresso è molto importante per l’estetica esterna della casa per questo motivo ne va studiato con cura il disegno e la decorazione. Esiste inoltre una vasta gamma di accessori  e rifiniture che servono ad abbellire e personalizzare anche una porta normalissima e quasi banale con poca spesa. nella scelta della porta tenete conto dell’estetica interna ed esterna dell’abitazione. ad esempio un portone di legno massiccio sarebbe del tutto fuori luogo in un bungalow, così come una porta estremamente semplice stonerebbe con un bel casale rustico.

Il costo delle porte è variabile ma bisogna considerare che quelle realizzate in legno duro quale mogano, tek o quercia sono abbastanza costose, mentre quelle realizzate in pannelli compensati di pino o abete sono più economiche.

Le porte realizzate con inserti e pannelli di vetro sono indicati in case che possiedono ingressi scarsamente illuminati in quanto consentono alla luce di filtrare attraverso i vetri, per contro favoriscono la dispersione del calore.

 

 

Le rifiniture delle porte

Oltre alla porta anche le rifiniture devono essere intonate con lo stile della vostra casa, In passato gli accessori  erano  realizzati prevalentemente in ottone, bronzo e ferro battuto, oggi si preferiscono quelli cromati, smaltati, in acciaio inossidabile lega di zinco o plastica colorata.
Per quanto possibile la buca delle lettere, il campanello, la toppa della serratura, la maniglia ed il battente dovrebbero essere dello stesso stilo o comunque armonizzati tra loro.

Gli accessori in ghisa verniciati di nero sono pesanti ed adatti ad una casa di campagna, mentre gli accessori in stile georgiano sono realizzati in ottone lucido e piuttosto elaborati ed eleganti, risultano  ben inserite su di una semplice porta a pannelli. Gli Accessori presenti sul mercato sono numerosi  l’importante e sceglierli intonati  alla porta e allo stile della facciata.

Porte interne

 

Le porte interne assolvono uno scopo estetico e uno pratico, rendono gli ambienti più intimi e impediscono il diffondersi di suoni ed odori (cucina).

molte case moderne possiedono delle porte semplici ed economiche che hanno necessità di essere abbellite e personalizzate. Talvolta per dare ad una stanza un carattere diverso è necessario ricorrere alla sostituzione della porta, in questo caso è bene che si intoni all’arredamento presente nel resto del locale.

 

 

Scegliere una porta

 

Le porte a pannelli sono costituite da una intelaiatura in legno massiccio nella quale sono inseriti quattro o più pannelli sottili, spesso circondati da piccole modanature; questo tipo di porta è  ben rifinita  e fa un’ ottima figura  sia al naturale che dipinta o semplicemente verniciata.

Per ottenere un effetto più elegante si può dipingere le modanature in colore contrastane con il resto della porta, volendo potete decidere di acquistarle al naturale e provvedere voi stessi alla verniciatura.

le porte cosiddette olandesi sono divise orizzontalmente in modo che la parte superiore si possa aprire mentre quella inferiore rimane chiusa. Generalmente sono di legno massiccio, alcune presentano la parte superiore a vetri. Questo genere di porte sono utili fra la cucina e la stanza da pranzo dove possono assolvere anche la funzione di passa vivande, mentre in una stanza da gioco (cameretta), consentono di tenere sotto controllo i bambini mentre siete occupati in altre mansioni.

 

Tipologia di porte

Le porte a vetri consentono il passaggio di luce ma risultano pericolose per i bambini per questo motivo è bene adottare  dei vetri resistenti o con rinforzo metallico, in alternativa applicate al vetro la pellicola trasparente specifica che serve a trattenere i vetri in caso di rottura accidentale.

Le porte a specchi dilatano gli ambienti riflettendo le immagini danno un impressione di spazio ricordate però che i normali specchi trattengono le impronte richiedendo operazione frequenti di pulizia, per ovviare al problema  scegliete  un tipo variegato o a disegni piuttosto che liscio.

Le porte pieghevoli a soffietto, scorrevoli  o a doppia partita  sono utili per risolvere problemi di spazio specialmente in stanze di piccole dimensioni. Quelle a doppio partita  o meglio a libro, sono decisamente migliori di quelle a soffietto. 

Ne esistono di molti tipi in legno, in plastica, in metallo e in vetro. Quelle pieghevoli possono essere compensate da uno o più battenti  a seconda delle loro dimensioni, stesso discorso vale per quelle scorrevoli che prevedono un telaio inserito nel muro e in genere hanno un costo superiore rispetto a quelle a soffietto., sono esteticamente gradevoli, molto funzionali ma hanno generalmente un costo superiore.

 

 

Ti potrebbero anche interessare:

 

Gli infissi: tipologie e consigli

 

6 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.