L’estate è una stagione stupenda: il clima si fa più caldo, le giornate si allungano e in molti ne approfittano per prendersi un periodo di vacanza. Ma se da una parte la luce ha effetti estremamente positivi sulle persone rendendole più belle, energiche e positive, d’altra parte non bisogna dimenticare quelli negativi.

In particolare, se non si proteggono nel modo giusto i propri capelli dall’esposizione solare si rischia di ritrovarli in pochissimo tempo secchi, spenti e sfibrati.

Vediamo allora come difendere la chioma dai raggi UV, a partire dall’alimentazione, meglio se supportata da specifici preparati farmaceutici (come ad esempio l’integratore per capelli Lievito Sohn), passando per le protezioni solari, fino ad arrivare alle fasi di lavaggio e asciugatura. Ecco di seguito i nostri 5 consigli più in dettaglio.

1) Fare una dieta ad hoc

Alcuni generi di alimenti sono ricchi di principi nutritivi (proteine, vitamine, sali minerali, acidi grassi omega3, etc.) utilissimi al fine di mantenere una chioma sana e bella poiché capaci di agire direttamente sulla fibra del cuoio capelluto, rinforzandola e illuminandola.

Tra essi troviamo ad esempio le verdure a foglia verde (come gli spinaci, il cavolo, la bietola, ecc.), la frutta secca e i semi, le uova, i cereali, i legumi (soprattutto fagioli e lenticchie), frutta e verdure arancioni (come le arance, i mandarini, la zucca, le carote, ecc.), il salmone e i frutti di mare.

Frutta secca e semi


Inoltre, è altrettanto importante mantenere alto il livello di idratazione dell’organismo bevendo almeno due litri di acqua al giorno, in modo da reintegrare i liquidi persi a causa dell’aumentata sudorazione per via dell’afa estiva.

2) Assumere specifici integratori

Forse non se ne sente molto parlare, ma esistono integratori alimentari realizzati appositamente per la protezione della cute e dei capelli durante l’esposizione solare. Essi vanno assunti per bocca o tramite bustine o attraverso delle piccole compresse e la loro efficacia testata è dovuta al notevole apporto di zinco e biotina (nota anche come vitamina B8/H/I).

3) Utilizzare la protezione solare per capelli


Un modo un po’ più diretto per evitare alla propria chioma le conseguenze spiacevoli dei dei raggi solari consiste nell’applicare più volte nell’arco della giornata protezioni solari sui capelli.
In commercio esse sono presenti:

  • sia nella versione spray, a base oleosa, ideale per i ricci spessi;
  • sia nella versione in latte idratante dalla texture cremosa.
    Ad ogni modo, nelle ore in cui il sole è più forte e le temperature sono più alte (ossia dalle 11 alle 16)
    è sempre bene riparare i capelli e la testa con un cappello di paglia o con delle ampie fasce di
    cotone, meglio se dai colori chiari, così da consentire la traspirazione e riflettere meglio le radiazioni.

4) curare la fase di lavaggio

Aldilà del fatto che dopo un bagno in mare o in piscina, si raccomanda sempre di risciacquare i capelli con dell’acqua dolce, così da eliminare residui di salsedine o cloro che spengono i capelli, la fase di lavaggio vera e propria deve avere una cura extra nel periodo estivo.

Infatti, oltre allo shampoo che pulisce i capelli, e al balsamo, che serve a districarli meglio, è fondamentale fare più spesso le maschere per nutrire a fondo (dalle lunghezze alle punte) la chioma, rigenerarla e renderla così più vitale. La maschera capelli, può essere applicata o prima dello shampoo sui capelli asciutti oppure subito dopo il lavaggio sui capelli ancora bagnati.

Si distribuisce una noce di prodotto su tutto il cuoio capelluto e si aspetta qualche minuto prima di effettuare il risciacquo. Quest’ultimo andrebbe effettuato con acqua fredda per ossigenare meglio i capelli.

Infine, delicatamente, tamponare con un asciugamano (per lasciare assorbire l’acqua in eccesso) e pettinare i capelli, possibilmente con un pettine di legno, a denti larghi e dalle punte arrotondate, partendo dal basso e risalendo pian piano fino alle radici (facendo attenzione a non rovinarli).

5) Non stressare ulteriormente i capelli

A questo punto dovrebbe essere giunto il momento di asciugare i capelli: se proprio non riuscite a rinunciare alla tecnologia usate il phon a basse temperature, a distanza di almeno 15 cm e con delle pause, ma sarebbe meglio evitarlo del tutto optando piuttosto per un’asciugatura al naturale, volutamente imperfetta.


Per non parlare poi di piastre e ferri, da abolire: le pieghe perfette andrebbero relegate all’inverno! E per quel che riguarda le acconciature? Largo a chignon, trecce o code. Dunque assolutamente si ai capelli raccolti ma morbidi, senza tirarli. In questo modo collo e spalle saranno liberi, evitando di far aumentare la sudorazione e dando al tempo stesso tregua al capello, senza perdere in stile, ordine ed eleganza.

Insomma, seguendo questi consigli a 360 gradi di certo i capelli riacquisteranno salute e lucentezza e non mancheranno di ringraziarvi per non averli lasciati indebolire fino a farli spezzare e cadere a causa del caldo, del sole e dell’umidità.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.